Seleziona una pagina

RainBoow6/Shutterstock di Lucy Clark / 7 aprile 2022 11:58 EDT

La felce Kimberly Queen, nota anche come felce spada, o con il suo nome botanico Nephrolepis obliterata, è una specie di felce perenne originaria dell'Australia, secondo The Spruce. Il nome deriva dalla regione dell'Australia, chiamata Kimberly, dove è stata scoperta. Il suo altro soprannome, la felce spada, deriva dall'aspetto della pianta. Mentre la maggior parte delle felci crescono in strutture simili, questa ha foglie decisamente più strette a forma di spada, che possono crescere fino a 3 piedi di altezza e 4 piedi di larghezza.

Simile alla maggior parte delle altre felci, le felci Kimberly Queen possono essere coltivate all'interno o all'esterno, purché ricevano cure adeguate in modo che i loro bisogni siano soddisfatti. All'interno, ha il principale vantaggio di essere un purificatore d'aria naturale, poiché First for Women fa notare che è nell'elenco delle piante d'appartamento per la purificazione dell'aria approvate dalla NASA. Un altro vantaggio della felce Kimberly Queen è che è completamente non tossico per umani, gatti, cani e cavalli, secondo The Organic Goat Lady. Continua a leggere se vuoi imparare a prenderti cura di questa grande pianta.

Come usare una felce Kimberly Queen in giardino

RainBoow6/Shutterstock

I giardinieri di tutto il mondo amano appendere le felci all'aperto durante i mesi caldi, poiché le piante amano l'umidità stagionale. Tuttavia, la maggior parte delle persone non conosce il potenziale della pianta per la longevità del giardino. Detto questo, le felci Kimberly Queen possono essere coltivate solo all'aperto tutto l'anno nelle zone di rusticità USDA 9-11, avverte Planting Tree. Luoghi come il Texas, la California meridionale, la Florida e altri climi costantemente caldi sono più adatti per la cura all'aperto a lungo termine. Per quelli nei climi più freddi, considera di mettere in vaso la tua felce spada e portarla in casa una volta che le temperature iniziano a scendere.

Le felci Kimberly Queen sono anche resistenti ai cervi, ai conigli e ai parassiti, il che le rende perfette per i bordi dei giardini o per proteggere altri fiori a cui la fauna selvatica potrebbe essere interessata. Mentre molte persone preferiscono appendere le felci ai cesti per vedere appieno l'effetto del loro grande frontali, piantarli in contenitori o direttamente nel terreno può produrre un effetto visivo altrettanto impressionante.

Se vuoi progettare il tuo cortile o giardino attorno a una felce regina Kimberly, Costa Farms consiglia begonie, caladium e impatiens della Nuova Guinea per le piante da compagnia. Le begonie contrasteranno con il fogliame pesante della felce con un brillante tocco di colore. I caladium portano anche foglie grandi e drammatiche che si abbinano alle felci Kimberly Queen. Infine, la varietà di impatiens della Nuova Guinea proviene dalla stessa regione del mondo, il che li rende un abbinamento naturale da giardino.

Come coltivare una felce Kimberly Queen

Jaletan/Shutterstock

Coltivare una nuova felce Kimberly Queen è un compito piuttosto interessante e molto diverso dal semplice taglio dello stelo o dalla propagazione per divisione delle radici. Mentre puoi ovviamente acquistare una nuova pianta, puoi anche coltivare queste felci dalle spore, secondo The Spruce. Invece di coltivare semi come altre piante, le felci coltivano spore sulle foglie che possono essere raccolte e germinate.

Per fare questo, cerca una fronda ricoperta di spore, che sembrerà dei piccoli pois marroni. Quindi, raccogli un sacchetto di carta e un paletto per piante. Avvolgi il sacchetto di carta attorno alla fronda portatrice di spore e usa il paletto per sostenerlo in posizione. Rimuovere la borsa dopo circa dieci giorni. L'interno sarà coperto dalle spore, che si manifesteranno come polvere marrone.

In uno starter per semi o in un vassoio di germinazione riempito con muschio di sfagno e terriccio, scuoti le spore e copri con il coperchio. Dopo un po', le fronde inizieranno a crescere, a quel punto puoi aprire leggermente il coperchio per la circolazione dell'aria, rimuovendo completamente il coperchio dopo una settimana. Quando le piante hanno raggiunto una dimensione adeguata, rinvasatele nel loro vaso e prendetene cura come al solito.

Come prendersi cura di una felce Kimberly Queen

Totokzww/Shutterstock

La maggior parte delle felci, inclusa la felce Kimberly Queen, ha esigenze di cura e manutenzione simili per imitare al meglio il loro ambiente naturale. È noto che le felci crescono in luoghi più ombrosi, anche se Bloomscape chiarisce che preferiscono la luce brillante, ma indiretta. L'azienda Kimberly Queen può anche tollerare il pieno sole, ma tieni presente che dovrà essere annaffiata più frequentemente, altrimenti le fronde potrebbero diventare marroni. Innaffia la tua felce Kimberly Queen quando il 1/4 superiore del terreno è asciutto.

Qualcosa di cui tutte le felci hanno bisogno è un'elevata umidità. La sfida delle felci, quindi, è che l'umidità può attirare i parassiti. Per evitare che ciò accada, posiziona la felce in una stanza già umida, come un bagno o una cucina, oppure usa strumenti che consentano alla pianta di regolare la propria umidità, come un vassoio di ciottoli o un umidificatore per piante con un misuratore di umidità. Puoi anche scegliere di nebulizzare manualmente la felce regolarmente.

Le felci Kimberly Queen non amano essere più fredde di 65 gradi. Se lo desideri, puoi spostare la tua pianta all'aperto durante il clima costantemente caldo. Le felci Kimberly Queen preferiscono essere nutrite ogni tre mesi circa con un fertilizzante liquido per piante d'appartamento, diluito a metà. Fai attenzione a non nutrire mai una felce secca, poiché le foglie potrebbero bruciare e morire.

Varietà di felci Kimberly Queen

Benoit Bruchez/Shutterstock

La felce Kimberly Queen, sebbene davvero unica e visivamente accattivante, è tutt'altro che l'unica varietà di felce praticabile. Le felci hanno una lunga, lunga storia PlantSnap spiega che le felci hanno più di 70 milioni di anni, con oltre 10.000 specie. Se vuoi aggiungere un po' di verde di ispirazione preistorica alla tua casa, ecco alcune altre specie di felci che puoi provare (tramite Worst Room):

  • Kangaroo Paw Fern (Microsorium diversifolium): anch'essa originaria dell'Australia, questa specie di felce ha foglie verde scuro che crescono nella stessa forma delle felci tipiche, ma con un lungo stelo invece di soffici fronde

  • Lady Fern (Athyrium filix-femina): questa varietà di felce ha una tonalità verde più chiara con foglie merlettate e più morbide.

  • Felce dell'asparago (Asparagus aethiopicus): questa felce è facilmente identificabile dalle sue foglie morbide, sfocate e fini che producono piccole bacche rosse.

  • Felce capelvenere (Adiantum spp.): Questo genere di felce contiene alcune specie diverse con abitudini di crescita diverse, ma aspetti altrettanto delicati, con foglie più piccole, di colore verde chiaro, di forma circolare.

  • Felce di Boston (Nephrolepis exaltata): questa specie ampiamente conosciuta appartenente allo stesso genere della felce Kimberly Queen è anche molto simile nell'aspetto, tranne per il fatto che le sue foglie sono un po' più uniformi e aghiformi.

Come rinvasare una felce Kimberly Queen

Akintev/Shutterstock

Le felci Kimberly Queen preferiscono essere leggermente legate alle radici, ma ciò non significa che non necessitino di rinvasi occasionali. L'abete rosso consiglia di rinvasare la felce una volta notato che le radici hanno iniziato a crescere attraverso la parte superiore del terreno. Se sospetti che sia ora di rinvasare la tua felce, smetti di concimare per almeno un mese prima, per evitare che le foglie possano bruciare.

Prepara una nuova fioriera che sia 1 o 2 pollici più grande dell'ultima, assicurandoti che abbia molti fori di drenaggio. Le felci Kimberly Queen preferiscono un terreno ricco e ben drenante, più acido o neutro rispetto a quello alcalino. Prendi in considerazione l'incorporazione di ammendanti del suolo come torba e/o perlite per un maggiore drenaggio dell'acqua.

Inizia rimuovendo la felce dal suo vaso attuale e usa le mani per districare delicatamente ma con fermezza le radici e scuotere il più vecchio terriccio possibile. Aggiungi abbastanza terreno al nuovo vaso in modo che la felce si trovi solo un paio di pollici sotto il bordo. Quindi, riempi lo spazio rimanente con il terriccio, assicurandoti che tutte le radici siano coperte, ma che la corona della pianta non sia sepolta. Innaffia abbondantemente finché non vedi del liquido fuoriuscire dai fori di drenaggio e lascia scolare completamente.