Seleziona una pagina

Prasenjit Kar/Shutterstock di Jenny Lynch / 9 maggio 2022 8:28 EDT

La regina Emma è una varietà di giglio Crinum, scientificamente noto come Crinum augustum. Molte cose crescono in grande ai tropici e, secondo il Chicago Botanic Garden, questi nativi del sud-est asiatico non sono diversi: i loro bulbi da soli possono pesare fino a 20 libbre. a testa. Spesso chiamati gigli ragno giganti, i fiori riccamente profumati della regina Emma hanno lunghi petali filanti di colore bianco e rosa violaceo che esplodono a forma di stella. Alcuni fiori hanno anche sfumature più rossastre. Il nome Queen Emma è una dedica all'ex sovrano delle Isole Hawaii, che era popolare tra il grande pubblico a causa della sua natura umanitaria. Era anche un'amante delle piante.

Il fogliame del Crinum augustum è grande e audace quanto le vistose fioriture stesse. Ogni foglia di smeraldo e viola può crescere fino a una lunghezza di 36 pollici, con l'intera pianta che raggiunge un'altezza di circa 5 piedi e 3 piedi intorno. Sono veramente esotici e le loro origini tropicali significano che sono resistenti solo nelle zone di temperatura USDA 8 e superiori. Nelle regioni più fresche di quelle zone fioriranno dalla primavera all'estate. Nelle zone più calde, invece, possono fiorire costantemente tutto l'anno.

Come usare il giglio della regina Emma in un giardino

Peter Etchells/Shutterstock

Non c'è dubbio che un Crinum augustum illuminerà qualsiasi giardino o paesaggio del cortile in cui è collocato. L'esoticità della pianta le conferisce un aspetto selvaggio e, poiché ha una moderata tolleranza al sale, è comunemente usata nelle zone costiere. Le accattivanti fioriture del giglio della regina Emma possono essere trovate in tutto il sud della Florida, dai campus aziendali alle case suburbane e ai paesaggi dei complessi condominiali. Una singola pianta rigogliosa dovrebbe essere abbastanza grande da creare una dichiarazione. Puoi anche piantarne alcuni insieme se hai lo spazio.

Quando lavori queste piante mastodontiche nel tuo giardino, la Guida alle piante della Florida del sud consiglia di lasciare circa 4 piedi tra gli individui per più piantagioni. Tieni il tuo giglio a 5 piedi di distanza da eventuali arbusti vicini che crescono particolarmente grandi e non dimenticare di lasciare molto spazio tra una piantagione di bulbi e una struttura come un garage o il muro di una casa. Una volta cresciute, le tue piante inizialmente piccole occuperanno un raggio di qualche metro, probabilmente di più. Scava anche le buche arretrate dai marciapiedi per assicurarti che non rivendichino il percorso nel tempo. Per un design meno selvaggio e più strutturato, allinea un vialetto con i contenitori più grandi che puoi trovare e pianta un singolo giglio Queen Emma in ciascuno.

Come coltivare un giglio della regina Emma

ageka/Shutterstock

I gigli Queen Emma Crinum possono essere coltivati ​​per seme o propagati per divisione quando compaiono i cuccioli. I cuccioli sono le propaggini che crescono dalla zolla, o bulbo nel caso dei gigli, attraverso la riproduzione asessuata. Quindi, come i bambini, cresceranno fino a diventare piante completamente nuove da sole. Iniziare dal seme è inaffidabile e richiede tempo, ma la divisione è più rapida e molto più semplice, quindi è il metodo di riferimento per la maggior parte dei coltivatori.

Gardening Know How consiglia di attendere il periodo di crescita più lento su una determinata pianta per avviare il processo di divisione e farlo solo quando è veramente necessario. Assicurati che le tue tosatrici siano pulite e affilate, indossa dei guanti e sarai pronto per metterti al lavoro. La prima cosa che farai è estrarre l'intero bulbo dal suo buco. Potrebbe essere necessario utilizzare una cazzuola o una vanga. Sii gentile. Raschia tutto il terreno che puoi senza disturbare le radici. Quindi stacca un gambo dal bulbo e rimetti la tua pianta originale nel suo vaso coperto di terra. Potrebbe essere necessario utilizzare le frese se i gambi sono difficili da staccare. L'obiettivo è quello di ottenere steli con il proprio bulbo con radici. Questi saranno piantati in vasi singoli o in una parte diversa del cortile. Possono volerci fino a tre anni per vedere i fiori sulle tue nuove piante.

Come prendersi cura di un giglio della regina Emma

Andrei Medvedev/Shutterstock

Il giglio della regina Emma non ha intenzione di rinunciare alla sua vita sulla terra per un tocco di siccità o mancanza di attenzione. Tuttavia, i suoi requisiti di luce e umidità sono elevati, soprattutto mentre crescono attivamente. Ciò rende necessarie sia l'irrigazione frequente che l'esposizione completa al sole. Il terreno fradicio è un no per la maggior parte delle piante, ma a loro piace il loro terreno umido. Epic Gardening suggerisce persino di piantarli vicino a uno stagno o ad altri giochi d'acqua. Cresceranno praticamente ovunque purché siano forniti di una fonte d'acqua affidabile.

Se non sei sicuro della salute dei nutrienti del terreno naturale nel tuo giardino, aggiungi pacciame e compost per aumentare la fertilità e favorire la ritenzione idrica. Il fertilizzante granulare a lenta cessione aggiunto una volta per stagione (tranne in inverno) aiuterà a mantenere le piante ben nutrite e in fiore. I Crinum augustum in vaso hanno bisogno di molto spazio per i loro grandi bulbi e sistemi di radici profonde, quindi assicurati di scegliere sempre un grande contenitore per loro.

In generale, non dovresti aver bisogno di potare un giglio della regina Emma oltre a rimuovere i fiori morti. I lunghi steli dei gigli sono chiamati scapi e ognuno può produrre 20 fiori. Se vuoi ridurre le dimensioni della tua pianta, aspetta che lo scapo abbia finito di fiorire, quindi taglialo fino al collo del bulbo dove esce dal terreno. Lo scape successivo scatterà dallo stesso punto e puoi ripetere il processo secondo necessità.

Varietà di gigli della regina Emma

matkub2499/Shutterstock

Il genere Crinum contiene 130 specie di giglio, molti dei quali ibridi più robusti con una forma più simile a una tromba. In tutta la regione meridionale degli Stati Uniti, dove sono più popolari grazie alle zone di temperatura appropriate e sono stati coltivati ​​per generazioni, i gigli Crinum sono apprezzati per la loro incredibile robustezza e generale avversione alla morte e alla morte. Tanto che un orticoltore del Texas orientale di nome Greg Grant li chiama dannatamente eterni a causa delle storie di loro che sono spuntati fuori dal terreno dopo ripetuti bagni di pesticidi e persino stati investiti dai tosaerba. Per Southern Living, questi fiori sono colloquialmente chiamati gigli di campagna caldi nel sud. Li vedrai allineare i vialetti delle fattorie nei toni del rosso, del rosa, del viola e del bianco.

Ci sono alcune altre opzioni simili tra cui scegliere quando si tratta della forma a stella del più delicato giglio Queen Emma.

  • Il giglio gigante o Crinum asiaticum è l'alternativa più comune alla regina Emma, ​​per Gardenia. I suoi fiori sono tutti bianchi e il fogliame manca di sfumature violacee. Nel complesso, la pianta tende ad essere leggermente più compatta.
  • Il Crinum procerum var. splendens (nella foto sopra) è una splendida variazione a strisce fucsia del giglio della regina Emma, ​​note di Dave's Garden. Questo fiore tende a sbocciare in autunno e preferisce il pieno sole, l'umidità extra e un tocco tenero. Funziona bene anche vicino a giochi d'acqua come un laghetto da giardino o un ruscello, ma per favore, niente tosaerba!

Il giglio della regina Emma è tossico?

Phillip B. Espinasse/Shutterstock

Un geco di polvere d'oro, visto sopra, può sentirsi al sicuro sdraiato tutto il giorno appollaiato su un giglio della regina Emma, ​​ma che dire degli animali domestici e dei bambini? La risposta non è così semplice come potremmo sperare. Secondo la Food and Drug Association, tutti i gigli sono pericolosi, in particolare per i gatti, per i quali le sue tossine possono causare insufficienza renale, anche se il vero veleno rimane non identificato. Più confusione arriva quando diamo un'occhiata più da vicino alla classificazione. Le specie del genere Crinum sono spesso chiamate gigli, anche se tecnicamente non sono veri gigli. Tuttavia, quelli appartenenti al genere Lilium sono considerati letali se consumati dai felini. Quindi, se i Crinum non sono veri e propri gigli, questo li rende sicuri?

Purtroppo uno dei soprannomi meno conosciuti del Crinum augustum è bulbo velenoso, derivante dalla convinzione che la pianta sia tossica e il bulbo sia la parte più velenosa. Mentre mangiare qualsiasi parte della pianta può causare sintomi lievi nell'uomo e nel cane, i gatti e l'insufficienza renale sono ancora una volta le principali preoccupazioni. Detto questo, Pet Poison Hotline non include Crinum augustum nella sua lista di piante altamente tossiche. Neanche l'ASPCA. Dove andiamo da qui? Alla fine della giornata, è noto che la maggior parte dei gatti mastica le piante. È un dato di fatto e potrebbe essere l'unico motivo per cui hai bisogno di tenere questi ragazzi fuori da casa tua e forse anche fuori dal tuo giardino

Come rinvasare il tuo giglio Queen Emma

Pixel-Shot/Shutterstock

I gigli Crinum hanno bulbi enormi che occupano un bel po' di spazio sotto il suolo. Quando è il momento di rinvasare, è anche probabile che sia il momento di staccare alcuni steli per la propagazione per divisione. È possibile che una volta rimossi alcuni di questi steli, troverai molto spazio rimasto nel tuo contenitore per rinvasare semplicemente l'originale nello stesso punto. È importante cogliere questa opportunità per rinfrescare il terreno prima di farlo. Quando ti trovi, ricorda che quei bulbi possono pesare fino a 20 libbre. Impiega un paio di mani in più se hai difficoltà a rimuoverlo da solo e indossa i guanti per evitare potenziali irritazioni della pelle.

Organic Gardening offre un video tutorial sul suo canale YouTube per rimuovere delicatamente il terreno compatto che circonda le radici e il bulbo. Inizia scavando l'intera pianta, quindi raccogli o scrolla via il terreno residuo prima di dividere i gambi. Svuota il contenitore del vecchio terreno carente di nutrienti e riempilo con una nuova miscela, compreso il compost e altra materia organica. Potresti anche voler aggiungere quel fertilizzante granulare se il tempismo è appropriato. Infine, lascia abbastanza spazio per il bulbo originale, coprilo con altro terriccio, annaffia abbondantemente e mettilo da parte. I cuccioli di derivazione che hai rimosso sono ora pronti per le loro nuove case. Ripeti il ​​processo sopra per ognuno in una singola pentola.

Il fiore chiamato per una regina

Immagini del patrimonio/Immagini Getty

Sebbene non sia una specie autoctona delle Hawaii, il Crinum augustum prende il nome dalla principessa Emma Kalanikaumakaamano Kaleleonlani Naea Rooke. Divenne la regina Emma attraverso il suo matrimonio con il principe Alexander Liholiho, che in seguito sarebbe stato conosciuto come re Kamehameha IV. Vista seduta nella foto sopra, la regina Emma era un membro amato della casa reale e dedicò gran parte del lavoro della sua vita all'istruzione e all'assistenza sanitaria. Insieme a suo marito, fondò l'Honolulu's Queen's Hospital. Era anche un'appassionata giardiniera e si credeva che il giglio Crinum con foglie verdi e fiori rossastri fosse il suo preferito.

Hawaii Horticulture , un blog sul giardinaggio e le piante alle Hawaii, racconta la storia di botanici in disaccordo che, a partire da un articolo del 2011, hanno continuato a discutere con precisione su quale variante del giglio Crinum fosse effettivamente chiamata per la regina. Un orticoltore al Lyon Arboretum delle Hawaii, insieme al botanico LS Hannibal, hanno dichiarato che l'augustum era il suo giglio preferito. Nel frattempo, Peter Green del National Botanical Garden e George Staples del Bishop Museum affermano che la varietà non sarebbe ancora esistita ai suoi tempi, assicurando loro che si trattasse in realtà del piuttosto sottile Crinum pedunculatum, che può crescere in varie condizioni, osserva TopTropicals . Potremmo non avere mai la storia completa da quando la regina Emma morì nel 1885 alla giovane età di 49 anni, ma sappiamo che i fiori sono molto simili tra loro ed entrambi sono adorati dagli umani in tutto il mondo.