Seleziona una pagina

Burdun Iliya/Shutterstock Di Paula Tudoran / 10 febbraio 2022 9:56 EDT

Ti sei mai goduto un bel bagno solo per alzare lo sguardo e vedere macchie nere sul soffitto del bagno che si allargano? Che schifo. È un problema che nessuno vuole affrontare, eppure succede sempre nei bagni soprattutto se si vive in un clima umido. Nessuno vuole che il proprio bagno diventi un terreno fertile per i funghi, eppure è quello che succede quando rimandiamo le pulizie troppo a lungo. I punti neri regolari sono fastidiosi e facili da sradicare, ma devi agire rapidamente se vedi o annusi muffa nera.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, i punti neri possono causare irritazione della pelle, naso chiuso, fastidio alla gola, tosse o respiro sibilante e irritazione agli occhi. E, cosa ancora più preoccupante, le persone con un sistema immunitario indebolito sono più suscettibili a infezioni polmonari mortali se esposte alla muffa. La buona notizia è che non devi sopportare quei punti neri per il resto della tua vita. Con pochi prodotti e un po' di olio di gomito, puoi imparare a rimuovere i punti neri in bagno.

1. Aceto

FotoHelin/Shutterstock

Il modo migliore e più efficace per sradicare la muffa dal soffitto del bagno è lavare l'area interessata con aceto non diluito. Usa un flacone spray o una spugna per applicarlo sulla zona interessata, quindi lascia la miscela per un'ora prima di pulirla con un pennello. Per un risultato migliore, spruzza ancora una volta, quindi lascia riposare per altri 30 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

Ricordarsi di mantenere il bagno ventilato e di regolare il più possibile l'umidità per evitare che si formino nuovamente muffe nel bagno. Ad esempio, quando fai la doccia, usa un aspiratore del bagno, apri una finestra o usa una spatola per rimuovere l'umidità residua. Fondamentalmente, è necessario prendere tutte le precauzioni necessarie per evitare di respirare muffe o spore di muffe, consiglia una breve guida alle muffe di Healthline. Per prevenire la formazione di macchie nere in futuro, tieni un flacone spray pieno di aceto in bagno e spruzza la vasca e la doccia dopo ogni utilizzo.

2. Bicarbonato di sodio

Sendo Serra/Shutterstock

Le soluzioni di bicarbonato di sodio sono fantastiche per ripristinare superfici porose ricoperte da muffe come pareti o pannelli del controsoffitto dipinti. La soluzione non eliminerà completamente le macchie nere, ma manterrà il mastice e la malta asciutti nel bagno, aiutandoti a evitare che la muffa si diffonda in futuro. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Mycopathologia, gli scienziati sono riusciti a dimostrare che una concentrazione di 10 g/l di bicarbonato di sodio ostacola la crescita dell'80% di tutte le muffe, rendendo il bicarbonato una delle soluzioni più potenti contro i punti neri.

Per la miscela magica, hai bisogno di bicarbonato di sodio, un po' d'acqua e una spazzola, suggerisce Country Living. Riempi un contenitore con la soluzione di bicarbonato di sodio e acqua e spruzza l'area interessata. Dopo aver strofinato, sciacquare con acqua e ripetere il processo. Infine, lascia che la soluzione si asciughi sull'area per evitare future muffe. Se preferisci usare una pasta, puoi fare una miscela densa simile a un adesivo di bicarbonato di sodio e un po' d'acqua. Lasciare riposare la pasta per 20-30 minuti dopo averla stesa e risciacquare la superficie dopo aver lavato lo stampo con un pennello.

3. Perossido di idrogeno

ZikG/Shutterstock

Se le macchie nere nel tuo bagno persistono dopo aver usato aceto o bicarbonato di sodio, considera di spruzzare l'area con acqua ossigenata. Fai attenzione, tuttavia, perché la combinazione di aceto e perossido di idrogeno può provocare esiti tossici, avverte The Whole Potion. Pertanto, è fondamentale pulire adeguatamente le superfici dopo aver usato l'aceto prima di utilizzare qualsiasi altro detergente. E, naturalmente, non mescolare i due ingredienti nello stesso contenitore spray.

Il perossido di idrogeno ha dimostrato di essere uno dei disinfettanti più efficaci mai ideati dall'umanità, come notato da Bob Vila. Le sue straordinarie proprietà ossidanti derivano da un atomo di ossigeno non legato e le sue proprietà disinfettanti ne sono un sottoprodotto. Per preparare una miscela per eliminare efficacemente le macchie nere, versare il perossido di idrogeno al 3% in una bottiglia e saturare la superficie con esso. Lascia agire per 15 minuti, quindi strofina l'area per assicurarti di rimuovere tutte le macchie.

4. Olio essenziale di melaleuca

AmyLv/Shutterstock

L'aromaterapia è diventata una tendenza, grazie a numerosi tipi di oli essenziali che possono fare miracoli per la salute e il benessere mentale delle persone. Tuttavia, questi composti naturali possono fare molto di più. Ad esempio, l'olio dell'albero del tè è un repellente per insetti, un antisettico e un deodorante naturale, nonché uno dei modi più sicuri per eliminare la muffa nera (tramite Damp Solving). Inoltre, l'olio dell'albero del tè è un fungicida naturale che uccide le spore della muffa e aiuta a prevenirne il ritorno.

Per usare l'olio dell'albero del tè per i tuoi problemi di macchie nere in bagno, unisci 1 cucchiaino di olio con 1 tazza d'acqua in un flacone spray e agita energicamente per mescolarli. Quindi, spruzza l'area ammuffita, attendi un'ora che si asciughi, quindi puliscila con un panno in microfibra o un asciugamano asciutto. Tuttavia, quando si utilizza questa soluzione, tenere presente che il Tisserand Institute consiglia di indossare guanti protettivi perché gli oli essenziali possono irritare la pelle di alcune persone.

5. Succo di limone

Fotografia di Davizro/Shutterstock

I limoni sono un deodorante naturale, antisettico, candeggina, smacchiatore, detergente e smacchiatore. Come scrive Cleanpedia, il forte contenuto di acido dei limoni rompe la muffa, facilitando la rimozione e lasciando una superficie pulita dietro. Inoltre, c'è quel bellissimo profumo di agrumi!

Per preparare la miscela, spremere da 3 a 5 limoni in una tazza e versare il succo sulla zona ammuffita (via Country Living). Potete anche aggiungere un po' d'acqua se pensate che il composto sia troppo concentrato. Lasciare agire il prodotto per almeno cinque minuti prima di risciacquare con un panno umido. Se sono ancora presenti tracce di macchie di muffa ostinate, è sufficiente riapplicare il succo di limone e raschiare la superficie. Soluzioni naturali come questa sono efficaci contro la muffa, il che le rende fantastiche alternative non tossiche agli smacchiatori di macchie nere a base chimica. Inoltre, sono sicuri per la tua famiglia e l'ambiente e spesso sono meno costosi delle alternative commerciali.

6. Dentifricio

Alice Tsygankova/Shutterstock

Il dentifricio è eccellente per rimuovere le macchie dai denti, ma pochi sanno che è anche un fantastico detergente che può aiutarti a sbarazzarti di quasi tutte le macchie in casa. Secondo The Spruce, ci sono molti usi del dentifricio, ma non molti sanno che questo prodotto è ottimo anche per pulire i punti difficili di muffa nel tuo bagno.

Strofina semplicemente un dentifricio bianco (non usare il gel) sui punti neri del bagno, inclusi soffitti, piastrelle, lavandini, docce e qualsiasi altra superficie. Tutto quello che devi fare è spremere un po' di dentifricio sulla zona ammuffita e strofinarlo delicatamente. Tuttavia, ricorda di fare attenzione a non strofinare troppo sui materiali più morbidi e assicurati di testare il punto se necessario. Se le macchie sono ostinate, inumidisci le setole di uno spazzolino da denti per la pulizia con acqua per rimuovere completamente la muffa. Una volta che hai finito, pulisci l'area con un tessuto asciutto.

7. Ammoniaca

sulit.photos/Shutterstock

L'ammoniaca è una sostanza chimica eccellente per sradicare la muffa, in particolare nelle aree difficili da pulire o difficili da raggiungere (secondo Home Healthy Homes). Mescola l'ammoniaca con acqua 1:1 in una bottiglia e versala sulla superficie ammuffita, ma assicurati di usare guanti e indumenti protettivi poiché il composto può essere aggressivo sulla pelle e ha un odore piuttosto sgradevole. Attendi da 15 a 20 minuti affinché esegua la magia, quindi spazzola accuratamente se necessario e rimuovi tutti i segni di umidità con un panno pulito.

Per evitare la futura formazione di muffe nella doccia, Renee's 757 Cleaning consiglia di pulire le piastrelle della doccia con un silicone antimuffa, che impedisce la formazione di macchie nere sulle superfici umide. Sarebbe utile se usassi anche una spugna imbevuta di ammoniaca per strofinare regolarmente i punti in cui la muffa si sviluppa più spesso. Dopo aver lasciato riposare l'ammoniaca per un po' sulla superficie, pulire con una spazzola fine o uno spazzolino da denti, lavando la zona con acqua calda. Tuttavia, ricorda di pulire con un asciugamano asciutto per rimuovere l'umidità, poiché in caso contrario la muffa potrebbe tornare.

8. Candeggina

Rvillalon/Shutterstock

Tra i prodotti antimuffa più efficaci c'è la candeggina, soprattutto quando si tratta di macchie nere sulle piastrelle del bagno. Tuttavia, non dovresti usare la candeggina molto spesso poiché le sostanze chimiche tossiche in essa contenute possono danneggiare la tua salute, consiglia l'EPA. Lo stampo uscirà correttamente con una miscela di acqua e candeggina applicata con un panno umido e lasciata agire per 10 o 15 minuti (via Healthline).

Puoi anche usare la candeggina per sbloccare gli scarichi, in particolare sotto la doccia. Quando questi non drenano correttamente, molto probabilmente crescerà anche della muffa nei tubi. Una delle soluzioni più efficaci, in questo caso, è quella di utilizzare parte del prodotto per sturare i tubi mentre l'altra parte per rimuovere la muffa in bagno. Versane una generosa quantità nello scolo e attendi almeno 60 minuti che funzioni, poi un secchio di acqua bollente.