Seleziona una pagina

jessicahyde/Shutterstock di Gracie Reamer / 4 aprile 2022 12:23 EDT

Originario della foresta pluviale del Brasile, il cactus pasquale (Schlumbergera gaertneri, precedentemente Hatiora gaertneri) è molto diverso dalle sue controparti del deserto. Abituata a temperature più fresche e umidità più elevata, questa specie di piante grasse ha poco in comune con le piante del deserto. I cactus di Pasqua hanno steli piatti e articolati costituiti da segmenti da 2 a 3 pollici. I loro fiori luminosi sembrano coni colorati, costituiti da circa una dozzina di petali arricciati che sono disponibili in una varietà di colori, come rosso, arancione e rosa (secondo UA Division of Agriculture).

I cactus di Pasqua vengono spesso scambiati per i cactus del Ringraziamento e di Natale a causa della loro forma e fogliame simili. Sebbene siano imparentati e tutti abbiano il nome della stagione in cui fioriscono, appartengono a specie vegetali diverse. Secondo NC State Extension Gardener, puoi distinguere le specie dalla forma dei loro segmenti del gambo, il cactus pasquale ha la forma più arrotondata. Il cactus di Pasqua si trova anche meno comunemente dei più popolari cactus di Natale o del Ringraziamento, probabilmente a causa della sua natura più capricciosa. Tuttavia, queste piante sono ancora ottime piante d'appartamento quando vengono curate correttamente. Se stai cercando una pianta insolita o un modo per portare un po' di colore primaverile nella tua casa, non cercare oltre, perché il cactus di Pasqua potrebbe essere la pianta che fa per te.

Come coltivare un cactus di Pasqua

HHelene/Shutterstock

I cactus pasquali possono essere coltivati ​​dai semi trovati nei piccoli frutti che producono. Il Rainforest Garden dice di iniziare aprendo con cura un frutto maturo, che conterrà dozzine di minuscoli semi. Quindi, stendi i semi su un tovagliolo di carta e fai del tuo meglio per rimuovere la polpa rimanente. Una volta che i semi sono puliti, spostali su un tovagliolo di carta fresco e prepara un vassoio poco profondo con terriccio. Metti la carta assorbente con i semi sul terreno e annaffia abbondantemente. Quando i semi iniziano a germogliare, separali in vasi individuali più grandi in modo che possano continuare a crescere liberamente.

La propagazione del tuo cactus pasquale può essere semplicemente eseguita con un ritaglio della tua pianta. Le nostre piante da appartamento consigliano di ritagliare il tuo cactus durante i mesi estivi per evitare danni alla tua pianta. Per il ritaglio, trova uno stelo sano e ritaglia un pezzo lungo due o tre segmenti. Aspetta un paio di giorni mentre il ritaglio si asciuga, quindi attacca la parte inferiore a circa 1 pollice di profondità in una pentola di terreno compostato. Mantieni il ritaglio leggermente umido solo quando le radici iniziano a svilupparsi, perché tendono a marcire se esposte a troppa umidità.

Come prendersi cura di un cactus di Pasqua

TSViPhoto/Shutterstock

Fortunatamente, prendersi cura di un cactus pasquale non è un compito particolarmente difficile. A differenza dei tradizionali cactus del deserto che prosperano in ambienti caldi, asciutti e aperti, il cactus di Pasqua è originario della foresta pluviale brasiliana molto più umida. I cactus pasquali hanno una bassa tolleranza al caldo, preferendo temperature più fresche sia di giorno che di notte. Gardening Know How cita anche la loro preferenza per la luce intensa. La luce solare che ricevono nel loro ambiente natale, tuttavia, viene filtrata attraverso la chioma degli alberi; quindi, posiziona il tuo cactus pasquale vicino a una finestra luminosa ma evita di metterlo direttamente alla luce del sole.

Il cactus pasquale gode di un terreno relativamente umido e ben drenante. Il terreno che fornisci dovrebbe essere una miscela sciolta e specifica per il contenitore, al fine di accogliere la crescita delle radici della pianta e mantenere un flusso d'aria sufficiente. L'aggiunta di ulteriore nutrimento al terreno, come compost o fertilizzante, può favorire la crescita e una buona salute. Lascia asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra, ma annaffia accuratamente la pianta quando lo fai (secondo The Spruce). Il fattore più importante è un adeguato drenaggio, quindi la pianta rimane umida ma non si trova in un terreno impregnato d'acqua.

I cactus di Pasqua fioriscono intorno alle festività pasquali da cui prendono il nome, dal tardo inverno all'inizio della primavera. Per incoraggiare fiori vigorosi, interrompere la fertilizzazione, diminuire l'irrigazione e posizionarli in un'area più fresca e più buia nel tardo autunno, alcuni mesi prima della fioritura programmata. Posizionali in una zona più calda all'inizio della stagione di fioritura e goditi la bellezza dei loro fiori colorati.

Varietà di cactus pasquali

Edward MacKenzie/Shutterstock

L'originale cactus pasquale (Schlumbergera gaertneri, noto anche come Rhipsalidopsis gaertneri) è molto amato per i fiori rosa rossastri che produce. Poiché il cactus di Pasqua è diventato più popolare nelle famiglie di tutto il mondo, sono stati sviluppati diversi ibridi di questa specie, portando nuovi colori e forme alla già amata pianta d'appartamento (secondo Logee's). Ecco alcune varietà che sono state create:

  • Cactus di Pasqua 'Scorpius' (Rhipsalidopsis gaertneri): questa varietà è nota per i suoi bellissimi fiori rosso brillante che possono essere goduti durante la sua stagione di fioritura di due o tre mesi.

  • Cactus di Pasqua arancione 'Colomba' (Rhipsalidopsis gaertneri): simile alla bellezza di una splendida alba, questo cactus di Pasqua produce vivaci fiori d'arancio che si aprono solo quando il sole è fuori.

  • Cactus di Pasqua bianco 'Sirius' (ibrido di Rhipsalidopsis): a differenza dei fiori dai colori vivaci che hanno la maggior parte dei cactus di Pasqua, questa varietà di cactus di Pasqua ha eleganti fiori bianchi che ricordano le stelle luminose.

  • Cactus nano di Pasqua (Rhipsalidopsis rosea): questa varietà nana è una versione più piccola del cactus pasquale originale, che produce piccoli fiori rosa pallido (secondo The Garden Helper).

Il cactus di Pasqua è tossico?

Damian Lugowski/Shutterstock

Ci sono molte specie di cactus del deserto note per avere parti commestibili. Ad esempio, i nopales del versatile fico d'India possono essere cucinati o semplicemente gustati così come sono. Il loro estratto dolce può essere utilizzato anche per aromatizzare qualsiasi cosa, dalle bevande ai pasticcini e ai dessert. Il cactus Barrel coltiva frutti gialli aspri che possono anche essere cucinati o mangiati crudi, e i loro semi ricchi di proteine ​​possono essere schiacciati in una farina grossolana, secondo Experience Scottsdale. Il cactus pasquale, tuttavia, è diverso dal cactus del deserto anche sotto questo aspetto, in quanto non è considerato commestibile e non può essere comodamente mangiato dall'uomo.

Il cactus pasquale è costituito da materiali molto fibrosi che, se mangiati, possono causare sintomi che vanno dal lieve disagio al vomito e alla diarrea più gravi. La pianta produce frutti, ma solo gli uccelli selvatici e altri animali possono tollerarne un consumo sicuro (secondo The Knowledge Burrow). Per quanto riguarda gli animali comunemente tenuti come animali domestici, Houseplant Central afferma che l'ingestione di parti della pianta può causare disagio a cani e gatti, ma il cactus di Pasqua non è tossico e non presenta alcun rischio di gravi effetti sulla salute o danni permanenti.

Come rinvasare un cactus di Pasqua

Boryana Manzurova/Shutterstock

Il cactus pasquale viene generalmente coltivato al chiuso e prospererà nella sua fioriera, soprattutto se gli viene abitualmente dato terreno fresco. Gardening Know How consiglia di rinvasare un cactus pasquale ogni due anni, all'inizio della primavera prima che fiorisca. Se mostra segni di diventare troppo grande per il suo piatto attuale, puoi trovarne uno nuovo della dimensione successiva. Se sembra contenuto nel loro vaso attuale, puoi semplicemente cambiare il nostro terreno e rimetterlo dentro.

Prima di sollevare il cactus di Pasqua dal suo vaso attuale, il video Youtube di Desert Plants of Avalon consiglia di utilizzare un cucchiaio a punta lunga per allentare la zolla della pianta. Per fare questo, infila l'estremità piatta del cucchiaio nel terreno proprio contro il bordo della pentola. Sposta il cucchiaio lungo la circonferenza, quindi inclina il vaso e fai scorrere delicatamente la pianta verso l'esterno. Usa il compost per rivestire il fondo del contenitore, quindi posiziona la pianta all'interno, centrandola nel vaso. Riempi lo spazio rimanente con terriccio. A differenza della maggior parte delle altre piante, dovresti evitare di annaffiare il tuo cactus pasquale per alcuni giorni per consentire alle radici di riprendersi dal trapianto, ma poi continuare a prenderti cura della tua pianta normalmente.

Problemi comuni con il cactus di Pasqua

Aman Kumar Verma/Shutterstock

Poiché i cactus di Pasqua sono più comunemente usati come piante domestiche e amano vivere in un ambiente in vaso, non devono affrontare gli stessi problemi di parassiti che affliggono regolarmente le piante all'aperto. Tuttavia, sono ancora a rischio di danni causati da parassiti che si infiltrano e affliggono le piante all'interno di una casa, come cocciniglie, squame e moscerini dei funghi (secondo The Spruce). Per fortuna, Plant Perfect consiglia diversi passaggi che puoi intraprendere per evitare che questi parassiti indesiderati attacchino le tue piante d'appartamento.

Come primo passo, esamina attentamente le nuove piante prima di introdurle nella tua famiglia e tienile separate da qualsiasi altra pianta che hai già per evitare la diffusione di parassiti o malattie invisibili. Una volta che la nuova pianta è stata messa in quarantena abbastanza a lungo da confermare il suo stato di salute, puoi lasciarla confondere con le tue piante esistenti. Assicurati che ciascuna delle tue piante abbia abbastanza spazio per una corretta circolazione dell'aria e cerca di evitare di annaffiare eccessivamente il terreno. Quest'ultima precauzione è anche la chiave per evitare lo sviluppo del marciume radicale. Soprattutto, fai del tuo meglio per mantenere le tue piante in buona salute. Le piante sane e forti hanno la capacità di allontanare i parassiti indesiderati; quindi, fornisci alle tue piante molta luce, fertilizzale durante la stagione di crescita e assicurati che abbiano le giuste sistemazioni in base alla loro specie.