Seleziona una pagina

Nuova Africa/Shutterstock di Isabel Cohen / 25 ottobre 2021 8:00 EDT

La maggior parte di noi ha sentito il detto secolare: "Non versare grasso da cucina nel lavello della cucina!" Ma ti sei fermato a chiederti perché? Forse hai aderito a questa regola non ufficiale o, se sei come molte persone, hai lavato via i residui di cottura unti nel lavello con quella vocina nella parte posteriore della testa che ti mormorava per smaltirli altrove . Secondo Day & Night, quando si parla di grasso, si intende tutto ciò che è a base di olio, compreso lo strutto, gli oli vegetali, il burro e il grasso. Gli oli possono essere liquidi o solidi a temperatura ambiente ma in genere si trasformano in liquidi una volta riscaldati.

È più che allettante impilare un mucchio di piatti unti nel lavandino e lavarli subito o lì o sciacquarli per lasciare che la tua lavastoviglie faccia la maggior parte del lavoro pesante. Ma cosa succede davvero dopo che l'olio da cucina si è fatto strada nello smaltimento dei rifiuti e nei tubi della cucina? La risposta potrebbe essere un po' più grossolana e preoccupante di quanto pensi.

Non versare grasso nel lavandino

Ottaviano Lazar/Shutterstock

C'è un motivo per cui ci è stato detto per tutta la vita che il grasso da cucina non dovrebbe mai essere smaltito attraverso lo scarico del lavello della cucina (o qualsiasi altro tubo di casa). Home Serve riferisce che la conseguenza di ciò è piuttosto semplice: tutto il grasso si accumula nel tempo nei tubi e può causare blocchi. Se hai un tritarifiuti, il grasso si accumulerà attorno alle lame e ridurrà la sua capacità di macinare correttamente prima di intasare i tubi che escono dal lavandino.

A differenza dell'acqua o di altri liquidi non a base di olio, il grasso non si fa strada attraverso i tubi e non fuoriesce nei maggiori sistemi fognari in cui vivi (sebbene se arriva così lontano, causa gli stessi problemi su un più grande scala). Noterai che quando la maggior parte delle sostanze a base di olio si raffreddano a temperatura ambiente, diventano solide, inclusi burro, grasso e grasso animale. Lo stesso processo avviene all'interno dei tubi quando lavi il grasso negli scarichi.

Se metti un'abitudine regolare di versare il grasso nel lavello della cucina, alla fine ti renderai conto che il tuo lavello non sta scaricando l'acqua velocemente come al solito e che l'acqua potrebbe anche accumularsi nel lavabo per diversi minuti prima di scaricarla completamente. Sfortunatamente, una semplice chiamata a un idraulico potrebbe non essere la soluzione facile che speri se ciò accade. In casi estremi, qualcuno dovrà sostituire completamente i tubi e lo smaltimento dei rifiuti, il che può diventare piuttosto costoso.

Come smaltire correttamente il grasso da cucina

Riservato rosso/Shutterstock

American Home Shield offre soluzioni semplici per smaltire correttamente gli oli da cucina che ti salveranno dalle costose riparazioni di un nuovo tritarifiuti e tubi. Se stai lavorando con una sostanza a base di olio che si solidifica a temperatura ambiente, lascia semplicemente che la sostanza si raffreddi completamente una volta terminata la cottura. Puoi quindi raschiare i pezzi solidificati in un normale bidone della spazzatura senza preoccuparti delle perdite. Se l'olio da cucina è liquido, come la maggior parte degli oli vegetali, ti consigliamo di designare una bottiglia o lattina come contenitore per raccogliere l'olio usato. Molte persone preferiscono tenere questa lattina sotto il lavello della cucina e aggiungerla continuamente fino a quando non è piena. Avrai bisogno di una sorta di coperchio per questo contenitore poiché una volta pieno, puoi semplicemente gettarlo nella spazzatura della tua cucina.

Nel caso di maggiori quantità di olio usato, dovrai prima determinare se l'olio può essere riutilizzato o se deve essere smaltito. Ad esempio, friggere una serie di patatine fritte potrebbe non lasciare l'olio da cucina sporco, quindi può essere riutilizzato in sicurezza. Se hai bisogno di sbarazzarti dell'olio usato, dovresti versarlo in un contenitore di dimensioni adeguate e portarlo al centro di raccolta locale per il riciclaggio. Il tuo obiettivo principale è smaltire sempre qualsiasi quantità di grasso e olio fuori dal lavello della cucina, anche se ciò significa assorbire i residui ostinati con un tovagliolo di carta.

Cosa fare se hai versato del grasso nel tritarifiuti

Angie Yeoh/Shutterstock

Anche se dovresti sempre assicurarti di smaltire grasso e olio prima di lavare le pentole sporche, ti assicuro che ci sono un paio di soluzioni fai-da-te per ridurre i danni causati allo smaltimento dei rifiuti e ai tubi in caso di versamento accidentale di grasso nel lavello della cucina . Gillece delinea una soluzione semplice che prevede il potere pulente di due ingredienti che probabilmente hai già a portata di mano: aceto e bicarbonato di sodio. La reazione chimica causata da queste due sostanze lavora per abbattere il grasso solidificato nei tubi senza danneggiare i tubi stessi.

Non esitare a rimediare alla situazione dopo aver versato del grasso nello scarico per evitare di dargli il tempo di solidificarsi e causare intasamenti. Per prima cosa, versa diverse tazze di acqua calda nello scarico del lavello della cucina, seguite da una miscela di bicarbonato di sodio e aceto. Lascia che il bicarbonato e l'aceto facciano la loro magia prima di continuare con un altro lavaggio con acqua calda. L'acqua calda eviterà che il grasso liquefatto diventi nuovamente solido.

Se si verificano già zoccoli, potrebbe essere necessario ripetere questa procedura più di una volta e possibilmente anche far scorrere lo scarico o utilizzare uno stantuffo del lavandino per rompere gli zoccoli. Dovresti evitare prodotti a base chimica progettati per sbloccare gli scarichi in quanto sono corrosivi e possono fondere o deformare lo smaltimento dei rifiuti e le tubazioni, a seconda dei materiali presenti nella loro composizione, come da S&D Plumbing.