Seleziona una pagina

BT Szast/Shutterstock di Olivia Tubio / 3 dicembre 2021 11:00 EDT

La maggior parte delle piante sono classificate come annuali o perenni, ma se sei nuovo al giardinaggio, questi potrebbero essere termini non familiari. Per fortuna hai trovato questa guida! Le annuali hanno un ciclo di vita che dura solo una singola stagione di crescita e in genere muoiono quando la temperatura esterna scende sotto lo zero. Le piante perenni, invece, hanno un ciclo di crescita che dura diversi anni. Anche loro svaniscono quando il clima diventa freddo, ma si rianimano ogni primavera dopo la dormienza. Poiché le piante perenni dedicano energia al mantenimento della loro longevità, HGTV spiega che tendono ad avere un periodo di fioritura più breve. Le annuali, in confronto, producono fiori vivaci per l'intera stagione di crescita, dalla primavera fino all'arrivo del gelo in autunno.

Queste sono le principali differenze tra annuali e perenni, ma hanno implicazioni che rendono le piante di ogni categoria più adatte a determinati usi e condizioni. Va notato che queste sono generalizzazioni e ci sono in effetti delle eccezioni, ma questa guida può aiutarti a determinare se dovresti usare piante annuali o perenni nel tuo giardino . Nessuno dei due è veramente migliore dell'altro e insieme possono essere utilizzati per creare una bella visualizzazione di vari colori e trame.

Quali sono le differenze di costo?

Kzenon/Shutterstock

In termini di costi iniziali, le piante perenni sono generalmente più costose delle annuali, secondo The Spruce. Le piante perenni possono essere più difficili da coltivare con successo dai semi rispetto alle annuali, quindi i giardinieri in genere acquistano invece piante di avviamento. Sebbene sia più conveniente, è anche più costoso dei pacchetti di semi o delle piante annuali di avviamento, soprattutto se si considera il costo individuale per pianta. Quando si confrontano su un periodo di tempo più lungo, tuttavia, potresti essere sorpreso di apprendere che le piante perenni hanno diverse caratteristiche che compensano l'investimento iniziale.

Le piante perenni sono definite dalla loro capacità di ricrescere anno dopo anno, il che elimina la necessità di acquistare piante sostitutive ogni primavera. Se guardi avanti e consideri il costo su più stagioni, le piante perenni potrebbero effettivamente essere una scelta più economica. Inoltre, le piante perenni possono essere facilmente propagate dividendo le piante di grandi dimensioni in sezioni più piccole, favorendo il tuo investimento iniziale in pochi anni. Una volta insediate nel loro habitat, le piante perenni richiedono anche meno manutenzione rispetto alle annuali, aumentando il loro valore relativo facendoti risparmiare tempo e manodopera.

Le annuali sono più sicure delle perenni?

Arte Regina M/Shutterstock

In breve, le annuali non sono più sicure delle piante perenni. Sia le piante annuali che quelle perenni possono essere velenose e causare danni se toccate o ingerite. Secondo Gardening Know How, ci sono alcuni indicatori visivi che potrebbero indicare tossicità; piante a forma di campana, linfa biancastra, foglie lucide e bacche sconosciute sono tutte caratteristiche a cui prestare attenzione e da cui proteggersi quando si ha a che fare con una specie sconosciuta.

Sfortunatamente, affidarsi a questo metodo da solo non è sufficiente, poiché può essere difficile determinare alcuni tratti e non ci sono indicatori facili che coprano tutte le specie vegetali. In aggiunta alla confusione, ci sono alcune piante che non sono tossiche per l'uomo, ma possono essere dannose per gli animali domestici. Il modo migliore per proteggere te stesso e i tuoi cari è autoeducare e mantenere la vigilanza quando ti godi la vita all'aria aperta. Ci sono una serie di risorse affidabili online o stampate che descrivono in dettaglio le piante velenose che potresti incontrare nella tua regione geografica.

Per fortuna, ci sono molte specie non tossiche sia annuali che perenni che sono sicure per il divertimento di tutti. Se cerchi piante perenni, prova rose, balsamo d'api o nasturzi. Alcuni annuali non tossici includono bocche di leone, zinnie e impatiens, secondo Flowers and Farming.

Quando scegliere le piante perenni

Marketing multimediale/Shutterstock

Le piante perenni sono più comunemente utilizzate per la copertura del suolo rispetto alle piante annuali di breve durata, poiché la loro ricorrenza annuale aiuta a costruire un paesaggio lussureggiante che migliorerà continuamente. Le piante perenni sono anche una scelta migliore se si punta a piante di grandi dimensioni, poiché la loro crescita è semplicemente interrotta dal freddo e può riprendere quando le temperature aumentano in primavera. Questa strategia richiede più pazienza e pianificazione a lungo termine, ma per molti giardinieri vale la pena aspettare.

Le piante perenni sono anche un'ottima scelta se sei interessato a contribuire al maggiore habitat locale. Le piante perenni forniscono consistenza di anno in anno che può aiutare ad attrarre impollinatori e altra fauna locale, secondo Garden Design. Molte piante perenni possono effettivamente essere trovate selvatiche nelle aree in cui sono originarie e le loro condizioni climatiche ideali le aiuteranno a prosperare anche nel tuo giardino. Una volta stabilite, molte piante perenni richiedono meno manutenzione e meno annaffiature rispetto alle piante annuali più esigenti. Ciò è particolarmente vantaggioso per i giardinieri che lavorano in regioni sensibili alla siccità. Le piante perenni possono anche proteggere le aree sensibili all'erosione del suolo, poiché le loro radici che continuano ad approfondirsi e diffondersi ogni anno, aiutano ad aerare il terreno e forniscono la struttura per tenerlo in posizione.

Quando scegliere le annuali

GranTotufo/Shutterstock

Mentre i vantaggi delle piante perenni possono essere più evidenti, le annuali hanno i loro vantaggi pratici. A causa dei loro costi iniziali inferiori, le annuali sono più appropriate per le applicazioni in una sola stagione, come il riempimento di scatole per finestre o contenitori di ingresso. Le annuali possono anche essere una scelta migliore se ti trovi in ​​una situazione abitativa a breve termine, in cui i benefici a lungo termine delle perenni andrebbero persi. Se hai appena iniziato a fare giardinaggio o ti sei trasferito in una nuova area, considera di iniziare con piante annuali per avere un'idea del clima e delle condizioni del suolo con meno impegno e investimento. Le annuali sono ottime anche per i giardinieri che desiderano sperimentare in modo creativo o cambiare schemi ogni anno.

Più che solo decorative, le annuali possono anche risolvere problemi comuni. Nel trambusto dell'inverno che sposta la primavera, i progetti di giardinaggio possono facilmente cadere nel dimenticatoio. Secondo Florgeous, non c'è da preoccuparsi, poiché molti tipi di annuali possono essere piantati più tardi in primavera e anche in estate. I giardinieri esperti sanno, tuttavia, che anche piantare in tempo può causare delusioni. Se la tua semina ha meno successo di quanto inizialmente previsto, o se desideri semplicemente più colore, aggiungi annuali per riempire o ravvivare le cose a metà stagione.