Seleziona una pagina

Pajor Pawel/Shutterstock di Mikayla Uber / 9 dicembre 2021 10:31 EDT

Nel corso della storia umana, la fede cattolica ha ispirato magnifiche opere d'arte, letteratura e tesori architettonici. I luoghi di culto della fede sono noti per la loro particolare stravaganza, spesso fungendo da oasi di bellezza e pace. Sebbene ci siano chiese cattoliche in tutto il mondo, solo pochi eletti hanno ricevuto l'onore e il privilegio del titolo di basilica. Secondo La Basilica di San Pietro e San Paolo, le chiese sono chiamate basiliche dal papa per il loro valore di luoghi di culto storici e significativi. Spesso questi edifici hanno straordinarie caratteristiche artistiche o architettoniche e sono associati a un santo importante.

Indipendentemente dalle tue opinioni religiose, ci sono molte ragioni per visitare grandiose basiliche antiche. Milioni di persone viaggiano in tutto il mondo per ammirare queste incredibili strutture, rendere omaggio e trovare la serenità. Qui stiamo contando alla rovescia le basiliche più belle del mondo da tutto il mondo.

La Basilica di San Pietro è annoverata tra gli edifici più grandiosi del mondo

silverfox999/Shutterstock

Questo elenco non sarebbe completo senza la Basilica di San Pietro nella Città del Vaticano. Le parole non bastano per descrivere l'esperienza di visitare questo sito mozzafiato, che è spesso considerato l'esempio più importante di architettura rinascimentale. L'interno di questo sacro santuario cattolico è come uno scrigno del tesoro, che vanta la cupola più alta del mondo e numerosi capolavori. Entrando, gli occhi sono attratti da numerose opere d'arte, in particolare la Pietà di Michelangelo, la statua di San Longino e la cattedrale in bronzo di San Pietro.

La costruzione dell'attuale basilica iniziò nel 1506 e fu completata oltre cento anni dopo, nel 1615. Nella sua progettazione furono coinvolti alcuni dei più famosi artisti e architetti dell'epoca, tra cui Michelangelo, Bramante e Raffaello. Tuttavia, la storia del sito risale al 4° secolo, quando l'imperatore Costantino decise di costruire una basilica, secondo Lonely Planet. L'imperatore volle commemorare l'ultima dimora di San Pietro Apostolo, primo papa secondo la tradizione. Questo luogo santo è stato un luogo di pellegrinaggio per tutto il Medioevo e continua ad essere un luogo di grande importanza per i membri della fede cattolica, così come per gli amanti dell'arte, gli storici e gli appassionati di cultura di ogni estrazione religiosa.

La Sagrada Familia è ancora in costruzione

TTstudio/Shutterstock

Una straordinaria impresa del genio architettonico, La Sagrada Familia è considerata il capolavoro dell'architetto Antoni Gaudi. Mentre Gaudi morì nel 1926 mentre la chiesa era terminata solo al 25% circa, la sua visione aprì la strada alla struttura innovativa ed espressiva, secondo il sito ufficiale della Sagrada Familia. La Sagrada Familia è una combinazione di revival gotico, Art Nouveau e lo stile moderno di Gaudì. All'interno ci sono molti elementi legati al mondo naturale. I due pilastri interni sono modellati su alberi e sostenuti da una tartaruga e una tartaruga, che dovrebbero rappresentare la terra e il mare. Inoltre, animali di cemento possono essere trovati sparsi nei dintorni dell'edificio.

Sebbene la Sagrada Familia sia ancora in costruzione e abbia già impiegato più tempo per essere completata rispetto alle Piramidi egizie, l'edificio è già designato patrimonio mondiale dell'UNESCO e basilica da Papa Benedetto XVI. Non a caso, la struttura mozzafiato è uno dei siti più visitati al mondo. Questa è una buona notizia, dal momento che il progetto di costruzione in corso è finanziato interamente dalle donazioni dei visitatori.

La Basilica di San Marco è soprannominata "Chiesa d'Oro"

kavalenkava/Shutterstock

La splendida Basilica di San Marco è in cima alla lista per la maggior parte delle persone che visitano Venezia, e per una buona ragione. Questa grandiosa cattedrale bizantina attira l'attenzione dal suo trespolo in Piazza San Marco, la piazza centrale principale della città. Originariamente costruita nell'829, la prima basilica in piedi in questo sito fu bruciata nel 926 come parte di una rivolta politica, per Britannica. L'attuale basilica fu completata nel 1071 e presenta una fantastica gamma di dettagli intricati, opere architettoniche e tesori artistici. L'esterno dell'edificio presenta mosaici dorati raffiguranti la vita di Gesù ed è sormontato da cinque cupole. Sopra la finestra centrale campeggia un leone alato, simbolo ufficiale di Venezia.

All'interno della basilica c'è una quantità sbalorditiva di oro (forse perché è soprannominata "Chiesa d'Oro") e di arte cristiana. L'edificio è disposto a croce greca, con ciascun braccio diviso in tre navate. Le spoglie di San Marco attualmente giacciono protette all'interno della basilica, ma la storia di come giunsero a Venezia è unica nel suo genere. Nell'828 le reliquie furono conservate presso il santuario di San Marco ad Alessandra, in Egitto. Quando il governatore dichiarò la sua intenzione di distruggere il santuario e utilizzare il suo marmo come materiale da costruzione, i mercanti veneziani escogitarono un piano per rapire le reliquie ad Alessandria. Nascondendo le reliquie del santo in un contenitore di carne di maiale, sono stati in grado di sorvolare i funzionari della città che non hanno nemmeno dato loro una seconda occhiata.

La Basilica di San Tommaso è una visione in bianco

Henning Marquardt/Shutterstock

Costruita sui resti del suo omonimo Tommaso Apostolo, la Basilica di San Tommaso è un sito di importanza religiosa e culturale duratura. San Tommaso arrivò per la prima volta in India nel 52 d.C. e si guadagnò rapidamente la reputazione di avere poteri curativi. Dalla conduzione di battesimi all'esecuzione di miracoli, a San Tommaso è in gran parte attribuito il fatto di aver portato il cristianesimo in India ed è ora conosciuto come il Santo Patrono dell'India. Situata a Chennai, in India, la basilica risale al XVI secolo quando gli esploratori portoghesi progettarono e costruirono la struttura. Secondo Culture Trip, l'edificio fu infine ricostruito nel XIX secolo dai colonizzatori britannici e designato come basilica minore nel 1956 da Papa Pio XII.

I visitatori della basilica possono sperimentare bellissime vetrate e spazi interni rilassanti, insieme a un museo che mostra l'impronta digitale di San Tommaso e altri manufatti. Poiché non è lontano dall'oceano, il suono delle onde è spesso udibile dall'interno della basilica.

La Basilica di Notre-Dame di Montral è progettata per ispirare meraviglia

Felix Lipov/Shutterstock

Indipendentemente dalla propria fede, entrare nella Basilica di Notre-Dame di Montral è un'esperienza religiosa. Questa chiesa in stile neogotico mozzafiato è illuminata con tutti i colori dell'arcobaleno e presenta un imponente organo, vetrate colorate e opere d'arte in foglia d'oro. Dal soffitto ai banchi, ogni centimetro è progettato per ispirare meraviglia. Le due torri sono modellate su Notre-Dame-de-Paris e le statue di San Giuseppe, della Vergine Maria e di San Giovanni Battista fanno la guardia all'ingresso.

La storia della chiesa non è meno impressionante. Quando Montreal fu fondata per la prima volta nel 1642, fu costruita una modesta chiesa in pietra per onorare la Vergine Maria, secondo Culture Trip . Una chiesa più elaborata in stile barocco alla fine la sostituì nel 1672. Tuttavia, con l'aumento della popolazione di Montreal, la città richiedeva una chiesa più grande negli anni '20 dell'Ottocento. Progettata per ospitare circa 8.000 parrocchiani, l'attuale basilica è un grande spazio di ritrovo per commemorare la storia religiosa di Montreal. La chiesa funge da principale luogo di culto della città e spazio per eventi per concerti internazionali e spettacoli musicali.

La Basilica di Santo Stefano è la chiesa più sacra dell'Ungheria

Mistervlad/Shutterstock

Mentre alcune delle migliori viste di Budapest possono essere trovate salendo 300 gradini fino alla cupola della Basilica di Santo Stefano, ci sono state alcune sfide legate al completamento di questa magnifica struttura neoclassica. Nel 1868 la cupola crollò addirittura in caso di maltempo a causa di difetti nelle pietre donate e di scarsa fattura. La costruzione ha dovuto essere sospesa per oltre un anno in modo che i detriti e i pezzi danneggiati potessero essere rimossi. Alla fine il processo di costruzione riprese e la basilica fu terminata nel 1905, secondo Lonely Planet.

Questa famosa basilica cattolica contiene molti tesori, inclusi oggetti ecclesiastici e la mano mummificata di Santo Stefano. Conosciuto come il Santo Dexter, si ritiene che questa mano abbia un potere straordinario e da secoli i pellegrini viaggiano per vedere questa reliquia di persona. Santo Stefano non è solo il patrono della chiesa, ma anche il fondatore dello stato ungherese.

La Basilica Cattedrale di San Francesco d'Assisi onora il primo santo cattolico nativo americano

Sopotnicki/Shutterstock

Per un momento di pace, entra nella Basilica Cattedrale di San Francesco d'Assisi, accomodati su un banco e immergiti nella quiete serena. Questa storica cattedrale del New Mexico è stata costruita tra il 1869 e il 1886 da Jean-Baptiste Lamy attorno alla piccola chiesa di mattoni esistente della città. Con la costruzione di una chiesa romanica più grande, Lamy sperava di distinguere i cattolici dello stato da quelli del sud del Messico. Mentre le due torri della chiesa dovrebbero essere incoronate con guglie snelle, Lamy presto superò il budget e non riuscì a realizzare la sua grandiosa visione, secondo Hatchette Book Group.

Tuttavia, gli interni della basilica non sono meno magnifici. Dalle vetrate raffiguranti apostoli francesi al fonte battesimale e ai dipinti a olio dell'artista del sud-ovest Miguel Cabrera, ci sono molti luoghi degni di nota. Uno degli aspetti più singolari della cattedrale è il mix di cultura indigena e icone religiose portate dall'Europa. All'esterno, una scultura della prima santa cattolica nativa americana, Kateri Tekakwitha, si trova di fronte all'ingresso dell'edificio.

La Basilica del Sacro Cuore è un simbolo di Parigi

Delpixel/Shutterstock

Non importa dove ti trovi a Parigi, è probabile che il Sacr-Coeur sia visibile dal suo trespolo in cima alla Butte de Montmartre. Fin dall'inizio dei tempi, questa collina è stata un luogo sacro per i fedeli. Nel 19° secolo, la costruzione del Sacr-Coeur ha continuato la lunga tradizione. La chiesa fu costruita dopo che la Francia fu sconfitta dalla Germania in guerra. Credendo che i problemi della Francia fossero causati da ragioni spirituali, Alexandre Legentil e Hubert Rohault de Fleury decisero di costruire una chiesa dedicata al Sacro Cuore di Gesù in segno di penitenza e buona fede. Dopo l'approvazione dei piani, si è tenuto un concorso pubblico per scegliere i migliori piani di progettazione. Vinse l'architetto Paul Abadie e nel 1875 iniziò la costruzione della basilica romano-bizantina. Secondo il sito web Sacr-Coeur, l'edificio trae ispirazione dalla Basilica di San Marco a Venezia.

Oggi, il bellissimo edificio è un simbolo di Parigi e milioni di visitatori accorrono qui ogni anno. All'interno ci sono vetrate, opere d'arte a mosaico e un maestoso organo. Salire i 222 gradini fino alla cima della cupola rivela viste impressionanti su tutta Parigi e sulla campagna circostante.

La Basilica di Nostra Signora degli Angeli è immersa nella leggenda locale

milosk50/Shutterstock

Secondo la leggenda locale, la Basilica di Nostra Signora degli Angeli è ispirata da una bambina che scoprì in città una statua della Vergine Maria che sorregge Gesù. Dopo aver trovato la statua seduta su una roccia, la portò a casa. Tuttavia, la statua è scomparsa quando si è svegliata al mattino. Tornò sui suoi passi, solo per scoprire che la statua era di nuovo sulla roccia originale. Quindi, la ragazza ha portato la statua al suo prete locale che ha provato a chiuderla a chiave. La mattina dopo, la statua era di nuovo sulla roccia. La basilica è costruita in questo esatto sito a Cartago, in Costa Rica, e la statua della Vergine Maria ora riposa all'interno di una scatola d'oro.

Originariamente costruita nel 1639, la chiesa è stata poi recuperata e ricostruita dopo aver subito gravi danni da terremoto. L'attuale basilica è in realtà la terza versione. Secondo Britannica, è una destinazione popolare per i pellegrinaggi e oltre 2,5 milioni di persone fanno il viaggio ogni anno.

La Basilica dell'Agonia custodisce il substrato roccioso dove si crede che Gesù abbia pregato

Victor Jiang/Shutterstock

La splendida Basilica dell'Agonia segna il luogo in cui si crede che Gesù abbia trascorso la notte prima del suo arresto e crocifissione, pregando con angoscia nel Giardino del Getsemani. Situata vicino alla base del Monte degli Ulivi a Gerusalemme, la chiesa fu costruita nel 1924 per onorare e custodire il substrato roccioso su cui sedeva Gesù, secondo il Ministero degli Affari Esteri israeliano. L'attuale edificio poggia sulle fondamenta di due antichi templi, a testimonianza della sacralità del sito.

Molti paesi hanno contribuito a finanziare la costruzione della chiesa, che è anche conosciuta come la Chiesa di tutte le nazioni. Per commemorare le loro donazioni, i simboli di 12 nazioni, tra cui Argentina, Brasile, Canada, Francia, Messico e Stati Uniti, decorano l'interno delle cupole del tetto. Al piano terra, parti del pavimento musivo originale della chiesa bizantina del IV secolo sono accuratamente conservate sotto vetro. Se senti un'atmosfera cupa e dolorosa all'interno, non è un caso. L'architetto Antonio Barluzzi ha appositamente progettato interni scuri per far sembrare la notte dell'agonia all'interno della basilica.

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore incombe sullo skyline di Firenze

Rasto SK/Shutterstock

Sede di statue di fama mondiale, pasta appetitosa e alcune delle più antiche gelaterie del mondo, la città di Firenze non ha carenza di panorami, suoni e sapori impressionanti. Eppure, sopra di esse si erge la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, nota ai locali come il Duomo. La più grande cupola in muratura del mondo, questa meraviglia architettonica costituisce il centro dello splendido skyline di Firenze. Ci sono voluti oltre 140 anni per completare, secondo Culture Trip , forse perché non c'era tecnologia disponibile per costruire la cupola quando la costruzione iniziò nel 1296.

Dopo il completamento della basilica, fu dedicata alla Vergine del Fiore in omaggio al giglio, simbolo di Firenze. Il grande edificio gotico è ricoperto da motivi decorativi in ​​marmo rosa, bianco e verde, mentre l'interno è relativamente semplice. Le caratteristiche degne di nota includono i pavimenti a mosaico, un orologio funzionante risalente al 1443 e una serie di splendidi affreschi disegnati da Giorgio Vasari.

La Basilica dei Santi Pietro e Paolo sorge a 58 metri nel cielo

BSG_1974/Shutterstock

In una città dai suggestivi gioielli architettonici, la Basilica dei Santi Pietro e Paolo riesce a farsi vedere e ascoltare. Ogni ora, i rintocchi delle campane dell'imponente chiesa risuonano nell'incantevole quartiere Vyehrad di Praga. Con un'altezza di 58 metri nel cielo, le caratteristiche torri gemelle esistono dal 1903, quando fu completata la costruzione della versione più recente della chiesa. Tuttavia, una chiesa è eretta su questo sito molto prima del loro arrivo.

Il tempio originale fu costruito nel 1070 dal re ceco Vratislav II come basilica romanica a tre navate. Dopo che un incendio danneggiò l'edificio nel 1249 fu ristrutturato e trasformato in una chiesa in stile gotico. Nel corso degli anni, l'edificio ha ricevuto molte più ristrutturazioni e cambiamenti di stile (tra cui rinascimentale e barocco) prima di stabilirsi sull'attuale design neogotico dell'architetto Josef Mocker, per Vyehrad . Gli interni sono davvero uno spettacolo da vedere, con vivaci affreschi in stile art nouveau di una varietà di famosi artisti cechi.

La Basilica della Madre di Dio di Montserrat è circondata da montagne mistiche

fr_Kosma/Shutterstock

Le mistiche montagne di Montserrat hanno ispirato poeti, artisti e adoratori per generazioni. Non c'è da stupirsi che il poeta catalano Verdaguer abbia pensato che "gli angeli tagliarono quelle colline" per costruire una casa reale per la Vergine Maria. Dall'XI secolo, questo aspro ambiente naturale è stato sede di un monastero benedettino. L'attuale comunità è composta da 80 monaci benedettini che dedicano la loro vita alla preghiera, alla riflessione e al servizio.

Mentre il monastero originale è scomparso, i visitatori possono ancora vedere i resti di una chiesa del 12° secolo e l'attuale abbazia del 16° secolo. Nel 1881 papa Leone XIII fece della chiesa una basilica. Oggi, questo simbolo religioso della Catalogna è riconosciuto per la venerata scultura lignea della Vergine di Montserrat, conosciuta come la Madonna Nera, e l'Escolana, uno dei cori di ragazzi più antichi d'Europa. Secondo la guida turistica Montserrat, i visitatori tradizionalmente rendono omaggio toccando o baciando la mano della Vergine mentre si tende la mano opposta a Gesù.