Seleziona una pagina

FollowTheFlow/iStock di Kelly Welton / 15 aprile 2022 7:37 EDT

Decoratore e designer sono pochi i termini sbandierati con tale indiscriminazione. Entrambe le professioni forniscono servizi incentrati sulla sfumatura dell'estetica e su alcuni concetti fondamentali riguardanti l'equilibrio, la proporzione e il colore. Ognuno di loro può guidarti attraverso i processi di selezione di mobili, tessuti, infissi e finiture, tutte le considerazioni essenziali durante l'implementazione di ristrutturazioni o la ridefinizione di uno spazio.

Per l'interior designer, e forse per il cliente, una distinzione tra etichette è importante. In alcuni stati è richiesta una licenza per esercitarsi mentre in altri è facoltativa ma offre comunque un titolo protetto. Un designer lavora spesso con architetti e appaltatori, mentre un decoratore può avere o meno la stessa esperienza in materia di costruzione; fanno professione della loro conoscenza e applicazione delle arti decorative, nessuna certificazione necessaria. Chron descrive la differenza come strutturale: se si tratta di progettare layout interni, ti servirà un designer; per i trattamenti cosmetici può bastare un decoratore. Ciò porta a qualificazioni e variabili di costo, ma non è del tutto indicativo di qualità, stile o soddisfazione del cliente.

Formazione e credenziali per interior designer

yacobchuk/iStock

La maggior parte dei designer si iscrive a un programma quadriennale di interior design in cui riceve un'istruzione su argomenti come la costruzione di mobili, la pianificazione dello spazio, l'architettura e la teoria del colore, come spiegato da The Spruce. Sono disponibili corsi di accreditamento e preparazione per coloro che hanno un diploma di laurea correlato, come studio d'arte e grafica.

I requisiti per la licenza includono il completamento di un esame rigoroso chiamato National Council for Interior Design Qualification (NCIDQ). Per l'idoneità al test, il candidato deve possedere l'equivalente di un massimo di quattro anni di lavoro a tempo pieno nel proprio campo e un diploma di laurea pertinente. È richiesta competenza nella progettazione residenziale, commerciale e ambientale, nelle normative sulla sicurezza e nel codice edilizio, nella pianificazione dello spazio e nei software di pianificazione sofisticati. Al fine di soddisfare i requisiti di lavoro per la licenza e acquisire esperienza, molti laureati faranno apprendistato sotto la guida di un designer affermato.

Gli interior designer residenziali possono richiedere la certificazione dalla Designer Society of America, che si ottiene dopo il completamento della Residential Interior Design Qualifying Certification (RIDQC). Questo esame riconosciuto a livello nazionale è disponibile per i candidati che soddisfano i requisiti di istruzione e un minimo di sette anni di pratica; verifica ulteriormente le competenze chiave nei principi dell'interior design.

Formazione e credenziali per arredatori d'interni

Olena Ivanova/iStock

Non ci sono requisiti di credenziali o istruzione per la pratica della decorazione d'interni, né per utilizzare il titolo professionalmente. Detto questo, si può optare per la qualifica attraverso Certified Interior Decorators International, che è un'associazione riconosciuta a livello mondiale, e l'unica, che può conferire il marchio esclusivo del suo omonimo, Certified Interior Decorator (CID).

Per ottenere la certificazione, Best Accredited Colleges spiega che il decoratore deve completare un programma approvato presso una scuola accreditata, che si concentra su design, illuminazione, teoria del colore, stili di arredamento e disposizione delle stanze, con ulteriore esperienza in CAD (Computer-Aided Design). Il corso potrebbe durare diversi mesi di studio a tempo pieno. Infine, è necessario superare l'esame CID e mantenere un'iscrizione a Certified Interior Decorators International.

Quanto costa assumere un decoratore o un designer?

Pictac/iStock

HomeGuide afferma che la tariffa per un interior design residenziale medio è di circa $ 5.500. Il costo totale dipende dal progetto, dalla metratura e dalle ore lavorate. Le tariffe orarie di solito vanno da $ 50 a $ 500 e tutto ciò che è stato acquistato dal designer viene aggiunto al costo complessivo con un margine concordato. Secondo Decorilla, ciò copre i viaggi, le visite in loco, i tempi di acquisto, la comunicazione con i clienti, i lavori pertinenti e talvolta le finiture e i mobili. Certified Interior Decorators International aggiunge che a causa della minore istruzione e dei requisiti di credenziali più flessibili, le tariffe di un decoratore possono essere inferiori a quelle di un designer.

Alcuni designer forniranno una consulenza per una stanza e quindi offriranno soluzioni e planimetrie per il cliente da implementare nel resto della casa. Altri incarichi vengono eseguiti dalla pre-costruzione al completamento, compreso il posizionamento finale di arredi e accessori. Per The Spruce, i professionisti del design esperti e ricercati, così come quelli delle aree metropolitane, in genere costano di più. Le differenze nell'ambito del progetto e nell'ubicazione significano che le spese risultanti possono variare ampiamente ed è fondamentale chiarire tutti i costi associati nella consultazione iniziale.

Pro e contro

FollowTheFlow/iStock

Anche se assumere un decoratore può sembrare un'impresa costosa, vale la pena notare che è come qualsiasi altro servizio per il quale paghiamo un esperto per la sua conoscenza, esperienza e connessioni. Utilizzare i talenti di un decoratore può essere un ottimo investimento per le nostre case (la risorsa più grande per la maggior parte di noi) e per noi stessi; il design cambia la funzionalità degli ambienti e il modo in cui li assorbiamo.

The Spruce spiega che i professionisti del design mantengono contatti e relazioni con venditori e artigiani; sono ammessi l'ingresso a fiere e mercati all'ingrosso. In altre parole, sono un collegamento con l'industria, con un impulso sui prodotti emergenti un proprietario di casa con grande stile e un atteggiamento fai-da-te non avrà lo stesso accesso alle risorse. Secondo HGTV, commissionare un designer può ridurre lo stress e l'onere dell'organizzazione e della realizzazione di un progetto di decorazione, risparmiando anche denaro evitando la follia di costosi errori.

Certo, c'è sempre la possibilità di essere insoddisfatti dei risultati, soprattutto considerando la soggettività e la natura personale della progettazione di una casa. La comunicazione aperta e una relazione collaborativa sono fondamentali durante lo sviluppo degli spazi in questione.

Servizi di persona

Marc_Osborne/iStock

Un interior designer è specificamente formato per comprendere gli impatti psicologici del design in un determinato ambiente. Secondo la New School of Architecture & Design, lavorano in tandem con l'architetto e gli appaltatori per garantire funzionalità, flusso ed efficienza. Sono un punto di contatto per il design percepito al di sotto della coscienza: acustica, accessibilità e sicurezza. I progettisti lavorano più spesso su progetti commerciali, ma possono offrire servizi residenziali, che includono la gestione di appaltatori e la supervisione degli impianti.

I decoratori d'interni vengono generalmente inseriti a bordo una volta completata la struttura. Il loro compito è considerare l'estetica all'interno della funzionalità intrinseca di uno spazio.

Designer e decoratori sono qualificati per influenzare le decisioni relative allo stile e alla tavolozza dei colori in merito a finiture, arredi, accessori e opere d'arte. Entrambi sono esperti nella concettualizzazione e nell'attuazione della pianificazione spaziale, compresi gli schemi creati al computer, che aiutano notevolmente nella visualizzazione di un progetto.

Servizi online e al dettaglio

Zinkevych/iStock

Quando si arreda uno spazio esistente, il design virtuale potrebbe essere una buona opzione per coloro che hanno un forte senso del proprio stile, vogliono poco aiuto o desiderano un maggiore controllo sul processo. HGTV spiega che i pacchetti di progettazione virtuale spesso offrono una consulenza a distanza che si traduce in una serie di direttive per gli acquisti, rendering 3D che collegano pezzi pronti per l'acquisto e la gestione degli ordini di mobili e della consegna. Alcuni consigliano persino colori per vernici, carta da parati e trattamenti per finestre. Viene creato un design utilizzando quiz di stile, fotografie della stanza e dimensioni. Generalmente offerti come struttura a più livelli, alcuni pacchetti di progettazione incorporano comunicazioni video e telefoniche, nonché un numero specifico di revisioni. A partire da $ 49, i servizi di progettazione virtuale sono fatti su misura per il fai-da-te e per chi ha un budget limitato.

Molti rivenditori di mobili forniscono servizi di progettazione gratuiti entro una capacità limitata, aiutando con la selezione di cornici, tessuti e finiture in legno; alcuni offrono appuntamenti a domicilio e aiutano anche con la disposizione del pavimento. Pochi altri estendono servizi su vasta scala, tra cui personalizzazione di tappeti, tendaggi e biancheria da letto.

I designer virtuali non sono tenuti a possedere credenziali, anche se alcuni potrebbero optare per la certificazione, specialmente quelli associati a un'attività consolidata o con articoli di alto livello.

Quale dovresti scegliere?

Lilas Gh/iStock

Quindi, quali servizi sono i migliori per te? Dipende davvero dall'ambito del lavoro, dal budget e dal livello di coinvolgimento desiderato. Per progetti riguardanti la costruzione o modifiche strutturali, un designer d'interni è la scelta appropriata. Inoltre, la loro esperienza nella funzionalità degli ambienti e nell'estetica può portare a compimento lo spazio dei tuoi sogni.

Per aggiornamenti cosmetici e artistici, considera un decoratore. Diversi designer venerati e famosi sono in realtà decoratori nel contesto qui definito, tra cui Kelly Wearstler, Jonathan Adler, Nate Berkus e Joanna Gaines, secondo My Move . Molti di loro hanno avuto percorsi di carriera e istruzione distinti che informano i loro punti di vista molto individualisti rispettivamente di un grafico, un vasaio, uno stagista di fashion design e un negoziante.

La due diligence è fondamentale quando si assume qualsiasi servizio professionale. Ad esempio, dovrai informarti sulle loro credenziali, sul grado di esperienza e sui tassi di soddisfazione del cliente. Salvo qualsiasi restrizione di qualificazione, ogni designer fornisce una collezione unica di punti di forza e sensibilità, e il loro portfolio è la vera cartina di tornasole.