Seleziona una pagina

Nikolay Kurzenko/Shutterstock di Jenny Lynch / 1 giugno 2022 5:27 EDT

Le Susan dagli occhi neri sono fiori di campo deliziosamente luminosi che possono essere visti abbellire giardini, campi e strade in gran parte degli Stati Uniti e nelle parti meridionali del Canada. Resistenti nelle zone di temperatura da tre a nove, questi fiori felici hanno un centro scuro circondato da una disposizione di petali simile alle margherite e crescono praticamente ovunque.

Botanicamente parlando, le Susanne dagli occhi neri sono membri della famiglia delle Asteraceae e sono conosciute specificamente come Rudbeckia hirta. Secondo l'almanacco del contadino, crescono fino a raggiungere un'altezza di circa 3 piedi con foglie lunghe 6 pollici. La dimensione del fiore varia da 2 a 3 pollici di diametro. Uno dei loro soprannomi comuni è la margherita Gloriosa e puoi trovarli in fiore dalla tarda primavera fino alla fine dell'estate. Pianta queste bellezze nel tuo giardino e per mesi e mesi ti godrai uno sfolgorante spettacolo di colori che attirerà sia le farfalle che le api.

Secondo la Prince William Conservation Alliance, le Susan dagli occhi neri hanno anche il soprannome meno noto di pianta pioniera. Ciò allude alla loro irriducibile resilienza e al fatto che generalmente saranno il primo fiore a spuntare in qualsiasi campo o area boschiva appena sgomberata. Il più delle volte, sono biennali, il che significa che le fioriture non appariranno fino a due anni dopo la semina.

Come usare le Susan dagli occhi neri in un paesaggio

CL Shebley/Shutterstock

Come se saltassero in piedi e salutassero, le Susan dagli occhi neri sembrano avere un talento per creare un'energia accogliente ovunque siano piantate. Che si tratti di illuminare una passerella o di rovesciarsi con grazia da un cesto appeso, possono soddisfare una varietà di esigenze paesaggistiche. Considera la tua tavolozza di colori generale quando disponi le piante nel tuo giardino o paesaggio. Garden Design suggerisce di coltivarli come elementi distintivi contro i fiori blu e viola come la salvia russa e l'issopo gigante. Al contrario, potrebbe piacerti l'aspetto più sfumato che otterrai con altri fiori dai toni caldi. Per questo effetto, prova ad aggiungere achillea o gigli di tigre.

Sebbene prosperino in un'ampia gamma di zone di temperatura, le classiche Susan dagli occhi neri non se la passeranno bene ai tropici. Quindi, cosa succede se ami questi fiori sfacciati ma vivi nella zona 10 della Florida meridionale dell'USDA? Bene, ci sono buone notizie e cattive notizie. La buona notizia è che esiste una varietà tropicale. Chiamata Thunbergia alata, o semplicemente la vite Susan dagli occhi neri, questa è una varietà che può essere facilmente allevata su tralicci o lungo le staccionate, secondo The Spruce. Immagina una fioriera traboccante di splendidi fiori che si insinuano verso il basso e intorno alle pareti esterne della tua casa. Splendida! Sfortunatamente, la cattiva notizia è che in alcune zone, come lo stato delle Hawaii, questo vitigno è classificato come una specie invasiva che può causare danni ad altre piante endemiche. Chiedi maggiori informazioni alle autorità locali.

Come far crescere le Susan dagli occhi neri

eufemia/Shutterstock

Certo, puoi semplicemente andare al garden center locale e acquistare piantine di Susan dagli occhi neri o piante completamente cresciute pronte per essere trapiantate nel tuo giardino, ma perché non provare a coltivarle dai semi? Nella loro guida completa alla coltivazione e alla cura, i fai-da-te di Growit Buildit hanno presentato una pratica guida passo passo. Può sembrare scoraggiante a prima vista, ma è solo perché è completo. Le Susan dagli occhi neri sono facili da coltivare e con poche forniture essenziali, non dovresti avere alcun problema.

L'inizio della primavera è il momento di iniziare le cose raccogliendo i tuoi vassoi per semi, una cazzuola da giardino, un flacone spray e i semi, che possono essere acquistati online o in un vivaio. Per il tuo terriccio, scegli sempre un mix di alta qualità per dare ai semi le migliori possibilità di germogliare e pre-inumidiscilo prima di piantare. Riempi ogni vassoio quasi fino in cima, ma non del tutto. Ogni cellula può ottenere fino a cinque semi, che coprirai con più terreno. Successivamente, puoi spargere tutti i semi rimanenti sulla parte superiore del terreno. Va bene per loro rimanere esposti. Quindi, spruzza ogni singola cella del vassoio con il tuo flacone spray pieno d'acqua. Vorrai che i vassoi vivano in un posto che avrà un sacco di sole mattutino. Assicurati che il terreno rimanga umido e cerca le piantine che germoglino dopo circa due settimane.

Come prendersi cura delle Susan dagli occhi neri

Jen Wolf/Shutterstock

Il fattore chiave per mantenere sane le piante di Susan dagli occhi neri è l'esposizione completa al sole. Se consideri i campi senza ombra che amano occupare in natura, sarà più facile individuare il posto migliore per loro nel tuo giardino, lontano da alberi ad alto fusto e strutture che proteggono dal sole. Una volta che hai trapiantato le tue piantine nel terreno, puoi praticamente rilassarti e lasciare che facciano le loro cose.

Le Susan dagli occhi neri sono proprio come gli altri fiori di campo: richiedono poca manutenzione e relativamente difficili da uccidere. Naturalmente, ci sono alcune buone pratiche a cui attenersi e Garden Design ha suggerito i seguenti suggerimenti per mantenere le tue piante al massimo della salute per l'intera stagione di crescita. Deadheading è il processo di strappare i fiori esauriti nel punto in cui incontrano lo stelo. Mantenere le tue piante libere dai fiori in decomposizione o semplicemente tagliarle per un bouquet da interni stimolerà le tue piante a fiorire una seconda volta più avanti nella stagione. Il terreno stesso necessita di annaffiature regolari, ma le foglie possono sviluppare uno strato di muffa se si bagnano troppo spesso. Se disponi di un sistema di irrigazione interrato, opta per quello come metodo di irrigazione invece di utilizzare un tubo da giardino.

Ripensando alle loro radici selvatiche, questi fiori generalmente non richiedono fertilizzanti commerciali. Per Epic Gardening , è fin troppo facile fertilizzare eccessivamente, il che può comportare steli deboli che cadono di lato. Nella maggior parte dei casi, una dose di compost si prenderà cura dei loro bisogni.

Varietà di Susan dagli occhi neri

Tony Baggett/Shutterstock

Le Susanne dagli occhi neri sono simili nella struttura ai coneflowers viola, ma appartengono ciascuno a generi diversi. Laidback Gardener spiega che era facile distinguere i due solo dal colore. Uno era giallo (Rudbeckia hirta) e uno era viola-rosato (Echinacea purpurea). Poiché gli ibridi recenti ora sono disponibili in un arcobaleno di colori, questa distinzione è più difficile da individuare. Tuttavia, le differenze principali tra i due risiedono nei loro coni centrali. I coni di Rudbeckia sono più scuri e morbidi al tatto, mentre i coni di Echinacea non sono mai neri e sono costituiti da minuscole punte chiamate paleae. L'Echinacea è conosciuta in tutto il mondo per le sue proprietà medicinali, ma le Susanne dagli occhi neri vengono coltivate solo a scopo ornamentale. In effetti, le Susanne dagli occhi neri non sono considerate sicure da mangiare, quindi è importante che tu possa individuare le differenze e identificare correttamente le tue piante. Per rendere le cose ancora più confuse, c'è un ibrido chiamato Echibeckia, che unisce i due in un'unica specie.

Ecco alcune altre varietà di Rudbeckia, l'originale Susan dagli occhi neri:

  • Rudbeckia hirta cappuccino , nella foto sopra, è stato un vincitore del Premio al merito del giardino della Royal Horticultural Society.
  • Prairie Sun Rudbeckia si distingue per il suo insolito cono centrale verde chiaro.
  • Cherry Brandy Rudbeckia è uno storditore con un caldo cono marrone e petali a doppia tonalità che iniziano con un cremisi intenso al centro e si colorano in un rosso ciliegia più chiaro.
  • La Little Goldstar Rudbeckia è una varietà più corta e più folta che può vantare fino a 80 fiori per pianta.

Le Susan dagli occhi neri sono tossiche?

Tanya Consaul Fotografia/Shutterstock

In generale, le Susanne dagli occhi neri non sono tossiche e, pertanto, sono escluse dall'elenco dell'ASPCA delle piante considerate velenose per gli animali domestici e gli esseri umani. Sfortunatamente, è noto che influiscono negativamente sul bestiame se consumati in grandi quantità. Ad ogni modo, è sicuro dire che questa non è una pianta che vuoi ingerire. Se ti ritrovi a sperimentare piante di Echinacea per usi erboristici, sappi che esiste una varietà gialla che assomiglia molto a una Susanna dagli occhi neri. Prima di consumare qualsiasi cosa, assicurati di avere la pianta corretta.

Anche senza ingoiare parti della pianta, è comunque possibile essere sensibili alle Susan dagli occhi neri. Ad esempio, è noto che causano reazioni allergiche, come irritazione della pelle e asma. Il National Capital Poison Control Center con sede a Washington, DC, riferisce che i sintomi della dermatite possono variare da macchie rosse pruriginose a orticaria. L'asma può diventare un problema per chiunque soffra di allergie stagionali o malattie polmonari, quindi prenditi cura e allontanati da loro in caso di problemi.

Come rinvasare le Susan dagli occhi neri

Carl Saathoff/Shutterstock

Per i giardinieri in container, rinvasare le piante di Susan dagli occhi neri è una necessità assoluta. Si riproducono da soli facendo cadere i loro semi ovunque crescano, e si espandono anche sotto terra diffondendo continuamente i loro rizomi. Questi sistemi di radici sono densi e continueranno a crescere per riempire qualsiasi spazio gli venga offerto. Ciò significa che hanno il potenziale per diventare invasivi se piantati direttamente nel terreno. La coltivazione in contenitori richiederà vasi robusti e una divisione regolare del rizoma ad ogni rinvaso.

Quando sei pronto per rinvasare la tua pianta, dovrai prima scavare l'intero rizoma e romperlo in pezzi più piccoli. A causa della loro propensione alla diffusione, Epic Gardening consiglia di passare ogni volta a vasi significativamente più grandi. I piccoli pezzi di rizoma dovrebbero essere piantati in terriccio ben drenante con un alto contenuto di sostanza organica. Cerca di rendere il nuovo ambiente simile al vecchio seppellendo i pezzi di rizoma alla stessa profondità della pianta originale. Riempi con terriccio aggiuntivo e le tue nuove Susan dagli occhi neri saranno pronte per l'uso.

La leggenda di Susan dagli occhi neri

Culture Club/Getty Images

Se sei curioso di sapere chi fosse esattamente la donna da cui hanno preso il nome questi adorabili fiori, la storia risale a una poesia dell'era post-elisabettiana di John Gay, come visto sopra. Secondo American Meadows, la poesia drammatica racconta la storia di un'adorabile ragazza di nome Susan che piangeva per il suo fidanzato, il dolce William, mentre stava per partire per un viaggio in alto mare. A causa delle sue lacrime e della stanchezza che derivava dalla sua tristezza, aveva dei cerchi neri sotto gli occhi, da cui il nome appropriato di Gay per lei, Susan dagli occhi neri.

Sarebbero stati i coloni inglesi a trasferire questo nome dal carattere di Gay al fiore di campo che conosciamo oggi, ma c'è ancora di più nella leggenda. Perché c'è anche un fiore selvatico di Sweet William, Dianthus barbatus, che presumibilmente fiorisce esattamente nello stesso momento della nostra Rudbeckia hirta. Quando si trovano uno accanto all'altro in natura, sono considerati un simbolo epico di amore eterno. Puoi leggere la famosa poesia di John Gay nella sua interezza sul Daily Gardener qui.