Seleziona una pagina

mavo/Shutterstock Di Adrianna MacPherson / 3 gennaio 2022 17:52 EDT

Ci sono alcuni elementi chiave che troverai in ogni cucina, indipendentemente dal fatto che tu sia un appassionato cuoco casalingo che aspira a diventare il prossimo Ina Garten o un reale da asporto. Uno di questi è la spugna da cucina. Tutti devono pulire regolarmente il lavandino e una spugna è necessaria per eseguire tale compito. Tuttavia, non si può negare che l'ambiente umido di quelle spugne costituisce un terreno fertile per i batteri. In effetti, uno studio condotto da scienziati tedeschi ha trovato 362 diverse specie di batteri sulle spugne da cucina, riferisce Blueland.

Certo, puoi usare altri strumenti di pulizia per portare a termine il lavoro, ma se le alternative non ti piacciono tanto quanto le tue amate spugne, non preoccuparti. Esistono diversi modi per pulirli in modo che tu possa sentirti sicuro di sbarazzarti di quei fastidiosi germi. Qui ci sono solo sette modi per mantenere quelle spugne il più prive di germi possibile.

1. Usa un microonde per farlo zapping

NavinTar/Shutterstock

Sai che il tuo microonde può scaldare gli avanzi, ma lo sapevi che il calore elevato può anche aiutare a disinfettare cose come le spugne da cucina? Secondo Good Housekeeping, un modo semplice e veloce per eliminare i batteri che si nascondono nelle spugne è scaldarli nel microonde e lasciare che il calore faccia la sua magia.

La cosa fondamentale da ricordare prima di lanciare la spugna nel microonde è di immergerla e saturarla completamente in acqua. Come spiega Reader's Digest, una spugna asciutta potrebbe potenzialmente prendere fuoco se riscaldata nel microonde, quindi ti consigliamo di assicurarti che ciò non accada. La quantità di tempo nel microonde varia leggermente, ma due minuti sono una buona regola pratica che è ciò che è necessario per le tipiche spugne di cellulosa che la maggior parte di noi ha. Quindi, attendi che le tue spugne riscaldate si raffreddino e potrai riutilizzarle.

2. Mettilo in lavastoviglie

UfaBizPhoto/Shutterstock

Uno dei modi più semplici per incorporare una nuova abitudine nella tua routine è incorporarla in qualche modo in qualcosa che già fai. Per molte famiglie, caricare e scaricare la lavastoviglie è un compito quotidiano. Ecco perché è così conveniente che la lavastoviglie sia anche un ottimo posto per igienizzare le tue spugne, come delinea Cook's Illustrated.

Ogni volta che lanci un carico di piatti, getta anche la spugna sporca. Quando scarichi il lotto di stoviglie, puoi estrarre la spugna igienizzata. Come spiega Better Homes and Gardens, ti consigliamo di eseguire un ambiente asciutto e caldo per pulirlo e il cestello superiore è il posto migliore per posizionare la spugna, tenendola separata da tutti i piatti e bicchieri sporchi mentre viene igienizzata. Come con altri metodi di pulizia, assicurati che la spugna si sia raffreddata prima di ricominciare a usarla.

3. Utilizzare una soluzione di candeggina

Bloomberg/Getty Images

Supponiamo che tu stia cercando una soluzione facile e veloce. In tal caso, un'altra opzione per pulire efficacemente la spugna da cucina è semplicemente immergerla in una miscela di candeggina, come suggerisce Better Homes and Gardens. Bastano pochi minuti e la candeggina è un prodotto per la pulizia potente che può eliminare batteri, virus, muffe o funghi, lasciando le tue spugne perfettamente pulite come quando le hai acquistate per la prima volta.

Tuttavia, non gettare le spugne sporche in un contenitore non diluito di candeggina. Ti consigliamo di prendere circa una tazza di candeggina e mescolarla in 1 gallone d'acqua per creare la tua soluzione. Puoi farlo in qualsiasi tipo di recipiente, ma se il tuo lavandino è pulito, può essere un posto comodo per immergere le spugne. Lascia semplicemente che le spugne si impregnino nella soluzione di candeggina per circa cinque minuti, quindi risciacquale in acqua tiepida e sei pronto per usare di nuovo le spugne igienizzate.

4. Gettalo in lavatrice

Nuova Africa/Shutterstock

Sia che tu stia cercando di pulire le spugne quotidianamente o settimanalmente, trovare modi per incorporare la sanificazione delle spugne nella tua normale routine di pulizia può essere la chiave per garantire che gli utensili da cucina carichi di batteri non vengano trascurati. Un altro modo per incorporare il processo è aggiungerlo alla normale routine di bucato. Come riporta Reader's Digest, puoi gettare la spugna in lavatrice con un detersivo a base di candeggina. Inoltre, ti consigliamo di assicurarti che l'impostazione sia il più calda possibile. Questi due fattori assicureranno che le tue spugne vengano effettivamente igienizzate e non solo che il loro odore venga eliminato.

Sicuramente non vorrai gettare le spugne con i tuoi vestiti o cose del genere, principalmente dal momento che utilizzerai un detersivo a base di candeggina. Invece, considera di aggiungerli al tuo carico di lenzuola bianche, in modo da poter mantenere le tue lenzuola prive di macchie e di un bianco brillante mentre igienizzi contemporaneamente le tue spugne. Chi non ama questo tipo di efficienza?

5. Usa la tua bottiglia di aceto

Punto focale/otturatore

Se non ti senti a tuo agio nell'usare la candeggina per pulire un oggetto che tocca spesso anche i piatti o se non ti piace usare la candeggina, non preoccuparti. C'è un'altra ottima alternativa. L'aceto è un alimento base nell'arsenale di pulizia di molte persone, poiché è incredibilmente versatile e conveniente. Viene in un enorme gallone, costa solo dollari e durerà mesi. E, come spiega Good Housekeeping, è anche un ottimo modo per igienizzare le spugne da cucina, eliminando il 99,6% dei batteri. Può davvero fare tutto.

Per questo trucco per la pulizia, ti consigliamo di versare l'aceto non diluito in un contenitore che sommerga completamente le spugne, quindi lasciarle appendere nel bagno acido per circa cinque minuti. Quindi, sciacquare le spugne per rimuovere l'odore di aceto, versare l'aceto nello scarico e rimettere le spugne appena igienizzate nella rotazione.

6. Aggiungi acqua bollente

Gorlov-KV/Shutterstock

Sei senza candeggina, sei senza aceto e l'idea di gettare quelle spugne sporche accanto alla biancheria in lavatrice o ai piatti in lavastoviglie non ti piace. Va bene, c'è una soluzione che non richiede altro che l'acqua che esce dal rubinetto e un po' di calore.

Come suggerisce l'agenzia assicurativa Stassen, puoi disinfettare le spugne da cucina mettendole in una pentola di acqua bollente, coprendo la pentola per mantenere tutto quel calore e poi facendo bollire le spugne per circa cinque minuti. Funziona allo stesso modo del trucco del microonde. Ma questo potrebbe essere preferibile per coloro che sono un po' nervosi all'idea di mettere le spugne nel microonde o che non ne hanno uno. Quindi, una volta che la spugna è abbastanza fredda da poter essere maneggiata, strizza l'acqua. Mantenere le spugne asciutte è la chiave per tenere a bada i batteri.

7. Sostituisci quella spugna

Gorodenkoff/Shutterstock

Non si può negare che pulire regolarmente le spugne da cucina aiuterà a prevenire che siano cariche di batteri. Anche semplici consigli come strizzare l'acqua in eccesso e lasciarli asciugare completamente tra un uso e l'altro sono fondamentali per la longevità delle tue spugne. Tuttavia, anche se le pulisci diligentemente ogni singolo giorno e fai tutto bene, le spugne da cucina non sono il tipo di strumento di pulizia a cui ti aggrappi per mesi e mesi. Sono pensati per essere smaltiti e frequentemente.

Come suggerisce Martha Stewart, ti consigliamo di sostituire le spugne da cucina ogni due settimane circa, o potenzialmente anche prima se noti qualche odore. The Healthy è d'accordo, dando una finestra di una o due settimane per una spugna prima che debba essere buttata via. Se sostituisci la tua spugna che spesso ti sembra eccessiva, potresti prendere in considerazione le alternative sul mercato. Ci sono molte scelte ecologiche al giorno d'oggi.