Seleziona una pagina

NP27/Shutterstock di Emily Kammerlohr / 21 dicembre 2021 11:44 EDT

Conosciuto per i suoi mobili economici ed eleganti, IKEA è uno dei preferiti sia dagli studenti universitari di tutto il mondo che dai fai-da-te. Per alcuni, IKEA è una casa delle bambole a grandezza naturale e il pomeriggio perfetto sarebbe trascorso esplorando stanze su stanze di idee per l'arredamento, condito da una visita al ristorante interno. Ma per altri, IKEA è un labirinto di articoli per la casa economici che puzza di polpette. E in alcuni casi avrebbero ragione, poiché ci sono alcune cose che non dovresti mai comprare da IKEA.

Non importa cosa pensi dello shopping da IKEA, il superstore svedese vanta molti segreti e ha una visione interessante del consumismo globale. Ha un fondatore eccentrico, pratiche commerciali complesse e un'implementazione globale unica della cultura svedese. Anche se è sicuramente facile commettere errori durante gli acquisti da IKEA, anche se sei il suo più grande fan, c'è ancora così tanto da imparare sulla potenza svedese globale. E sì, quando chiami aziendale, la musica di attesa è decisamente ABBA, secondo il Daily Mail.

Il fondatore Ingvar Kamprad era un miliardario frugale

Chris Jackson/Getty Images

Ingvar Kamprad è stato uno degli uomini più ricchi del mondo per la maggior parte della sua vita adulta. Secondo Celebrity Net Worth, la sua fortuna era di ben 42,5 miliardi di dollari al momento della sua morte nel 2018. Tuttavia, non ha mai vissuto uno stile di vita sontuoso ed è sempre stato attento ai suoi soldi, scegliendo invece di mantenere lo stile di vita della classe operaia della sua infanzia. Invece di indossare abiti costosi, ha scelto di acquistarli con parsimonia (tramite Culture Trip ) ed è stato un fan di continuare a utilizzare gli eccellenti mezzi pubblici svedesi invece di acquistare un'auto costosa per spostarsi. Vivendo in modo frugale, secondo quanto riferito, è stato in grado di mantenere un forte legame con i suoi dipendenti e comprendere meglio le esigenze di coloro che facevano acquisti nei suoi negozi.

In effetti, l'affinità di Kamprad per prendere l'autobus gli è persino costata l'ingresso a una cerimonia di premiazione dell'uomo d'affari dell'anno. In una famosa leggenda metropolitana su Kamprad, scese dall'autobus e si diresse verso l'ingresso dell'evento, tentando di entrare alla cerimonia a piedi senza mezzi di trasporto in vista, ma fu rifiutato alla porta. La sicurezza non credeva che nessuno dei presenti a un evento così importante avrebbe potuto prendere i mezzi pubblici, secondo Lonny.

IKEA ha un sistema di denominazione dei prodotti unico

Adriano/Shutterstock

IKEA è famosa per i suoi nomi di prodotti unici, in realtà esiste un sistema rigoroso per mantenere tutto organizzato. Sebbene ogni articolo sia un vero nome svedese, i prodotti sono raggruppati dopo una parola svedese specifica in base al tipo di articolo che sono, come notato da Insider .

Ad esempio, i mobili per esterni prendono il nome dalle isole scandinave e i tappeti prendono il nome da città della Danimarca o della Svezia. Quindi la gamma di tavoli PPLAR è il nome di un'isola nell'arcipelago a nord di Stoccolma e la gamma LCK proviene da un'area vicino al lago di Vnern, nell'ovest del paese. Infine, il tappeto HALVED, famoso per i suoi colori vivaci e il design audace, prende il nome da Halved, in Danimarca, una piccola città nello Jutland centrale, a circa tre ore di macchina da Copenaghen.

Gli scaffali prendono il nome da occupazioni o nomi maschili (libreria BILLY, qualcuno?), mentre tessuti e tende sono nomi femminili, come HILJA. Quindi, se sei cittadino svedese (o altrove in Scandinavia), condividere un nome con un articolo IKEA deve essere l'obiettivo finale o provenire da una delle città selezionate.

IKEA è in realtà un acronimo

SSKH-Immagini/Shutterstock

Mentre IKEA è famosa per i suoi affascinanti nomi di prodotti, il nome stesso del negozio ha in realtà anche un significato nascosto: è l'acronimo di tutte le cose care al fondatore del rivenditore. Secondo il sito web di IKEA, la "I" è per il suo nome, Ingvar, mentre la "K" è per il suo cognome, Kamprad. "E" sta per Elmtaryd, la sua fattoria d'infanzia, e "A" sta per Agunnaryd, la città più vicina a dove è cresciuto.

Questa presa molto sentimentale consolida ulteriormente Kamprad come un uomo d'affari con i piedi per terra che apprezzava e era collegato alle sue radici di piccola città. È cresciuto nella fattoria della sua famiglia nella provincia svedese di Smland (anche il nome del vivaio IKEA in loco) durante la Grande Depressione, e sfortunatamente IKEA nota che la terra era troppo rocciosa per essere abbondantemente fertile.

Poiché la necessità è la madre dell'invenzione, molte famiglie locali vendevano articoli per la casa fatti in casa o cibo in scatola per evitare la fame. Kamprad ha preso piede da ragazzo e ha iniziato a fare lo stesso, i suoi primi sforzi sono sbocciati nel corso degli anni in un affare da miliardi di dollari.

Le polpette di IKEA hanno un secondo motivo

Ignatius Yovin/Shutterstock

Ti sei mai chiesto come esattamente il pranzo all'IKEA possa essere così economico? Beh, IKEA in realtà perde denaro a mani nude nel suo bar in loco, ma è per una ragione molto intelligente: se un acquirente ha fame, potrebbe correre da IKEA e non fermarsi a guardare tutto perché la sua prima priorità è andarsene per procurarsi il cibo. E poi, se non vengono nutriti presto, fanno proprio questo: lasciano IKEA per trovare cibo.

Ma il superstore svedese ha escogitato un piano per mantenere le persone felici e in negozio più a lungo: dar loro da mangiare, come notato da Better Marketing. IKEA crede che gli acquirenti affamati siano cattivi acquirenti, ma gli acquirenti pieni sono acquirenti felici. E gli acquirenti felici trascorrono più tempo, e quindi più soldi, da IKEA. L'idea generale è che la quantità di denaro che un cliente spende nel magazzino IKEA perché soddisfatto e lucido grazie a un buon pranzo compenserà ampiamente la perdita finanziaria che l'azienda ha subito con le polpette.

Puoi effettivamente comprare una candela profumata di polpette

LNataly/Shutterstock

Le polpette IKEA sono iconiche, anche se l'azienda subisce una perdita. Quindi, per celebrare il decimo anniversario del suo programma di premi (chiamato IKEA Family) nel 2021, IKEA ha rilasciato la candela in edizione speciale per celebrare: una candela profumata a polpette, secondo Food Network. Nel 2020, mentre eravamo tutti in quarantena, il gigante della vendita al dettaglio ha rilasciato la ricetta delle famose polpette in modo che i devoti potessero prepararle a casa (tramite Good News Network). Tuttavia, IKEA ha superato completamente se stessa l'anno successivo quando ha portato l'arredamento per la casa a un livello superiore.

La candela è stata sfortunatamente una versione limitata e non si sa ancora se l'oggetto sarà un dispositivo permanente, ma la sua popolarità tende a sì. Nel frattempo, se non vedi l'ora di metterne le mani su uno, spesso compaiono su Ebay, solo per un po' di più di quanto non venderebbero mai in negozio.

IKEA conduce un'ampia ricerca di mercato

Prachana perizoma/Shutterstock

Dal 2014, IKEA investe ogni anno in un ampio sondaggio sui clienti chiamato "Life at Home" per saperne di più sui consumatori e su come viviamo. Il negozio vuole il magro su come utilizziamo le nostre case e su come vorremmo migliorarle.

Anche se i mobili IKEA sono economici, la ricerca per ottimizzare ogni articolo per massimizzare il suo potenziale di vendita è tutt'altro che economica. Secondo Ingka, IKEA non si limita a condurre sondaggi, ma il team di ricerca del negozio visita persino le case dei clienti selezionati per documentare le loro specifiche disposizioni di vita e le loro esigenze di stile di vita. Design Boom rileva che nel 2017, 22.000 persone in 22 paesi hanno invitato IKEA nelle loro case per vedere come vivono e documentare l'esperienza per ricerche di mercato e il numero continua a crescere.

La visita del team di ricerca informa il design del prodotto IKEA in un modo che nessun'altra ricerca di mercato può fare, poiché le famiglie non possono nascondere nulla durante una visita a casa. I ricercatori sono in grado di vedere lo spazio così com'è, perfettamente imperfetto. Possono capire meglio ciò che i clienti amano delle loro case attuali, come hanno adattato lo spazio alle loro esigenze e come IKEA può stare nel divario tra ciò che già hanno e il loro spazio ideale.

Puoi effettivamente comprare una casa IKEA

Bloomberg/Getty Images

Per i super fan di IKEA, potrebbe non essere sufficiente arredare un'intera casa con mobili e decorazioni IKEA: potrebbero aver bisogno di fare un passo avanti e acquistare un'intera casa IKEA. Anche se può sembrare troppo bello per essere vero, non lo è. Il BoKlock è la risposta di IKEA agli alloggi sostenibili e a basso costo.

IKEA ha collaborato con la società di sviluppo residenziale Skanska per progettare le case in legno. Per evitare problemi di costruzione e mantenere bassi i costi, le case BoKlok sono costruite fuori sede in un ambiente controllato utilizzando metodi di costruzione all'avanguardia e materiali sostenibili. Una volta completate, le case arrivano sul posto e sono pronte per la vendita.

Per acquistare una casa IKEA, devi iscriverti a una lotteria (chiamata ballottaggio, secondo il braccio britannico di Skanska). Ma anche se non vinci, ci sono ancora molti altri premi di cui godere, come carte regalo IKEA, consigli di design IKEA gratuiti e altro ancora. Attualmente ci sono 13.000 case in Svezia, Finlandia, Norvegia e Regno Unito, senza ancora notizie su un'ulteriore espansione, ma l'opportunità di vivere in una di queste potrebbe valere la pena.

I mobili IKEA sono usati nella terapia di coppia

Tommy Alven/Shutterstock

Le indicazioni di IKEA notoriamente non hanno parole; hanno solo immagini degli strumenti necessari e di ogni fase del processo. Poiché IKEA è un rivenditore internazionale, questa misura di riduzione dei costi semplifica la distribuzione di articoli in tutto il mondo senza doversi preoccupare delle traduzioni linguistiche. Ma, sebbene questa tecnica significhi che le indicazioni possono essere facilmente utilizzate in più mercati, rende anche difficile seguirle per molti aspiranti costruttori di mobili, indipendentemente dai tentativi di IKEA di semplificare il processo, secondo Fast Company.

Per questo motivo, i consulenti di coppia spesso assegnano ai loro clienti il ​​compito di costruire insieme mobili IKEA, come notato dal Wall Street Journal. L'esercizio è popolare in quanto può servire ad aumentare la fiducia e le capacità di comunicazione tra i partner mentre lavorano insieme per risolvere il problema in questione. Sebbene IKEA abbia la reputazione di scatenare liti tra le coppie, secondo The Cut , è bene sapere che l'ambiente stesso che può causare angoscia ai partner romantici è anche determinante per dissolverlo. In effetti, IKEA è così fondamentale per riparare le relazioni che a Shanghai, i giovani adulti single spesso visitano il negozio sperando di trovare la loro altra metà (tramite The New Yorker).

L'iconica libreria BILLY è stata disegnata sul retro di un tovagliolo

Scarabea/Shutterstock

La libreria BILLY è di gran lunga il mobile più venduto di IKEA ogni anno ed è facile capire perché con 110 milioni di unità vendute dalla sua introduzione nei primi anni '80, secondo The Times. Ma l'iconico scaffale ha avuto umili origini sul retro di un tovagliolo. Secondo la BBC, l'ispirazione per BILLY ha colpito il designer IKEA Gillis Lundgren mentre era lontano dal suo taccuino, quindi ha rapidamente abbozzato la sua idea sul retro di un tovagliolo vicino, per non dimenticare qualcosa prima di tornare alla sua scrivania e poter disegnalo correttamente.

Lundgren non avrebbe mai potuto immaginare che il suo semplice schizzo sarebbe diventato uno degli oggetti più acquistati nei paesi di tutto il mondo. In effetti, così tante famiglie in così tanti paesi diversi possiedono una libreria BILLY, che Bloomberg usa persino il costo mondiale delle scaffalature per tenere traccia del potere d'acquisto nel Bloomberg Billy Bookcase Index, giustamente chiamato. Nel caso te lo stessi chiedendo, una libreria BILLY costa $ 50 negli Stati Uniti, ma la stessa unità vende per 35 nel Regno Unito (circa $ 46), quindi gli inglesi possono ottenerla un po' meno degli americani.

Un annuncio IKEA è stato il primo spot pubblicitario negli Stati Uniti a presentare una coppia dello stesso sesso

VCL/otturatore

Una pubblicità del 1994 del gigante del fai da te mostrava due uomini che acquistavano insieme un tavolo da pranzo. È stato il primo spot pubblicitario in onda negli Stati Uniti con una coppia gay. Tuttavia, IKEA non stava tentando di assecondare la comunità LGBTQ+ con l'annuncio. In un articolo del Los Angeles Times dell'aprile 1994 (tramite Curbed ), Peter Connolly, all'epoca un portavoce di IKEA, informò il giornale che "Questa è solo una parte della nostra strategia generale per cercare di parlare direttamente a tutti i tipi di clienti".

Lo spot presenta Steve e il suo partner, che sono venuti all'IKEA perché erano pronti per un "tavolo da pranzo serio". La pubblicità celebra l'impegno reciproco della coppia e cementa le loro intenzioni di costruire una vita insieme poiché il tavolo è arrivato con una foglia in più e la coppia osserva che avere una foglia per il tavolo della sala da pranzo indica "stare insieme e impegno".

Gli americani pensavano che i vasi IKEA fossero bicchieri

Alice Rodnova/Shutterstock

IKEA ha aperto il suo primo negozio negli Stati Uniti in un centro commerciale fuori Filadelfia, in Pennsylvania, nel 1985. La gente del posto era entusiasta dell'opportunità di dare finalmente un'occhiata alle eleganti offerte europee di IKEA a un prezzo accessibile, poiché l'inventario era lo stesso di IKEA continentale posizioni.

Ma, come ci ricorda la Spoon University, le porzioni americane sono generalmente molto più grandi di quelle europee. Così, quando i primi clienti americani sono scesi nel negozio, i dipendenti hanno notato qualcosa di strano: i vasi di fiori sembravano volare dagli scaffali. Era giugno (tramite il New York Times), quindi la necessità di vasi di fiori aveva senso per i bouquet estivi, ma non fino a questo punto.

All'inizio era difficile da capire. Tuttavia, a causa dell'ampia ricerca di mercato di IKEA, il team ha presto scoperto il motivo: i clienti presumevano che i vasi di fiori fossero in realtà bicchieri poiché i bicchieri in vendita erano troppo piccoli (secondo la Società di marketing). Così, il rivenditore ha rapidamente adattato la sua gamma di prodotti per adattarla al mercato locale e ha iniziato a vendere bicchieri più grandi.

IKEA riacquisterà i mobili usati non desiderati

Manu Padilla/Shutterstock

IKEA si impegna a diventare un'azienda completamente favorevole al clima entro il 2030, sperando di aprire la strada ad altri rivenditori globali. Nelle stesse parole del negozio, diventare un business positivo per il clima significa che compenserà più emissioni di carbonio ogni anno di quante ne produca. Mentre la maggior parte delle aziende si sta sforzando di diventare carbon neutral, IKEA sta facendo un passo avanti.

Una delle cose più concrete che il rivenditore ha adottato per raggiungere questo obiettivo è la creazione del suo programma pionieristico di riacquisto, che incoraggia un'economia circolare. Un'economia circolare è un sistema economico che si sforza di eliminare rifiuti e inquinamento, far circolare prodotti e materiali e rigenerare la natura, come notato dalla Fondazione Ellen Macarthur. È fondamentalmente il "riutilizzo" nel familiare mantra ridurre, riutilizzare, riciclare.

Il programma di riacquisto di IKEA incoraggia i clienti a "scambiare" i loro vecchi mobili con una carta regalo IKEA del valore di una parte del suo costo originale, invece di inviarla alla discarica alla fine del suo ciclo di vita con loro. Sebbene ciò incoraggi i consumatori a essere più consapevoli dei propri rifiuti, crea anche un'ampia fedeltà al marchio, poiché la ricompensa per la restituzione di un articolo invece di distruggerlo deve essere spesa in negozio. Oltre a diventare clima positivo entro il 2030, IKEA mira a diventare un "business completamente circolare" nello stesso anno (tramite il programma IKEA Buyback).