Seleziona una pagina

nik sriwattanakul/Shutterstock Di Roger Adler / 19 aprile 2022 9:39 EDT

Platycerium, il nome scientifico di 18 specie di felci staghorn, è diventato un'aggiunta popolare ed esotica sia ai giardini che agli ambienti interni. Queste piante perenni non fiorite e senza semi sono epifite (piante aeree). Generalmente crescendo su alberi e rocce, ottengono i loro nutrienti e l'acqua dal deflusso dell'aria e della pioggia. Gardening Know How dice che possono pesare diverse centinaia di libbre in natura. Alcune felci hanno raggiunto anche i 10 piedi di altezza. Originariamente abitanti delle foreste tropicali in Australia, Nuova Guinea e sud-est asiatico, gli staghorn si sono fatti strada negli Stati Uniti sudorientali e nelle Hawaii. Inoltre, Science News ha riportato un'affascinante caratteristica delle felci staghorn: un biologo ha ipotizzato che formino una società intricata che paragona a un termitaio. Le loro fronde uniche funzionano come un gruppo condiviso, ognuno dei quali esegue lavori diversi.

Queste felci si distinguono per due tipi di foglie: quelle basali piatte e le fronde superiori le caratteristiche foglie simili a corna. Secondo Gardening Know How, le fronde basali sono essenziali per soddisfare i requisiti della felce. Catturano l'umidità e i nutrienti dai detriti in decomposizione e forniscono stabilità alla pianta. Le fronde superiori sono per la riproduzione.

Una nota per gli appassionati di piante parsimoniose: alcuni staghorn sono difficili da trovare e possono anche essere costosi. Tra i lati positivi, quelli che sono più facilmente disponibili tendono ad essere più resistenti al freddo e richiedono cure minime.

Come usare una felce staghorn in giardino

Wut_Moppie/Shutterstock

Poiché le felci staghorn non hanno bisogno di essere a contatto con il suolo, coltivarle nei giardini è un processo unico. In natura si possono trovare sulle rocce, nel cavallo degli alberi, sui rami o attaccati ai tronchi d'albero. Pertanto, piuttosto che integrarli con altre piante sul terreno, un giardiniere creativo può montarli su un albero, una roccia o un pezzo di legno casuale. Possono anche essere attaccati alla tua casa o al tuo garage. Il Gardening Know How avverte che le felci all'aperto diventeranno grandi, quindi assicurati di montarle o appenderle dove c'è ampio spazio. Assicurati anche di evitare le zone ombreggiate del giardino che possono diventare troppo fresche.

Cestini o altri contenitori pensili sono adatti purché in grado di sostenere il peso di queste piante pesanti. Potrebbe anche essere necessario utilizzare una catena come supporto, assicurandosi di attutirla per proteggere la superficie di montaggio. Una felce staghorn sospesa può fungere da ombrello frondoso per completare anche le piante sottostanti.

Come coltivare una felce staghorn

Susan Law Cain/Shutterstock

Gli staghorn sono considerati facili da coltivare e curare. Affinché le felci sopravvivano, è importante che il giardiniere simuli l'ambiente naturale della pianta. Poiché sono di origine tropicale, è logico che le felci staghorn preferiscano condizioni calde e umide. Una temperatura diurna di almeno 80 gradi Fahrenheit è ottimale, con 60 gradi la soglia minima. L'umidità relativa del 70% è perfetta.

I campioni richiedono una luce brillante e indiretta. La tua felce indoor accoglierà con favore un periodo in bagno o nella doccia se ha bisogno di umidità extra. Se il tuo clima è abbastanza caldo, lo staghorn può essere portato all'aperto. Per una migliore crescita, dovrebbe essere situato in ombra parziale. È prudente posizionare il tuo cervo volante all'aperto in un contenitore in modo che possa essere spostato all'interno durante uno scatto freddo.

Le felci richiedono un terreno di coltura ricco di materia organica: humus, torba e compost faranno il trucco. Per la coltivazione indoor, Bob Vila suggerisce di montare talee di felce su placche di legno (il cedro è una buona scelta) per replicare la crescita della felce su alberi o rocce. Non avrai bisogno di terriccio. Copri semplicemente le radici con muschio di sfagno inumidito e sei pronto. Fissare la pianta al supporto con filo non di rame. Oppure, coltiva le giovani piante in un vaso con una miscela di corteccia di orchidea e terriccio di cactus.

Come prendersi cura di una felce staghorn

Dogora Sun/Shutterstock

Il modo migliore per mantenere sano il tuo staghorn è seguire le linee guida adeguate per la sua alimentazione e l'ambiente. Secondo Gardening Know How, una buona cura richiede annaffiature frequenti, ma la pianta deve asciugarsi tra un'annaffiatura e l'altra. Fertilizza la tua pianta una volta al mese. Gli esperti suggeriscono di nebulizzare le fronde basali ogni settimana e di annaffiare le fronde verticali se appaiono appassite. Non temere se le punte stanno diventando marroni. Queste sono le spore della felce, non un segno di malattia. Non esagerare con l'acqua.

Qualcos'altro da tenere d'occhio sono le macchie scure alla base della pianta che possono suggerire un'irrigazione eccessiva e potrebbero anche indicare marciume fungino (rizoctonia). Se non trattato, questo fungo può essere fatale, quindi smetti immediatamente di annaffiare la pianta. Se non funziona, prova a usare un fungicida. A volte gli staghorn possono essere infestati da squame o cocciniglie. Questi parassiti possono essere eliminati rapidamente con sapone insetticida, anche se potrebbe essere necessario ripetere lo sterminio più di una volta.

Le grandi foglie delle felci catturano la polvere. Per Gardening Know How, lavando accuratamente le piante di felce staghorn, rimuoverai la polvere che può bloccare la luce solare. Naturalmente, così facendo si illumina anche l'aspetto della pianta.

Varietà di felci staghorn

Izz Hazel/Shutterstock

Il numero accettato di specie di staghorn fluttua; a volte ne vengono identificati fino a 24. Tuttavia, molti di questi sono semplicemente varietà coltivate della stessa specie. Il Platycerium Bifurcatum (felce staghorn comune, noto anche come platycerium alcicorne) è la varietà più familiare e ampiamente conosciuta delle 18 specie generalmente accettate. Indoor Plants World cita alcuni altri tipi notevoli tra cui scegliere per gli appassionati di felci, che includono:

  • Platycerium Stemaria (felce staghorn triangolare): le fronde di questa pianta pendono a forma di lunghi triangoli. È originario dell'Africa.
  • Platycerium Andinum (felce staghorn americana): questa è una varietà con fronde lucide che sono pelose sotto, l'unica specie originaria delle Americhe.
  • Platycerium Coronarium (corona di cervo): originario dell'Australia, ha una tinta dorata.
  • Platycerium Elephantotis (cervo dell'orecchio di elefante): ora trovato negli Stati Uniti sudorientali, è originario dell'Indonesia e della Papua Nuova Guinea.
  • Platycerium Insulare (felce staghorn a bordo piatto): questa è una varietà australiana che può raggiungere i 3 piedi di altezza.

Le felci staghorn sono tossiche?

Wichatsurin/Shutterstock

Alcune specie di felci possono causare problemi, ma le felci staghorn sono considerate dall'ASPCA non tossiche per cani, gatti, cavalli e esseri umani. Tuttavia, nell'improbabile eventualità che il tuo animale domestico abbia una reazione avversa al consumo o addirittura allo sfregamento contro una di queste piante, nausea, sbavando o diarrea ti avviseranno del problema. Assicurati di consultare il tuo veterinario.

Fortunatamente, animali e bambini non sono facilmente tentati da queste felci, poiché le piante vengono spesso montate o appese. È anche ipotizzabile, ma raro, che le spore rilasciate e ingerite da animali o esseri umani possano causare lievi sintomi di tossicità. Plant Addicts menziona un tipo di felce chiamata felce (non un corno di cervo), che è tossica per bovini, pecore e cavalli.

Posizionato all'interno, lo staghorn relativamente innocuo ti aiuterà davvero. Le sue foglie e le sue radici fungono da purificatore d'aria e rimuoveranno i gas potenzialmente tossici dall'ambiente.

Tre modi per propagare le felci staghorn

Si ritiene che la coltivazione di felci staghorn in giardino richieda molto tempo. A tal fine, Gardening Know How suggerisce le seguenti alternative. In estate, quando le spore sotto le fronde si scuriscono, rimuovi alcune foglie e asciugale in un sacchetto di carta. Quindi spazzola via le spore, bagna un ciuffo di muschio di torba posto in un contenitore e premi le spore sulla superficie. Assicurati di non seppellirli. Coprire con plastica e posizionare il contenitore in una finestra soleggiata. Acqua da sotto, e voil! In tre o sei mesi, le spore germoglieranno e mesi dopo avrai una nuova pianta da montare.

Un'alternativa è tagliare a metà una felce matura (usando un coltello seghettato), assicurandosi di mantenere abbastanza fronde e radici su ciascun lato. Una terza opzione: puoi anche rimuovere un cucciolo di derivazione dalla pianta madre e attaccarlo alla sua cavalcatura.