Seleziona una pagina

FotoHelin/Shutterstock di Becca Lewis / 21 giugno 2022 14:52 EDT

Il minimalismo non è per tutti e passare più tempo a casa significa stimolare il nostro cervello con più motivi, consistenza e colore. Insomma, più roba. Secondo Living Ect , la nuova tendenza legata al massimalismo audace e esagerata è il cluttercore. A differenza del massimalismo, il cluttercore non si limita necessariamente a temi o a un'attenta modifica. Piuttosto, cluttercore cerca di celebrare le buone emozioni che le nostre cose possono portare. Fondamentalmente ti incoraggia a riempire una stanza con i pezzi che adori, indipendentemente dal fatto che corrispondano. "Non smettere mai di cercare, cedi sempre alla tua curiosità e se ami qualcosa, portala a casa. Questo è invariabilmente un metodo più lento per trovare ciò di cui hai bisogno, ma una volta che lo avrai, lo amerai per sempre", il designer Matthew Williamson ha detto alla pubblicazione.

Mentre il massimalismo usa colori e forme audaci per evocare una certa sensazione, cluttercore vuole che tu provi tutte le sensazioni gioiose che puoi tutte in una volta. Cluttercore utilizza un esuberante overflow di oggetti per creare un'atmosfera confortevole e casalinga, mentre il massimalismo utilizza livelli specifici per riunire una dichiarazione coerente (tramite The Boston Globe).

Il massimalismo intende addomesticare la nostra personalità in uno stile coerente e riconoscibile, ma cluttercore vuole liberare le parti selvagge e giubilanti di tutti noi in una cacofonia organizzata. Alcuni dicono che questa tendenza offre un'esperienza simile a quella di un affollato negozio di antiquariato. Ecco come differiscono i due concetti.

Le loro raccolte differiscono nella modifica

Claudio Lavenia/Getty Images

Per chi ama il collezionismo, il massimalismo è lo stile che permette di sfoggiare le proprie cose belle. Tuttavia, le stanze massimaliste richiedono collezioni curate, mentre gli spazi cluttercore incoraggiano un'allegra miscuglio di oggetti che sembrano disposti senza troppa precauzione. Mentre le collezioni massimaliste sono accuratamente modificate, adattate e abbinate per creare un piacevole equilibrio nella stanza, le collezioni cluttercore ti incoraggiano a trovare tutti i pezzi che il tuo cuore desidera, per poi mostrarli con abbandono nello spazio. Uno è pre-programmato e l'altro è più spontaneo.

Visualizzare con successo una collezione secondo gli standard massimalisti richiederebbe di tracciare accuratamente ogni oggetto della tua collezione su carta, ritagliare le forme e fissarle con nastro adesivo in modo da poter visualizzare la tua collezione nello spazio in cui intendi mostrarla (tramite Hadley Court). Ma il cluttercore richiede più fantasia e spontaneità per l'esposizione di oggetti preziosi.

Uno segue le regole di progettazione, l'altro no

Ann Haritonenko/Shutterstock

La stratificazione con decorazioni massimaliste richiede l'adesione a uno stile, una combinazione di colori e una forma particolari. Robin Baron Design raccomanda che un design massimalista abbia bisogno di una struttura per trasmettere il giusto stato d'animo e l'aspetto; l'editing è il modo per raggiungere questo obiettivo. Seguire le regole di progettazione di base che regolano l'equilibrio e i modelli sono tutti segni distintivi di un buon design massimalista.

Cluttercore, tuttavia, è tutto incentrato sull'infrangere le regole. La struttura lascia il posto all'emozione e il rigoroso equilibrio lascia il posto a un'idea più malleabile. Mentre cluttercore dovrebbe essere organizzato, non si ferma alle linee pulite o allo spazio. Piuttosto abbraccia un po' di caos in senso decorativo per evidenziare il meglio delle nostre cose. Non ci sono regole di progettazione. Non sorprenderai un appassionato di cluttercore che riorganizza spietatamente una stanza in modo che i colori corrispondano, l'occhio ha un posto dove riposare e gli stili di design si fondono insieme. È altrettanto probabile che si scontreranno in stile vittoriano con l'art déco se è quello che il loro istinto gli dice di fare.

Cluttercore si concentra sulla nostalgia e il massimalismo si concentra sul design

ProximaCentauri1/Shutterstock

Mentre il massimalismo è un cenno al colore, alla consistenza e alla forma, cluttercore si crogiola nella felicità di tenere a portata di mano le cose che ami e mantenere gli occhi pieni del gioioso guazzabuglio che crea. Secondo Architectural Digest, cluttercore è progettato per evocare bei ricordi, nostalgia e comfort. Come farlo meglio che con collezioni che ci ricordano i bei tempi? Cluttercore è una risposta forte e stimolante per la memoria al minimalismo. "Adoro guardare le persone abbracciare le cose che amano e sentirsi senza vergogna per esternarle e mostrarle a tutti gli altri", ha detto alla pubblicazione Marianne Eloise, autrice di "Obsessive, Intrusive, Magical Thinking". "Quando qualcuno entra in casa mia, ha anche una finestra su chi sono e cosa mi piace. Questo è spesso vulnerabile e un po' rabbrividire quando devo spiegare al ragazzo che monta le persiane perché ho così tante tazze di Hello Kitty addosso lo scaffale, ma io sono libero."

Mentre il massimalismo è spesso considerato l'esatto opposto del minimalismo, il cluttercore ha rotto la scala. I metodi di progettazione convenzionali oi confini tradizionali non definiscono il cluttercore. Non si tratta solo di tenere le cose in giro, ma di mostrare con orgoglio e senza scusarsi le cose solo per divertimento.

Hanno storie diverse

ElRoce/Shutterstock

Cluttercore e massimalismo provengono da un luogo simile e possono essere ricondotti alle precedenti tendenze del design nella storia. Sebbene il cluttercore sia un'invenzione moderna, la sensibilità del massimalismo è vista in periodi diversi come una reazione al minimalismo e ha radici negli anni '50 e '70, afferma Artist.com. La sperimentazione con colore, consistenza e forma che sperimentiamo oggi può essere fatta risalire a quei decenni.

Spesso, gli eventi del mondo esterno influenzano l'interior design, non solo in modo pratico, ma anche emotivo. Il massimalismo e il disordine sono risposte agli eventi attuali proprio come lo erano le loro controparti storiche. Il precedente movimento massimalista nel design si è verificato negli anni '50, segnalando una transizione dall'austerità in tempo di guerra verso una prospettiva più speranzosa (tramite Sonya Winner Design). D'altra parte, la pandemia ha ispirato il cluttercore a mettersi in primo piano. "Le persone stanno adottando questo approccio auto-fasciante, in particolare ora", ha detto alla BBC Jennifer Howard, autrice di "Clutter: An Untidy History". "Vogliamo sentirci al sicuro, vogliamo sentirci a nostro agio, vogliamo sentirci protetti e ci prendiamo cura delle cose che possono agire come un bozzolo letterale".

Il massimalismo abbraccia i temi e il cluttercore no

Sheila Say/Shutterstock

Mentre cluttercore mette in mostra tutta la tua vita, il massimalismo comunica attraverso un tema. Essere in grado di collegare il tripudio di colori e forme a volte presenti in un design massimalista con un tema comune fa parte di ciò che rende unico il massimalismo dal cluttercore. Secondo Audenza, per mantenere il tuo design massimalista in carreggiata, dovrai disegnare tutti i tuoi elementi di design insieme con un filo. Questa tecnica può essere ottenuta modificando, valutando il tuo spazio e nascondendo gli extra per mantenere il tuo aspetto generale pulito e vibrante.

Cluttercore, invece, punta sul tema della felicità. Cluttercore è l'espressione di tanti fili, costituiti da tutti gli oggetti meravigliosi che ti fanno sentire meglio. I limiti esistono solo nella misura in cui puoi estendere lo spazio sugli scaffali. Ecco perché troverai le tazze Hello Kitty accanto alla porcellana fine in una casa disordinata.

Il massimalismo ha radici nell'arte moderna

Avesun/Shutterstock

Il termine massimalismo è stato coniato negli anni '70 e, come la nostra attuale tendenza di decorazione d'interni, era una reazione all'arte minimalista. L'Institute of Contemporary Art/Boston fa risalire le radici del massimalismo a una risposta al modernismo e al minimalismo prevalenti all'epoca. Il minimalismo ha agito come un'esibizione di ricchezza, ma il massimalismo ha cercato di riportarci al lato umano del bisogno di raccogliere e creare.

Nasce dal movimento artistico Pattern and Decoration e gli artisti che lo hanno creato sono stati ispirati da molte culture, mezzi e discipline. Ha cercato di mettere in discussione le nostre tradizioni, norme e presupposti artistici e aprire uno spazio creativo per una forma di espressione più completa. La curatrice Jenelle Porter ha detto a Vice che le opere d'arte chiedevano: "Perché tutto viene spogliato? La decorazione e gli ornamenti sono molto umani". Stai attingendo a quel bisogno umano di arte e creatività quando giochi con un'estetica massimalista.

Cluttercore si ispira ai vittoriani

Natalia Zhekova/Shutterstock

Cluttercore può probabilmente far risalire le sue origini all'era vittoriana. A quel tempo, la produzione di massa era un fenomeno nuovo e la cospicua esposizione di ciondoli, ciondoli e cianfrusaglie era un modo per la classe più ricca di mettere in mostra la sua posizione sociale, secondo Decommunity. Ma c'era di più oltre a mostrare ciondoli. Non solo una gabbia di vetro piena di palline diceva ai tuoi ospiti che avevi soldi da spendere per cose frivole, ma implicava anche che avevi uno staff per spolverare tutti quei numerosi e disordinati possedimenti (tramite Inverse). Questa estetica può essere vista in ciò che attualmente chiamiamo cluttercore, sebbene la motivazione sia più quella di comunicare un senso di appartenenza e compagnia che di ricchezza.

Piuttosto che cercare di impressionare i tuoi ospiti con quanti soldi hai speso per le tue collezioni, stai invece cercando di invitarli nella tua testa e mettere in mostra tutti i tuoi interessi e hobby. È un'offerta per la connessione tanto quanto è una preferenza di arredamento.

Cluttercore potrebbe influenzare la salute mentale più del massimalismo

Roman Samborskyi/Shutterstock

Ad essere onesti, ci sono alcune buone ragioni che le persone potrebbero avere per non accettare la tendenza del cluttercore. Anche se non c'è modo di tracciare un confine tra la vita disordinata e quella ordinata, ci sono alcune prove che troppo disordine può danneggiare la tua salute mentale. Se il tuo disordine non è ben organizzato, o se fuoriesce dai limiti degli scaffali e delle superfici espositive, può rendere difficili le attività pratiche e portare a una disorganizzazione generale. Secondo Very Well Mind, un disordine eccessivo può influire sul tuo benessere fisico ed emotivo e influenzare la tua vita sociale.

Se sbarazzarsi delle cose diventa un problema serio, non è più una moda del design. È un disturbo che necessita di cure mediche. È anche vero che alcune persone non riescono a concentrarsi se il loro spazio è disordinato. Conoscere te stesso e le tue preferenze ti aiuterà a scegliere lo stile di design migliore per te. Il massimalismo e il disordine hanno i loro svantaggi, quindi se ami una scrivania pulita e un singolo oggetto d'arredo sobrio, queste tendenze potrebbero non fare per te.

Il massimalismo può usare il colore e la consistenza per creare un ambiente rilassante

Prostock-studio/Shutterstock

Mantenere forme morbide e lisce e trame delicate e invitanti al centro di un design massimalista evocherà comfort e intimità. Cluttercore può essere accogliente in un modo meno specifico, mentre il massimalismo usa i suoi punti di forza in strati e abbellimenti per creare un ambiente rilassante. Ad esempio, secondo Veranda, se vuoi mantenere tranquilla la tua camera da letto, invece di aggiungere colori fortemente contrastanti, puoi utilizzare una trama a strati su tessuto e mobili per creare un'estetica massimalista.

Il massimalismo utilizza spesso motivi diversi e stampe non corrispondenti come parte del suo aspetto generale. Attenersi a forme arrotondate e linee morbide sono altri modi per ottenere una quantità massima di strati senza rendere uno spazio eccessivamente stimolante. Biancheria da letto, lampadari, carta da parati e trattamenti per finestre possono utilizzare la trama per creare un senso generale di calma. Questi elementi combinati con motivi dai toni tenui possono celebrare l'eccesso massimalista senza tenerti sveglio la notte.

La psicologia del colore

OneWellStudio/Shutterstock

Mescolare i colori in modi diversi ti farà provare emozioni diverse. La psicologia del colore è uno strumento che gli interior designer utilizzano quando cercano di creare una sensazione per una stanza. Sia gli stili di design massimalismo che cluttercore utilizzano il contrasto e il colore audace come elementi di design. Capire come queste combinazioni di colori possono influenzare il tuo umore o stato d'animo è importante quando scegli la vernice, il tessuto e il pavimento. L'esperto di design massimalista Tom Faulkner adotta un approccio poetico al colore, tenendo presente il contrasto e i colori complementari. Cluttercore è incentrato sull'infrangere tutte le regole, anche quelle sulla tradizionale psicologia del colore (tramite Metro).

Secondo The Art Career Project, diversi colori possono essere usati per tirare fuori emozioni diverse. Ad esempio, i colori più caldi come il rosso, l'arancione e il giallo possono causare eccitazione, ma a volte anche rabbia. Il verde può essere riposante per gli occhi e anche per la mente ed è un buon colore per dormire. Il blu è considerato solido e affidabile, mentre il viola può trasmettere romanticismo e dramma. Assicurati di avere un controllo sulle sensazioni che i tuoi colori possono causare ti darà un'idea migliore di ciò che funzionerà nel tuo spazio.

Spazi polivalenti

Zuzana Gogova/Getty Images

Ci sono alcune ragioni pratiche per cui il cluttercore si è fatto strada in questo momento. Sempre più persone usano le loro case per lavoro, esercizio, spazio creativo, intrattenimento e comunicazione video remota. Tenere le cose pronte è difficile quando nessuno va lontano per fare qualcosa. YourHomeStyle suggerisce di dedicarsi a un hobby per far ripartire il tuo arredamento disordinato e, poiché molti di noi lo hanno fatto di recente, si adatta perfettamente. Poiché le nostre vite sociali sono state influenzate, anche alcuni dei nostri gusti sono stati influenzati.

I nostri spazi abitativi sono diventati più di un semplice luogo di riposo, afferma Connections di Finsa. Ora sono le nostre principali fonti di divertimento. Avere una buona sensazione mentre prendiamo il nostro spazio dal divano ora sembra più importante per le persone rispetto a un paio di anni fa, quindi la nostra estetica del design si sta adattando mentre anche noi ci adattiamo. Oltre ad aver bisogno di un posto per tutti gli elementi della nostra vita che improvvisamente hanno iniziato a manifestarsi nelle nostre case, abbiamo anche bisogno di un senso di comfort e piacere che si presti più facilmente al design cluttercore. Dal momento che il massimalismo enfatizza un'aderenza più rigorosa ai temi e alle tavolozze di colori, non è proprio l'estetica libera e vissuta che incarna il cluttercore.

Forma su funzione

Brizmaker/Shutterstock

Uno dei motivi per cui il massimalismo e il cluttercore stanno prendendo piede in questi giorni potrebbe essere che la forma conta più della funzione. Invece di interni spogli e utilitaristici, sia il massimalismo che il disordine si concentrano sull'esperienza visiva di una stanza, non solo sul suo uso. Il massimalismo può essere di molti colori e trame, ma la funzione potrebbe essere il secondo posto in cui formare. I tessuti lussureggianti sono probabilmente più difficili da tenere puliti, ma sono semplicemente così invitanti. Così tanti soprammobili potrebbero essere più difficili da spolverare, ma hanno un bell'aspetto. Livspace ci dice di tenere a mente i nostri desideri estetici quando scegliamo il nostro arredamento e non di concentrarci solo sulle nostre esigenze pratiche. Mentre una cucina dovrebbe avere un posto dove mettere i tuoi piatti, perché gli armadietti non possono essere smaltati a specchio? Aggiungere la personalizzazione alle tue necessità pratiche può permetterti di praticare il massimalismo senza rinunciare troppo all'aspetto funzionale del tuo spazio.

Cluttercore esamina il dibattito tra forma e funzione e risponde con una risposta "la forma è funzione". Le nostre cose e il comfort che creano sono tanto necessarie quanto un tavolo e sedie. Nutrire l'anima conservando e mostrando le cose che ci ispirano è la funzione che cluttercore cerca. Con il minimalismo che sembra irraggiungibile per molti a causa dell'assalto di cose in cui siamo costantemente immersi, cluttercore è una risposta pratica (tramite The Conversation).