Seleziona una pagina

Gfdunt/Shutterstock di Olivia Tubio / 22 novembre 2021 14:50 EDT

Molti proprietari di case non vedono l'ora di avere la possibilità di migliorare il proprio spazio abitativo. Oltre all'aumento del valore monetario, c'è anche un senso di eccitazione e soddisfazione personale che segue il completamento di un progetto fai-da-te. La pittura è un ottimo modo per aggiornare la tua casa, permettendoti di creare un cambiamento di grande impatto a un costo relativamente basso. Secondo un sondaggio condotto da Sherwin-Williams nell'aprile 2021, ben il 56% di tutti i proprietari di case intende iniziare un progetto di pittura nel corso del prossimo anno.

Il primo passo per affrontare un nuovo progetto di pittura è educare se stessi. Fortunatamente, ti sei imbattuto in questa guida che copre le basi della pittura a smalto, come usarla e situazioni in cui potrebbe essere necessario. Ci sono diversi fattori importanti di cui essere consapevoli, dalle precauzioni di sicurezza allo smaltimento e ogni passaggio intermedio. Un nuovo progetto può intimidire, ma anche un principiante può avere successo con gli strumenti e le conoscenze giuste. Se ti sei mai dipinto le unghie, hai già usato la vernice a smalto. Continua a leggere per sapere come prepararti al meglio per il tuo progetto e scopri se dovresti usare la vernice a smalto.

Cos'è la vernice a smalto?

BearFotos/Shutterstock

In generale, la vernice a smalto si riferisce a una vernice resistente che asciuga all'aria fino a ottenere una finitura dura e lucida. La maggior parte delle formule può resistere a livelli elevati di utilizzo, abrasione, umidità, temperature elevate e pulizie frequenti. Tradizionalmente, le vernici a smalto sono a base di olio, ma i produttori hanno sviluppato smalti a base d'acqua in tempi più recenti.

Il termine smalto si riferisce anche a un rivestimento opaco e vetroso cotto su oggetti di metallo o ceramica. Non è la stessa cosa della vernice a smalto, ma il nome è stato dato per evidenziare le loro caratteristiche simili a fini di marketing. Secondo The Spruce , i primi consumatori di vernici a smalto si fidavano della promessa di resistenza e resistenza all'acqua del nuovo prodotto, poiché avevano già familiarità con la porcellana smaltata al forno e le superfici in ceramica che si erano dimostrate durevoli. Lo smalto al forno è generalmente più forte, ma la vernice a smalto ha il vantaggio di asciugare all'aria piuttosto che richiedere la cottura in forno per indurire. Ciò gli offre una gamma più ampia di applicazioni utili, specialmente nelle situazioni fai-da-te che il proprietario medio di una casa può affrontare.

Le vernici smaltate sono leggermente più costose di altre formule, ma come le vernici al lattice, sono disponibili a prezzi variabili. Sono disponibili in barattoli di vernice o come vernice spray e puoi scegliere tra diverse marche a seconda delle tue preferenze ed esigenze. Soprattutto, possono essere trovati anche nel tuo negozio di ferramenta locale, dove qualcuno sarà disponibile per rispondere a qualsiasi domanda tu possa avere.

Tipi di vernice a smalto

Efetova Anna/Shutterstock

Le vernici a smalto sono state storicamente indicate come formule a base di olio, ma le vernici a smalto a base d'acqua sono state sviluppate più di recente e sono più adatte per determinate situazioni. La differenza tra vernici a base di olio e vernici a smalto a base d'acqua risiede nel tipo di solvente presente. Secondo Kraudelt Painting, gli smalti a base di olio contengono resina alchidica o trementina minerale, mentre le formule a base d'acqua sono costituite principalmente da acqua, come suggerisce il nome. Il solvente evapora quando la vernice si asciuga e i diversi cambiamenti fisici e chimici producono finiture e caratteristiche diverse.

Gli smalti a base di olio sono scelti principalmente per la loro eccellente durabilità. A seconda della formula, la vernice bagnata si asciuga su un guscio duro e rigido con una finitura lucida in 8-24 ore. La finitura può ingiallire lentamente poiché si ossida o perde la sua lucentezza nel tempo. Le vernici a smalto a base di olio hanno un forte odore, sono infiammabili e contengono fumi tossici che possono danneggiare la salute se non si seguono le precauzioni di sicurezza raccomandate, secondo Hunker. Richiedono inoltre la rimozione di sostanze chimiche come il diluente per vernici e lo smaltimento secondo le linee guida sui rifiuti pericolosi.

In confronto, gli smalti a base d'acqua sono oggettivamente più sicuri sia per l'uomo che per l'ambiente naturale. Molti sono stati sviluppati per non contenere COV, hanno un odore meno intenso e richiedono precauzioni e metodi di smaltimento meno estremi. Le formule a base d'acqua non sono così lucide, ma manterranno meglio la loro lucentezza originale con l'invecchiamento. Gli smalti a base d'acqua sono meno durevoli degli smalti a base di olio, ma hanno una maggiore flessibilità per adattarsi alle fluttuazioni del materiale. Queste nette differenze aiutano a chiarire quale tipo di formula è migliore per il tuo particolare progetto.

Come usare la vernice a smalto

Krakenimages.com/Shutterstock

Abbiamo spiegato cos'è la vernice a smalto, ma come la usi? Le vernici smaltate possono essere applicate in un paio di modi. In alcuni casi, è meglio usare un pennello, mentre uno spruzzatore di vernice sarà più efficiente per coprire grandi aree. La soluzione migliore è seguire le istruzioni incluse sull'etichetta del prodotto relative ai metodi di applicazione, alle precauzioni di sicurezza e al tempo impiegato dalla formula per asciugarsi.

La vernice smaltata aderirà a quasi tutti i tipi di materiale, inclusi legno, metallo, gomma, vetro e persino altri strati di vernice, per Home Stratosphere. Per tutti i progetti, dovrai prepararti pulendo a fondo la superficie che intendi dipingere. A seconda del materiale, potrebbe anche essere necessario carteggiare la superficie per ottenere una finitura liscia. Questi sono i modi migliori per evitare eventuali segni o difetti superficiali che non sarai in grado di correggere una volta iniziata l'applicazione della vernice. Questo è anche il momento di assicurarsi che la superficie che stai dipingendo sia completamente asciutta. In caso contrario, la vernice avrà difficoltà ad aderire correttamente.

Prima di dipingere, dovrai indossare dispositivi di sicurezza come un respiratore per pittura, guanti e protezione per gli occhi. È anche una buona idea coprire il pavimento o le superfici circostanti che vuoi mantenere asciutto, soprattutto se provi questo tipo di progetto per la prima volta. Se applichi la vernice con un pennello, ti servirà uno con setole naturali, realizzato appositamente per l'utilizzo di vernice a smalto. Le setole di un pennello scadente possono lasciare segni visibili anche dopo che la vernice si è completamente asciugata. Fai da te consiglia vivamente di applicare la vernice in una serie di mani sottili. Questo metodo richiederà più mani e quindi più tempo dedicato alla pittura, ma vale la pena assicurarsi che la vernice indurisca correttamente in una finitura dura e durevole. Assicurati che ogni mano abbia il tempo sufficiente per asciugarsi prima di applicarne un'altra sopra. La vernice può apparire asciutta sulla superficie prima che l'interno sia completamente indurito, quindi fare riferimento all'etichetta del prodotto per informazioni sull'essiccazione.

Quando usare la vernice a smalto

Whiteaster/Shutterstock

La vernice smaltata ha proprietà diverse dal lattice o dalla vernice acrilica, il che la rende una scelta migliore per determinati progetti. Poiché si asciuga per formare un guscio rigido, è più appropriato per materiali che rimangono rigidi. Ad esempio, House Stratosphere spiega che la vernice a smalto non è consigliata per gli esterni delle case o altre superfici che si espandono e si contraggono nel tempo. Invece, le formule in lattice o acriliche vengono utilizzate per la loro flessibilità. Ecco alcuni esempi di situazioni in cui è possibile utilizzare la vernice a smalto.

La vernice smaltata è un'ottima scelta per rivestimenti di porte, davanzali e mobili. Il blog dell'artigiano spiega che la finitura lucida evita il problema del "blocco", che può verificarsi quando due superfici verniciate entrano in contatto e si attaccano. La vernice smaltata non ha l'appiccicosità che potresti provare se usi una formula in lattice o acrilico. Se hai intenzione di aggiornare il tuo spazio dipingendo il pavimento, una formula di smalto è la strada da percorrere. La vernice smaltata è abbastanza resistente da resistere a un uso frequente in aree ad alto traffico e la superficie facile da pulire ti aiuterà a mantenere il tuo spazio presentabile e igienico.

Per le superfici che raggiungono temperature elevate, la vernice smaltata rimane inalterata e fornirà un'eccellente protezione. Puoi usarlo per ridipingere una vecchia griglia all'aperto o ritoccare gli elettrodomestici da cucina interni. La vernice smaltata aiuterà anche a prevenire la ruggine del metallo, specialmente in ambienti ad alta umidità. La vernice smaltata può essere utilizzata anche per rinnovare i tuoi mobili da esterno (tramite Home Decor Bliss). Dopo diversi cambi di stagione ed esposizione alle intemperie, la finitura dei tuoi mobili da esterno potrebbe essere sbiadita o scheggiata. Rinnova il tuo spazio esterno con una nuova mano di vernice smaltata che resisterà ai danni causati dalle intemperie, dall'umidità e dai raggi UV.

La vernice a smalto è sicura?

mbobrik/Shutterstock

Le vernici a smalto a base di olio contengono COV o composti organici volatili. Si tratta di sostanze chimiche con forti odori che possono essere dannose per la salute. I COV sono tossici per tutti gli individui ma rappresentano un rischio maggiore per i gruppi vulnerabili, compresi i bambini, le persone in gravidanza e gli anziani.

Per coloro che lavorano regolarmente con la vernice a smalto, l'esposizione ripetuta a lungo termine può causare l'accumulo di sostanze chimiche tossiche nel corpo. Alla fine, questo può causare danni agli organi essenziali e al sistema nervoso, secondo l'Agenzia per la protezione dell'ambiente. Per fortuna, il rischio è minimo se vengono prese le dovute precauzioni e sull'etichetta del prodotto sono incluse avvertenze e istruzioni. Utilizzare vernici a smalto solo quando si lavora in un'area ben ventilata e fare pause regolari dalla postazione di lavoro. È meglio indossare un respiratore per pittura per ridurre il rischio di inalazione di solventi, che possono irritare o danneggiare i polmoni. Assicurati anche di indossare guanti e indumenti adeguati per evitare irritazioni cutanee. Indossare una protezione per gli occhi è anche una buona idea, soprattutto quando si usano gli aerosol. Durante e dopo aver lavorato con la vernice a smalto, mantieni le tue forniture di pittura il più separate possibile dagli spazi abitativi. È meglio scartare la vernice a smalto quando non è in uso, ma quella salvata deve essere conservata correttamente. Conserva la vernice a smalto e le relative forniture in un'area ben ventilata con sbalzi di temperatura minimi, dove sono inaccessibili a bambini e animali domestici. Verificare che tutti i contenitori siano adeguatamente sigillati per eliminare possibili perdite di gas.

A causa della loro infiammabilità e delle sostanze chimiche tossiche, le vernici a base di olio indesiderate o residue sono considerate rifiuti pericolosi e non possono essere semplicemente gettate nella spazzatura. Le leggi sulla protezione dell'ambiente stabiliscono che devono essere smaltiti in un centro di rifiuti pericolosi, secondo l'agente immobiliare. Trova una struttura locale nella tua zona o smaltisci in un centro di ritiro delle vernici che preleva vernici a base di olio.