Seleziona una pagina

Shustikova Inessa/Shutterstock di Savannah Sher / 2 febbraio 2022 14:28 EDT

Le pentole in ghisa smaltata sono un'utile aggiunta all'arsenale da cucina di qualsiasi cuoco casalingo grazie alla loro versatilità e durata. Può essere utilizzato per qualsiasi cosa, dalla preparazione di zuppe e stufati sul piano cottura alla cottura del pane e alla brasatura della carne nel forno per ore, secondo Wirecutter. La ghisa smaltata è la scelta migliore per il mantenimento del calore, grazie alla sua capacità di mantenere una temperatura costante per un lungo periodo di tempo. La finitura liscia dello smalto assicura che il cibo non si attacchi.

Discutendo dei suoi pezzi preferiti di attrezzatura da cucina, la chef Nigella Lawson ha detto a Food & Wine: "Ho una predilezione particolare per le pentole in ghisa smaltata Le Creuset. Non solo conducono il calore così bene, ma sembrano anche ottenere più sapore dal cibo." In termini di come lo usa, dice: "Io cucino molto lentamente nel mio e per quanto bruciati sembrino all'interno, un po' a mollo nel lavandino e si puliscono facilmente". Sia i professionisti che i dilettanti possono sfruttare appieno le pentole in ghisa smaltata. In questo articolo, esploreremo tutto ciò che devi sapere su questa graffetta di pentole, incluso come si confronta con la ghisa nuda, per cosa usarla, come pulirla e mantenerla e quanto gli acquirenti dovrebbero aspettarsi di spendere.

Cos'è la ghisa smaltata?

Arina P Habich/Shutterstock

Le pentole in ghisa sono state utilizzate per secoli per riscaldare e preparare il cibo. La ghisa può sopportare temperature incredibilmente elevate e può essere utilizzata su fiamme libere o in un focolare. Questo stile di pentole è molto amato dagli chef di tutto il mondo ed è diventato una presenza costante anche nelle cucine domestiche. La ghisa nuda, tuttavia, presenta alcuni inconvenienti. È notoriamente difficile da curare, può arrugginire e gli utenti devono mantenere il condimento che si accumula sulla superficie.

In poche parole, la ghisa smaltata è una ghisa che è stata rivestita con uno strato di smalto, secondo Uno Casa. Questo rivestimento protegge l'anima in ghisa dalla ruggine nel tempo se esposta all'umidità. Può anche essere indicato come smalto porcellanato o ghisa porcellanata. Il rivestimento smaltato può essere infuso con pigmenti che creano un esterno colorato, rendendo questi pezzi disponibili in un arcobaleno di colori che sembrano accattivanti su un piano cottura o su una mensola della cucina. Mentre, in molti modi, lo smalto protegge la ghisa, è anche vulnerabile alla scheggiatura e può potenzialmente rompersi se lasciata cadere.

Uno degli stili più popolari di pentole in ghisa smaltata è il forno olandese. I forni olandesi hanno la forma di grandi pentole e possono essere utilizzati per varie applicazioni di cottura. Vedrai anche ghisa smaltata utilizzata per padelle, pentole, bollitori, casseruole e altro ancora.

Ghisa normale o smaltata

Bruce Peter/Shutterstock

Questi due stili di pentole sono entrambi popolari e condividono alcune somiglianze, ma hanno vantaggi e svantaggi diversi, secondo il Washington Post. Entrambi i tipi di pentole possono sopportare temperature estremamente elevate e sono quindi sicuri da usare sia sul piano cottura che nel forno. Tuttavia, la ghisa smaltata si riscalda un po' più lentamente rispetto alla ghisa tradizionale, secondo David Green, che lavora per la School of Engineering & Applied Science dell'Università della Virginia come professore associato di scienza dei materiali, chimica e ingegneria meccanica. Tuttavia, distribuisce il calore in modo più uniforme e mantiene il calore in modo più coerente. Questo rende la ghisa smaltata perfetta per la cottura lenta e la brasatura a temperature più basse.

In termini di manutenzione, la ghisa smaltata è più facile da curare perché i cuochi casalinghi non devono preoccuparsi di danneggiare il condimento ricercato che si trova nelle pentole di ghisa nuda. I pezzi smaltati non creano un condimento e quindi non hanno le stesse qualità antiaderenti che vedresti nelle tradizionali padelle in ghisa. La ghisa di base è, tuttavia, reattiva con alcuni ingredienti come i pomodori e altre sostanze acide, quindi non è l'ideale per cucinare piatti come le salse a base di pomodoro.

Un vantaggio della ghisa nuda è il prezzo. I pezzi senza rivestimento smaltato tendono ad essere molto più convenienti, anche se è ancora possibile trovare pezzi in ghisa smaltata a un prezzo ragionevole se stai lontano dai grandi nomi del settore come Le Creuset.

Come scegliere un forno olandese

Regina Foster/Shutterstock

I forni olandesi sono uno degli stili più popolari di pentole in ghisa smaltata e per una buona ragione. Sono cavalli da lavoro da cucina che possono fare quasi tutto e sono un'ottima aggiunta a qualsiasi casa. Inoltre, poiché possono passare dal piano cottura al forno, sono incredibilmente utili per un'ampia varietà di ricette.

Una delle principali decisioni che gli acquirenti devono prendere riguarda le dimensioni. La dimensione di un forno olandese è misurata dalla sua capacità totale in quarti. Secondo Wirecutter, un forno olandese da 5 a 6 quarti è perfetto per le famiglie con due o quattro persone. Tuttavia, coloro che cucinano spesso per una folla dovrebbero prendere in considerazione un'opzione più grande con una capacità compresa tra 7 e 13 quarti. È importante notare che i forni olandesi più grandi possono diventare piuttosto pesanti, soprattutto quando sono pieni.

I forni olandesi hanno tipicamente una di due forme: rotonda e ovale. I forni olandesi rotondi sono la scelta migliore per la maggior parte delle persone perché si adattano a bruciatori di gamma standard. I forni olandesi di forma ovale, tuttavia, hanno il vantaggio di poter contenere un taglio di carne più lungo come un cosciotto d'agnello o un filetto. Dal momento che non si adattano bene alla maggior parte dei bruciatori, sono più utili nel forno che sul piano cottura.

La maggior parte dei forni olandesi in ghisa smaltata ha interni chiari che rendono facile monitorare il cibo che stai cucinando e il colore delle salse. Sebbene alcuni modelli offrano interni scuri, in genere non sono consigliati perché i cuochi perdono la capacità di vedere chiaramente il colore del contenuto della pentola. Cerca un forno olandese con un coperchio aderente che consenta comunque la fuoriuscita del vapore durante la cottura.

A cosa servono le pentole in ghisa smaltata?

Jana Eviakova/Shutterstock

Quando si tratta di cucinare con pentole in ghisa smaltata, le possibilità sono praticamente infinite, secondo Home Cook World. Puoi usare la tua ghisa smaltata per rosolare la carne, proprio come con la ghisa nuda. Perfezioni rapidamente il salmerino su bistecche, braciole di maiale, petti di pollo e filetti di pesce. Puoi anche brasare la carne usando questo utensile da cucina. Iniziare sul fornello a rosolare la carne e poi trasferirla direttamente al forno per arrostire lentamente o brasare.

I forni olandesi sono perfetti per preparare zuppe, stufati e peperoncino perché trattengono il calore, consentendo agli utenti di cucinare a bassa temperatura per un lungo periodo di tempo. Il fatto che la ghisa smaltata sia resistente al forno e mantenga una temperatura costante la rende un ottimo strumento per cuocere il pane, che può aiutare a ridurre il numero di pentole e gadget che ingombrano gli armadi e lo spazio sul bancone.

Potrebbe non essere affascinante, ma una pentola in ghisa smaltata funziona altrettanto bene per far bollire l'acqua come una pentola in acciaio inossidabile, anche se potrebbe richiedere un po' più di tempo. Ma una delle cose migliori della cottura con la ghisa con rivestimento smaltato è che puoi cucinare in sicurezza cibi acidi, cosa che non puoi fare con la ghisa nuda. Consente ai cuochi di utilizzare questo stile di pentole per creare salse di pomodoro, sughi di carne all'italiana e altre ricette che contengono un'elevata quantità di ingredienti acidi.

Come pulire e mantenere le pentole in ghisa smaltata

Arina P Habich/Shutterstock

Uno dei vantaggi delle pentole in ghisa smaltata è che sono relativamente facili da pulire. Lodge, uno dei principali produttori del settore, consiglia alcuni semplici passaggi per la pulizia e la manutenzione. Tecnicamente parlando, la ghisa smaltata è lavabile in lavastoviglie, ma Lodge suggerisce di lavare i pezzi a mano poiché è più delicato e prolungherà il più possibile la durata dei pezzi.

Il primo passo è lasciare raffreddare completamente le pentole prima di iniziare il processo di pulizia. Quindi, usando acqua tiepida e sapone, lava le pentole con una spazzola di nylon. È meglio evitare prodotti per la pulizia a base di agrumi sulla ghisa smaltata perché potrebbero erodere la superficie lucida dello smalto, anche se in realtà non avranno un impatto negativo sulle prestazioni del pezzo. Evitare l'uso di raschietti o spazzole metalliche sulla superficie della ghisa smaltata perché potrebbero scheggiare o graffiare il materiale. Gli scrubber in nylon, tuttavia, sono sicuri da usare per le macchie appiccicose difficili. Una volta terminato il processo di pulizia, lasciare asciugare completamente il pezzo prima di riporlo.

In termini di conservazione, è meglio evitare di impilare pezzi di ghisa smaltata e Lodge consiglia di utilizzare delle protezioni per pentole tra il coperchio e la pentola per evitare che si graffino a vicenda. Un ulteriore consiglio importante è che gli utenti dovrebbero sempre sollevare i loro pezzi in ghisa smaltata quando li spostano su un piano cottura per evitare di graffiare inavvertitamente i piani cottura in vetro o ceramica.

Quanto costano le pentole in ghisa smaltata?

Erin Cadigan/Shutterstock

Secondo Kitchn, i prezzi dei forni olandesi variano da circa $ 50 per alcuni dei marchi più convenienti a oltre $ 300 per i migliori marchi come Le Creuset. Oven Spot stima che un forno olandese da 5,5 quarti costerà tra $ 90 e $ 360. Poiché si tratta di un investimento che dovrebbe durare molti anni, gli esperti consigliano di cercare un'opzione che abbia una buona reputazione. Alcuni dei migliori marchi sul mercato includono Lodge, Le Creuset, Staub, Lagostina, Cuisinart e Tramontina.

I pezzi standard in ghisa smaltata sono caratterizzati da un unico strato di smalto che ricopre l'anima in ghisa. Marchi di fascia alta come Staub e Le Creuset, tuttavia, presentano tre strati di smalto su tutti i loro pezzi, che li rendono più resistenti e meno soggetti a scheggiature. Quando scegli un prodotto, cerca modelli classificati come sicuri da usare in un forno a 450 o 500 gradi poiché alcuni pezzi di qualità inferiore hanno soglie di calore leggermente inferiori.

Uno dei fattori che hanno in comune la ghisa e la ghisa smaltata è che possono durare per generazioni e raccogliere pezzi di seconda mano in un mercatino delle pulci o in una vendita immobiliare è il modo perfetto per fare un buon affare. In conclusione, una cucina ben fornita avrà pezzi sia in ghisa nuda che in ghisa smaltata.