Seleziona una pagina

nito/Shutterstock Di Lucy Clark / 8 giugno 2022 8:12 EDT

Anche se può sembrare un compito abbastanza semplice, l'acquisto di un nuovo materasso può essere una scelta opprimente e difficile da fare. Scegliere la taglia ideale può essere abbastanza semplice, ma altri dettagli come compattezza, materiale e trucco possono essere più difficili da distinguere. In generale, dovresti sostituire il materasso ogni sei-otto anni, consiglia Sleep Foundation. Il tempo non è l'unico fattore coinvolto nella qualità di un materasso, però. Se ti svegli dolorante o intontito, il tuo materasso si sta ammaccando, le tue allergie stanno peggiorando o ci sono strappi, macchie o altre fonti di danni, potrebbe essere il momento di iniziare a cercare un nuovo materasso.

Un nuovo materasso non solo ti aiuterà a dormire meglio, ma può anche prevenire che semplici problemi, come mal di collo o schiena, si trasformino in qualcosa di più grave, o semplici allergie si trasformino in un attacco d'asma. Quindi, quali sono le differenze tra i tipi di materasso? Ogni materasso ha le sue caratteristiche individuali in termini di spessore, dimensioni, materiale e compattezza. Tuttavia, uno dei fattori principali da tenere in considerazione è se si desidera un materasso a molle o in memory foam.

In che cosa differisce la composizione?

FotoDuetti/Shutterstock

Quando si tratta di materassi in memory foam rispetto ai materassi a molle, la differenza più grande non è necessariamente visibile. Piuttosto, la principale differenza sta nel trucco e nella composizione del prodotto. Come suggeriscono i nomi, i materassi a molle hanno molle interne integrate nel corpo, mentre i materassi in memory foam sono realizzati interamente in schiuma. Il memory foam è costituito da un poliuretano viscoelastico, o a bassa resistenza, che reagisce alla pressione, al calore e al trasferimento di energia per contorcersi alla forma del tuo corpo, tornando alla sua forma originale solo una volta che il peso è completamente scomparso. Mentre i materassi a molle, d'altra parte, rimbalzano quando ti sposti o allevi il peso, spiega Sleep Foundation.

I materassi a molle hanno all'interno bobine di metallo compresso che aiutano a fornire comfort e spessore senza essere ammaccati o deformati. Secondo Slumber Search , i materassi a molle più vecchi hanno molle interconnesse tutte all'interno di un telaio, il che può causare qualche disagio, soprattutto quando il materasso invecchia e si consuma. I nuovi modelli, tuttavia, hanno bobine tascabili individuali, che consentono di adattare la pressione alla distribuzione e al movimento del peso. Molti nuovi materassi a spirale sono progettati per offrire il meglio di entrambi i mondi e hanno un'imbottitura in memory foam sulla parte superiore.

Quali sono le differenze di costo?

BearFotos/Shutterstock

Il prezzo dei materassi sia a molle che in memory foam è abbastanza variabile. Fattori come dimensioni, materiale, spessore, qualità e marchio hanno tutti un impatto importante sul prezzo complessivo. Detto questo, la tecnologia del memory foam è molto più avanzata delle molle, rendendo il memory foam un po' più costoso nel complesso. Un materasso a molle di base può partire da $ 150. I modelli di fascia media possono costare circa $ 700 per una taglia Queen, osserva Mattress Firm , mentre i materassi a molle di lusso hanno un prezzo molto più alto, con un'opzione king-size che costa quasi $ 1.400.

Anche i materassi in memory foam hanno una gamma di prezzi, ma iniziano un po' più costosi. Un materasso in memory foam di dimensioni standard di base costa circa $ 260, mentre le opzioni di migliore qualità aumenteranno a ben oltre $ 1000. I materassi in memory foam di fascia alta tendono ad essere un ibrido con bobine singole o doppie e possono costare $ 2.800 o più, secondo il rivenditore di biancheria da letto Casper.

Quali sono le differenze di odore?

M-Produzione/Shutterstock

L'odore del materasso probabilmente non è una preoccupazione ovvia, e se stai acquistando un materasso a molle, non dovrebbe esserlo. I materassi in schiuma, tuttavia, sono noti per emanare un odore pungente, simile al gas. I materassi IKEA, ad esempio, sono noti per l'odore sgradevole ad essi associato, avverte Budget Friendly Furnishing.

Anche se questo non è il caso di tutti i materassi in memory foam, tendono ad avere un odore molto chimico appena uscito dalla confezione. Ciò è dovuto ai composti organici volatili, o COV, che si trovano nel poliuretano utilizzato per realizzare il memory foam. Sleep Foundation osserva che tutti i materassi in memory foam hanno COV, ma diventano odorosi se esposti all'aria. Anche i cosiddetti materassi verdi hanno COV, anche se tendono ad averne meno e, a loro volta, producono meno odore. L'odore può causare irritazioni temporanee agli occhi, al naso e alla gola, quindi, se puoi, prova ad aprire il materasso in una stanza con la finestra aperta o con un ventilatore per far uscire l'aria. Per fortuna, l'odore tende a scomparire in poche ore o al massimo in pochi giorni.

Pro e contro dei materassi a molle

Vladimir Nenezic/Shutterstock

Quando decidi quale materasso è giusto per te, dovresti considerare attentamente i vantaggi e gli svantaggi di ciascun modello e soppesarli con le tue preferenze. Nessuno dei due è perfetto, ma uno potrebbe essere migliore per te personalmente. Uno dei principali vantaggi dei materassi a molle è la manovrabilità. Come sottolinea Furniture Fair, i materassi a molle non si muovono con il tuo corpo come fa il memory foam. Questo rende molto più facile muoversi intorno al tuo letto. I materassi a molle sono anche migliori per le persone che dormono sulla schiena e tendono ad essere più freschi dei materassi in memory foam in estate (sebbene esista una schiuma gel rinfrescante).

Tuttavia, i materassi a molle non sono privi di difetti. Per uno, sono fatti di più bobine di metallo e, sebbene i modelli moderni siano molto più durevoli, possono comunque rompersi. Una bobina rotta può essere un grosso problema su cui dormire e probabilmente dovrai sostituire del tutto il materasso. Inoltre non sono morbidi come memory foam e possono essere un po' rigidi.

Pro e contro dei materassi in memory foam

Andrey_Popov/Shutterstock

Anche i materassi in memory foam hanno una serie unica di vantaggi e svantaggi. Per prima cosa, molte persone trovano il memory foam più confortevole, specialmente coloro che amano i livelli più bassi di fermezza. Secondo Nature's Sleep, la memory foam può aiutare a sostenere le persone con dolori articolari poiché il materasso risponde al peso corporeo e al calore. Sono anche ottimi per le persone con problemi respiratori, sia in termini di resistenza alla polvere che per facilitare la respirazione durante il sonno. Infine, il memory foam non ha bisogno di essere capovolto o girato.

Per quanto riguarda i contro, i materassi in memory foam tendono ad essere più costosi, anche per quelli di qualità inferiore. Tendono anche a trattenere il calore mentre viene assorbito dal tuo corpo, il che può essere scomodo per alcuni. Per coloro che preferiscono condizioni di sonno super solide, i materassi in memory foam a volte possono sembrare un po' più morbidi di quanto vorrebbero in termini di supporto, rendendoli una scelta sbagliata per chi ha problemi alla schiena.

Durata e manutenzione

BOKEH STOCK/Shutterstock

I materassi non sono costruiti per durare per sempre, ma sapere come prendersi cura e mantenere correttamente il tuo materasso può mantenerlo funzionale più a lungo. Secondo Sleep Foundation, i materassi a molle tendono a durare in media solo sei anni, mentre i materassi in memory foam possono durare fino a sette anni. Il modo migliore per prolungare la longevità del tuo materasso è girarlo, capovolgerlo e pulirlo regolarmente. Ruotare il materasso aiuta a indossarlo in modo uniforme anziché in una sola area. Si consiglia di ruotare sia i materassi a molle che quelli in memory foam da una a due volte all'anno, osserva Sleep Foundation. Un buon indicatore è se noti che il tuo letto sta cedendo in un punto particolare.

Anche pulire il materasso alcune volte all'anno può aiutare in modo significativo ad aumentarne la durata. Cambiare le lenzuola settimanalmente aiuterà, ma una volta ogni sei mesi dovresti pulire a fondo il tuo materasso. Oggi consiglia di farlo spruzzando leggermente il materasso con aceto bianco. Quando sarà completamente asciutto, cospargeteci sopra un po' di bicarbonato di sodio e lasciatelo riposare per un po' per farlo assorbire dalla superficie. Aspira il lievito e rifai il letto, come di consueto.

Uso consigliato di ciascuno

Pixel-Shot/Shutterstock

Quando si tratta di scegliere tra un materasso a molle o in memory foam, non esiste una risposta giusta o sbagliata. Con i modelli più recenti realizzati per essere il più comodi e durevoli possibile, la differenza di qualità è piuttosto minima. Un ottimo modo per decidere quale è quello giusto per te è determinare come dormi. Furniture Fair afferma che le traversine posteriori tenderanno a preferire i materassi a molle, che offrono un po' più di supporto per la parte bassa della schiena, mentre le traversine laterali apprezzeranno probabilmente il modo in cui i materassi in memory foam si adattano al loro corpo e lo stesso può essere applicato alle persone con articolazioni questioni.

I materassi in memory foam tendono ad essere più caldi, anche se sul mercato ci sono molti materassi in schiuma gel rinfrescante. Se sei particolarmente sensibile agli odori, i materassi in memory foam potrebbero non essere la scelta migliore, tuttavia, se hai allergie, in particolare alla polvere, un materasso in memory foam ipoallergenico di alta qualità è probabilmente una delle migliori opzioni.