Seleziona una pagina

Izz Hazel/Shutterstock di Kailen Skewis / 1 aprile 2022 10:09 EDT

Il cactus lunare (Gymnocalycium mihanovichii), comunemente indicato anche come il cactus della sfera di rubino, è una specie originaria del Sud America. Come spiegato da The Spruce, i cactus lunari vengono spesso innestati su altre specie di cactus, come Hylocereus. Pertanto, la parte superiore e colorata della pianta è l'unica sezione che è il vero Gymnocalycium mihanovichii.

I cactus lunari sono caratterizzati da un cactus inferiore che è sempre verde e spesso con poche spine e da un cactus superiore che può essere giallo, rosso, arancione, rosa o bordeaux. Secondo About Succulents , il colorato cactus a forma di palla sulla parte superiore si nutre del cactus ospite inferiore. I Bright Gymnocalycium mihanovichii sono in realtà albini, il che significa che non possono produrre la loro clorofilla; a causa di questa relazione parassitaria tra i due cactus, la pianta non può vivere molto più a lungo di due o tre anni. Tuttavia, durante questi pochi anni, il cactus lunare è relativamente facile da coltivare. Come molte altre specie di piante grasse e cactus, non ha bisogno di molta attenzione o acqua per sopravvivere.

Come usare un cactus lunare innestato in giardino

Pitch/Shutterstock

I cactus lunari innestati sono usati raramente in giardino. Richiedono temperature che rimangano sempre di circa 30 gradi Fahrenheit. Ciò significa che, a meno che tu non viva nella zona di rusticità USDA 10, non avrai molta fortuna con i cactus a sfera di rubino nel tuo giardino, come da Garden in Pots. Anche gli inverni in questi ambienti caldi possono causare la morte di queste piante. Se hai la stanza all'interno della tua casa, è meglio coltivare il tuo cactus lunare come pianta d'appartamento.

Se sei pronto a coltivare cactus lunari nel tuo giardino, ti suggeriamo di usarli in fioriere combinate o giardini di cactus. Si accoppiano bene con altre piante grasse compatte come echeveria minima, gasteria "poco verrucosa" e tiger kalanchoe. I cactus lunari hanno bisogno di molta luce solare indiretta e un po' d'acqua, ma assicurati di piantare i tuoi con cactus con esigenze simili. Inoltre, prova a posizionare le fioriere combinate in un punto luminoso al riparo dalla luce solare diretta, come sotto il portico o sotto piante più grandi. Tenere questi cactus in fioriere ti permetterà di portarli dentro durante le notti fredde e gli inverni in modo che possano vivere più a lungo.

Come far crescere un cactus lunare innestato

Kanjana Wattanakungchai/Shutterstock

Il modo più semplice per coltivare un cactus lunare innestato è acquistarlo pre-innestato nel tuo vivaio locale. Tuttavia, se ti senti all'altezza del compito di innestare un cactus lunare, ti forniremo i passaggi per farlo. Prima di iniziare, avrai bisogno di alcuni rifornimenti. Raccogli guanti, elastici, un vasetto, cactus, terriccio succulento e un coltello sterilizzato. Avrai anche bisogno di un cucciolo di Gymnocalycium mihanovichii e di un cactus ospite; o Hylocereus trigonus o Cereus repandus, spiega Lotus Magus.

Inizia tagliando la parte superiore del tuo cactus ospite per rivelare un anello sottostante. Questo anello è vitale per la crescita e la sopravvivenza dei due cactus che stai innestando insieme. Quindi, taglia un po' del fondo del tuo cucciolo di Gymnocalycium mihanovichii. Al suo interno ci sarà un altro anello più piccolo: abbina con cura i due cerchi insieme. Quanto meglio si abbinano, tanto più velocemente le due piante diventano una. Quindi, avvolgi da due a quattro elastici attorno al vaso e sul Gymnocalycium mihanovichii per tenerlo sopra il cactus ospite. Dopo circa un mese, i tuoi due cactus dovrebbero essersi innestati insieme e puoi rimuovere gli elastici. Tieni presente che non c'è altro modo per coltivare o propagare il cactus lunare.

Come prendersi cura di un cactus lunare innestato

Alohapatty/Shutterstock

Il cactus palla di rubino è una pianta facile da curare che ha bisogno solo di luce solare e acqua adeguate per sopravvivere. Tuttavia, a differenza di altre specie di cactus, questa non apprezza la luce solare diretta perché la parte superiore della pianta non può fotosintetizzare correttamente a causa del suo DNA mutante; tuttavia, il cactus ospite ha bisogno della luce solare per nutrire il parassita. È una situazione complicata! Il miglior compromesso per mantenere felici entrambe le piante è mettere il tuo cactus lunare innestato in una finestra luminosa con luce solare indiretta, come da Leafy Place. Un po' di luce solare diretta al mattino va bene, ma assicurati di prestare attenzione alle macchie sbiancate sulla palla che indicano che sta prendendo troppo sole.

Lascia sempre che il terreno si asciughi tra un'annaffiatura e l'altra, il che significa che dovresti saturarlo solo una volta alla settimana circa. Secondo About Succulents, potrebbe non essere necessario annaffiare questa pianta nei mesi invernali. Per quanto riguarda la fertilizzazione, i cactus a sfera di rubino non sono grandi alimentatori. Pianifica di concimare il tuo cactus una volta al mese durante la sua stagione di crescita con cibo liquido per piante succulente.

Il cactus lunare innestato è tossico?

Rkakoka/Shutterstock

Sebbene Hylocereus non sia tossico per gli animali domestici, come affermato dall'ASPCA, il caso del Gymnocalycium mihanovichii non è esposto in modo così chiaro. La maggior parte dei proprietari di animali domestici presume che la parte superiore del cactus lunare innestato non sia una grande preoccupazione. About Succulents ci ricorda che sebbene non sia nell'elenco delle piante tossiche dell'ASPCA, ciò non significa che non sia pericoloso. È possibile che l'ingestione del cactus lunare possa causare vomito o altri sintomi.

Nonostante questa confusione, dovresti comunque tenere i tuoi animali domestici lontani dal cactus stesso e dalle punte di entrambe le piante. Le punture aguzze del cactus lunare possono penetrare nella pelle di esseri umani e animali domestici; se non trattate, le spine possono creare una piccola infezione sotto la pelle e potrebbero richiedere cure mediche. Come con qualsiasi pianta spinosa, tieni il tuo cactus palla di rubino su un ripiano superiore, lontano da animali domestici e bambini piccoli per evitare incidenti e lesioni.

Come rinvasare un cactus lunare innestato

ivegreatstuff/Shutterstock

L'unica volta in cui potresti aver bisogno di rinvasare il tuo cactus lunare innestato è quando lo porti a casa dal negozio. Questo perché questi cactus crescono lentamente e la loro breve durata significa che raramente superano il loro contenitore originale. Tuttavia, se hai bisogno di rinvasare il tuo cactus palla di rubino, ecco come dovresti farlo.

Avrai bisogno di guanti, terriccio succulento e un vaso non molto più grande della zolla del tuo cactus. Un contenitore troppo grande tratterrà troppa acqua e porterà alla putrefazione delle radici. Prima del rinvaso, assicurati che il terreno che circonda la tua pianta sia completamente asciutto. Con i guanti, rimuovi con cura il tuo cactus dal suo vaso originale. Come per The Spruce, rimuovi il vecchio terreno dal cactus, esponendo le sue radici. Una volta che gran parte della terra è caduta, metti la pianta nel suo nuovo vaso con terra fresca. Usando le dita guantate, premi saldamente lo sporco attorno alla base del cactus per fissarlo nella sua nuova casa. Non innaffiare subito il tuo cactus lunare innestato. Lascia che si radichi nel suo nuovo vaso e reintroducilo gradualmente al suo programma di irrigazione regolare.

Problemi comuni con il cactus lunare innestato

studio bluedog/Shutterstock

Questo strano cactus ibrido può avere diversi problemi se non viene innestato correttamente, annaffiato correttamente o data la giusta quantità di luce solare. Troppa luce solare è il problema più comune e uno dei più facili da correggere. Se il tuo cactus palla di rubino perde il suo colore, probabilmente la luce solare diretta è il colpevole. Garden in Pots ci dice di spostare semplicemente la pianta in un punto più ombreggiato della tua casa e guardarla riacquistare il suo colore. Tuttavia, se la palla diventa di colore marrone, probabilmente si sta verificando un'irrigazione eccessiva, che porta a marciume radicale e altri problemi.

Prima di fissare il programma di irrigazione, estrai la pianta dal suo contenitore per ispezionarne le radici; se alcuni sono marroni e molli, tagliateli e rinvasate la pianta. Ricorda di innaffiare il tuo cactus lunare innestato solo quando il terreno si è asciugato. Fare tutto questo dovrebbe consentire alla tua pianta di tornare in buona salute. Se la palla luminosa sul cactus lunare innestato sta iniziando a staccarsi, è cresciuta troppo velocemente, troppo lentamente o in modo improprio sopra il cactus ospite, dice Leafy Place. La soluzione a questo problema è innestare nuovamente il Gymnocalycium mihanovichii su un nuovo host. Rileggi la sezione "Come coltivare un cactus lunare innestato" per imparare come farlo.