Seleziona una pagina

M. Schuppich/Shutterstock Di Nina Rogoff / 1 marzo 2022 14:59 EDT

Nel mondo delle piante, la viola è l'ampia categoria di genere della famiglia delle piante viola (violaceae), con oltre 550 specie, secondo American Meadows. Sono fiorellini colorati facilmente riconoscibili dai segni dei petali centrali su alcune varietà che sembrano una faccia. Molte persone le chiamano "viole del pensiero", ma le viole sono in realtà il fiore da cui hanno avuto origine le viole del pensiero. A volte vengono anche chiamati "Johnny-jump-ups" o "delizia del cuore".

Le viole sono più compatte delle viole del pensiero, di solito crescono sotto gli 8 pollici di altezza con una diffusione fino a 12 pollici. Hanno un fiore più piccolo e foglie più piccole delle viole del pensiero, ma hanno più fiori. Alcune varietà hanno un gambo più lungo, il che rende più facile raccoglierle come bouquet per un piccolo vaso. Gli specialisti del giardinaggio delle viole Laura e Jack Wildgoss hanno informato Rare Plant Fair che le viole hanno una delle stagioni di crescita più lunghe che iniziano dall'inizio al tardo autunno, con le cure adeguate. Crescono in una brillante gamma di colori e alcune varietà hanno diversi colori su una fioritura. Sono facili da coltivare, sia da seme che da piantine. Il giardiniere Mark Lane ti mostra come coltivare anche viole da talee di radici. Alcune varietà di viole sono vere piante perenni e torneranno ogni anno. Gli ibridi moderni sono meglio trattati come annuali e sostituiti ogni anno. Infine, le viole hanno molti usi tra cui culinario, medicinale e profumo.

Come usare le viole in giardino

Giardini di Design/Shutterstock

Le viole sono ottime piante di confine nel tuo giardino e sono spesso consigliate per la copertura del suolo, secondo Learning With Experts. Si diffonderanno e formeranno cespi fioriti, in particolare sotto arbusti come le rose, con i quali si combinano molto bene. Puoi anche coltivarli insieme alle tue verdure poiché le viole sono commestibili. Inoltre, le viole sono disponibili in un'ampia gamma di colori e possono essere a strisce, a schizzi, bicolore o in molte sfumature di bianco, giallo, pesca, rosa, malva, viola e blu. Usali per creare varie combinazioni di colori con altri fiori nel tuo giardino.

Un modo per creare un giardino molto pieno e fiorito, anche in un piccolo spazio, è piantare viole a strati o piantare in eccesso bulbi come tulipani e narcisi, secondo Easy to Grow Bulbs. I bulbi da fiore vengono piantati più nel terreno a seconda del fiore, mentre i semi di viola possono essere seminati sopra. Decidi se vuoi piantarli come fiori coordinati in cui tutte le varietà fioriranno contemporaneamente, o utilizzare la fioritura sequenziale, in cui un fiore inizia a sbocciare mentre un altro sta svanendo. Se preferisci coltivare le viole in contenitori, il giardiniere David Epstein ti mostra come (tramite Growing Wisdom).

Come coltivare le viole

Zanete/Shutterstock

Puoi iniziare a coltivare viole al chiuso dai semi da otto a 12 settimane prima dell'ultimo gelo. Oppure puoi seminarli direttamente nel tuo giardino, anche se molti giardinieri suggeriscono che questo metodo ha meno successo, secondo Johnny's Selected Seeds. Se inizi le viole in un contenitore per l'inizio dei semi, riempi i contenitori con terriccio con o senza l'inizio dei semi mescolato. Se usi una miscela per iniziare i semi, devi aggiungere dell'acqua prima di piantare i semi, dice Chista's Giardino . Hai solo bisogno di mettere da tre a quattro semi sopra in ogni piccola cella; non è necessario spingerli nel terreno. Quindi coprire i semi con un sottile strato di compost che è stato setacciato per rimuovere i ramoscelli o la corteccia.

Per germogliare, le viole devono essere tenute al buio, quindi coprirle leggermente per 7-14 giorni. Quando le piante hanno due foglie vere, rimuovi il coperchio e diradare le piantine in modo che ce ne sia solo una per cellula. Ora, fornisci molta luce su un davanzale soleggiato o coltiva piantine da 3 a 4 pollici sotto le luci di coltivazione fino a quando non sono abbastanza grandi da poter essere piantate all'esterno. Le lampadine a incandescenza non funzioneranno perché diventano troppo calde. Le viole continuano ad aver bisogno di un periodo buio, quindi concedi loro almeno otto ore senza le luci di crescita, secondo Burpee.

Come prendersi cura delle viole

Mee Ko Dong/Shutterstock

Ecco come puoi prenderti cura delle tue viole per aiutarle ad apparire belle durante la loro lunga stagione di crescita. Inizia con il terreno ideale, con un pH compreso tra 5,4 e 5,8, spiega il Center for Urban Architecture. Un valore superiore a 5,8 può portare a una maggiore incidenza della malattia del marciume delle radici nere. Dovresti testare il terreno anche più avanti nella stagione di crescita perché il pH cambia. Le viole amano il terreno umido e ben drenante, ma non il terreno bagnato fradicio, che può causare la putrefazione delle radici o la crescita di funghi sulle foglie. Innaffia le viole una o due volte alla settimana durante i periodi di siccità, scrive The Gardener's Network. Le viole piantate in contenitori hanno bisogno di acqua più regolare di quelle nel terreno.

Le viole beneficiano di una dose leggera di un fertilizzante granulare a lenta cessione o di un 10-10-10 (NPK). Fertilizzare una volta al mese. Non acquistare un fertilizzante con un contenuto di azoto troppo elevato (il primo numero del fertilizzante) poiché incoraggerà foglie grandi e piccole fioriture. Testa a morte i fiori appassiti tagliandoli con le forbici come se li stessi tagliando per un bouquet, spiega SFGate. Questo lascia la pianta con più energia per produrre fiori aggiuntivi. Se hai intenzione di lasciare le tue viole nel terreno durante l'inverno, puoi tagliarle in cima a settembre o quando smettono di fiorire. Lascia un paio di centimetri di crescita come protezione.

Varietà di viole

chinahbzyg/Shutterstock

Esistono molte varietà diverse di viole, dalle antiche varietà storiche agli ibridi. Per quanto riguarda la prima, gli esperti giardinieri Laura e Jack Willgloss hanno dichiarato a Rare Plant Fair che la Viola carnuta è una specie originaria dei prati dei Pirenei. Hanno steli lunghi per tenere i loro fiori profumati di miele abbastanza in alto sulle erbe circostanti per attirare gli insetti impollinatori. Sebbene i fiori siano delicati, le piante sono molto resistenti.

Gli ibridi viola, come suggerisce il nome, offrono molte varietà che possono essere striate, spruzzate, bicolori o i colori solidi di bianco, giallo, pesca, rosa, malva, viola e blu. Molti sono anche profumati. Mentre il profumo più comune è di miele, alcune varietà sono diverse, come la Viola "Alice Kate", con fiori gialli sorbetto e un profumo che ricorda gli agrumi e i chiodi di garofano. Un'altra varietà è la Viola "Eris", con fiori bianchi cremosi e friabili e profumo di crema pasticcera alla vaniglia. Oltre agli ibridi, negli Stati Uniti ci sono anche varietà autoctone di viole. A volte, possono essere trovate allo stato brado nelle aree boscose.

Le viole sono tossiche?

Igor Normann/Shutterstock

I fiori e le foglie di viola sono sicuri per animali domestici e bambini perché non sono tossici. L'ASPCA non elenca le viole nell'elenco delle piante tossiche. In generale, però, gli animali dovrebbero avere un accesso limitato alle piante perché possono causare disturbi allo stomaco. Tuttavia, i semi delle viole non dovrebbero essere mangiati da persone o animali in quanto sono considerati leggermente tossici e possono causare vomito e altri sintomi di mal di stomaco, scrive SFGate. Le giovani foglie sono commestibili crude o cotte come gli spinaci, suggerisce What's Cooking America.

Controlla sempre la confezione dei semi per assicurarti che la varietà viola che hai acquistato possa essere utilizzata come commestibile. Non usare mai pesticidi o altri prodotti chimici su nessuna parte della pianta che produce fiori che intendi mangiare. Inoltre, nota che ci sono piante che crescono in natura che assomigliano alle viole ma sono velenose. Mangia solo dalle piante di viola che hai coltivato da solo.

Come rinvasare le viole

Schubbel/Shutterstock

Per rinvasare le viole avrai bisogno di un contenitore (se non piantato direttamente in giardino), terriccio, cazzuola manuale, guanti da giardinaggio e fertilizzante granulato a lenta cessione. Prima di acquistare le piantine, controllale per la presenza di parassiti, muffa o macchie di foglie. Se hai coltivato le tue piantine, sono pronte per il rinvaso quando hanno da sei a otto foglie, per SFGate. Se stai usando un contenitore, scegline uno che abbia dei fori sul fondo per il drenaggio e riempilo con terriccio.

Quando sei pronto per piantare, rimuovi la piantina dal loro contenitore di avviamento strizzando delicatamente attorno ai lati mentre estrai delicatamente la pianta. Fare attenzione a non danneggiare le radici. Taglia le foglie gialle e i fiori appassiti alla base dei loro steli. Le radici di saranno compresse attorno al terreno. Separare delicatamente il terreno per allentare leggermente le radici.

Quindi, fai un buco nel terriccio che abbia la stessa profondità della pianta in vaso. Metti la pianta nella buca, assicurandoti che l'area in cui gli steli incontrano le radici (chiamata "corona") sia visibile sopra il terreno. Picchietta delicatamente un po' di terreno sciolto attorno alla pianta, ma non vuoi compattare il terreno per impedire all'acqua di defluire. Innaffia le viole vicino alla base e cerca di evitare di bagnare le foglie o i fiori. I tubi flessibili dell'ammollo lo rendono più facile. Infine, distribuisci 1 cucchiaino di fertilizzante per piede quadrato di terreno attorno alle piante. Fertilizzare mensilmente usando fertilizzante 10-10-10.

Indurire le viole prima di piantare all'esterno

CatherineLProd/Shutterstock

Prima di poter piantare viole all'aperto, le piantine devono essere "indurite", spiega The Almanac. Ciò significa che devono acclimatarsi alle condizioni esterne in più fasi a partire da circa una settimana prima dell'ultimo gelo. Inizia mettendo le tue piante fuori per due ore alla volta e portandole dentro di notte. Ogni giorno, prolunga di due ore il tempo trascorso all'aperto, una delle quali dovrebbe essere alla luce diretta del sole mattutino. Nell'arco di una o due settimane, aumentare gradualmente la durata e il sole diretto. Puoi lasciare le viole durante la notte e piantarle quando non c'è pericolo di gelo.

Quando acquisti le viole dai vivai o dai vivai, chiedi di assicurarti che siano già state indurite se stai piantando all'inizio della stagione di crescita quando le temperature sono ancora basse. Le viole sono piante perenni nelle zone di rusticità USDA da 6 a 10, secondo The Spruce. Puoi anche piantare le viole come fiore annuale nel tuo giardino, sostituendo l'intera pianta con una nuova pianta dopo che i fiori si sono estinti. Le viole crescono in ombra parziale fino al pieno sole, ma hanno bisogno di più ombra nei mesi più caldi.

Viola parassiti e funghi

Kazakov Maksim e nnattalli/Shutterstock

Come con quasi tutte le piante viventi, le viole hanno una propria serie di disturbi che possono colpire le radici o le foglie, causando l'appassimento o la morte delle piante. Ci sono una serie di possibili parassiti tra cui afidi, coleotteri, mosche, lumache e lumache, oltre a malattie fungine, secondo Burpee. Fortunatamente, ci sono molti rimedi naturali che puoi usare per curare questi problemi, scrive Garden Gate. Ricorda, se scegli di usare un insetticida per curare parassiti e funghi, non potrai mangiare il fiore, gli steli o le foglie. La giardiniera Sarah Raven afferma che alcuni dei problemi con la viola possono essere prevenuti ispezionando le piante al momento dell'acquisto. Ecco alcuni altri suggerimenti per aiutare:

Guarda le radici, le foglie e i fiori quando acquisti la pianta per verificare la presenza di insetti o funghi. Non esagerare con le piante e prova a usare l'irrigazione a goccia in modo che le foglie non si bagnino. Se c'è un fungo sulle tue piante, estraile da terra il prima possibile e non ripiantare usando lo stesso terreno negli anni successivi. Prova i trattamenti naturali per eliminare i parassiti, come le coccinelle per mangiare gli afidi e cospargere di alghe fresche o in polvere intorno alle piante per respingere le lumache.

Usi culinari, medicinali e di altro tipo delle viole

Madeleine Steinbach/Shutterstock

Le viole hanno una lunga storia di utilizzo in cucina, medicina e profumi. Sia le foglie che i fiori delle viole sono commestibili, scrive Common Farms. I fiori di viola creano bellissime guarnizioni, possono essere aggiunti alle insalate e Dixie Crystals offre un modo semplice per farli canditi; a seconda della varietà possono avere un sapore. I fiori e le foglie di "Rebecca", una delle varietà di viola, hanno un distinto sapore di vaniglia con sentori di verde invernale. Puoi anche congelarli in acqua per fare un bel cubetto di ghiaccio! Ricorda, mangia solo le viole che hai coltivato da solo senza pesticidi. Non mangiare fiori di campo che trovi nei boschi. Come accennato, ce ne sono alcuni che sembrano viole ma sono velenosi.

Molte specie di viola contengono antiossidanti e sono state utilizzate per scopi medicinali sia per via topica che per ingestione. Prima di provare a usarli per scopi medicinali, parla con il tuo medico. Infine, le viole sono una fonte di profumi nell'industria dei profumi, scrive la Perfume Society. Hanno un profumo leggero che alcuni chiamano "civettuola" perché contiene una sostanza chimica naturale che attiva e disattiva la capacità degli esseri umani di annusare la fragranza per momenti alla volta.