Seleziona una pagina

sima/Shutterstock di Lola Desmole / 11 maggio 2022 9:03 EDT

Spesso usati in modo intercambiabile a causa delle loro somiglianze nell'uso, sia il mastice che il sigillante servono a sigillare i giunti e riempire gli spazi vuoti tra i materiali da costruzione fissi. Sono più comunemente usati per prevenire perdite d'acqua e correnti d'aria, ma servono anche per riparare crepe in pareti e tetti, rifinire finiture e modanature, mantenere gli spazi vuoti della cucina privi di briciole, ritoccare piastrelle imperfette e persino tenere lontani insetti e altri parassiti casa, per Bob Vila.

Mentre il mastice e il sigillante a volte possono essere usati per gli stessi scopi, alcune differenze chiave li distinguono l'uno dall'altro. Ognuno di loro ha i suoi pro e contro e sono i migliori per diverse aree della casa. Principalmente, il mastice viene utilizzato per sigillare le fessure della costruzione, mentre il sigillante viene utilizzato per legare insieme superfici e determinati materiali. Molti fattori sono in gioco quando si sceglie l'uno o l'altro, come il materiale su cui lo si utilizza, la posizione e se si tratta o meno di un'area soggetta a bagnarsi, ad esempio.

Qual è la differenza nell'applicazione?

Aleksey Kurguzov/Shutterstock

In termini di applicazione, sigillante e mastice sono relativamente simili. Entrambi devono essere applicati con una pistola per calafataggio, spiega Badeloft, motivo per cui il sigillante viene spesso chiamato mastice e perché confonderli entrambi può essere abbastanza facile.

Secondo The Spruce, il processo di applicazione è abbastanza semplice per entrambi questi agenti sigillanti. Una volta scelto il mastice o il sigillante più adatto a te, ti consigliamo di rimuovere il vecchio mastice o sigillante sulla superficie, quindi pulirlo con acqua e sapone. Applicare del nastro adesivo sulla superficie in cui si desidera che il mastice o il sigillante si fermi. Infine, con la pistola ad un angolo di 45 gradi, applicare il mastice o il sigillante, lisciare il giunto e rimuovere il nastro. Questo è tutto!

Pro e contro del sigillante

Stock Palatinato/Shutterstock

Il più grande vantaggio quando si tratta di sigillante è l'elasticità che offre. I materiali che compongono il sigillante gli consentono di espandersi facilmente e di non rompersi di fronte a temperature fluttuanti. Inoltre, il sigillante è resistente all'acqua, quindi è perfetto per le aree della casa che sono spesso umide. Inoltre non ingiallisce, il che manterrà la tua casa fresca. Come ulteriore vantaggio, il sigillante è disponibile in molti colori diversi, incluso trasparente, secondo Little House On The Corner.

Il principale svantaggio dell'uso del sigillante è che non puoi dipingerci sopra. Tuttavia, per cominciare sono disponibili diversi colori, quindi questo non dovrebbe essere un grosso problema. Inoltre, una seconda mano di sigillante non può essere applicata su una già esistente in quanto non si attacca. Per applicare il sigillante, è necessario disporre di una superficie pulita senza materiali precedentemente applicati. Il sigillante ha anche un forte odore ed è molto più difficile da rimuovere del mastice.

Pro e contro del mastice

Irena Misevic/Shutterstock

Il mastice, sebbene utile in molte situazioni, tende ad essere più difficile da usare rispetto al sigillante. Anche se il mastice può essere utilizzato come agente sigillante per materiali da costruzione e giunti, può essere utilizzato solo in aree specifiche poiché è soggetto a restringimento e fessurazione se esposto all'acqua o temperature fluttuanti, secondo Oatey. Potrebbe anche essere necessaria una seconda mano poiché si indurisce una volta asciutto e può screpolarsi o restringersi subito dopo l'applicazione.

D'altra parte, il mastice si asciuga molto più velocemente del sigillante e può essere verniciato con qualsiasi tipo di vernice. Contrariamente al sigillante, il mastice è anche molto più facile da eliminare quando è ancora bagnato e richiede solo acqua per essere rimosso, mentre il sigillante ha bisogno di solvente. Una volta asciutto, tuttavia, il mastice è molto più duro del sigillante.

Qual è la differenza di composizione?

ungvar/Shutterstock

Mentre il sigillante è a base di silicone, il mastice è spesso acrilico o a base di lattice. Questo spiega sia perché il mastice è più duro quando è asciutto sia perché il sigillante è resistente all'acqua. È anche il motivo per cui il mastice è spesso considerato più tossico poiché l'acrilico e il lattice rilasciano più fumi quando vengono utilizzati rispetto al silicone.

Il mastice in lattice acrilico è perfetto per superfici come alluminio, vetro e piastrelle di ceramica, ma può anche essere utilizzato per sigillare giunti nelle superfici in legno, secondo Eco Home. D'altra parte, è improbabile che il sigillante siliconico aderisca al legno, ma funzionerà benissimo per piastrelle e altri materiali da costruzione. Esistono molti altri sigillanti e possibilità di composizione del mastice, ma sono molto meno comuni e alcuni sono troppo tossici per un progetto fai-da-te.

Usi consigliati per ciascuno

Ernest R. Prim/Shutterstock

Potrebbe non sorprendere che il sigillante abbia la priorità nei bagni e nelle cucine in cui è probabile che il materiale si bagni abbastanza. Ma oltre a questi ambienti, il sigillante può essere utilizzato anche per porte e finestre poiché il prodotto è anche più resistente alle variazioni di temperatura rispetto al mastice. Qualsiasi area che potrebbe conoscere il movimento dovrebbe anche essere soggetta a sigillante anziché a mastice. Infine, secondo Oatey, il sigillante dovrebbe essere utilizzato su qualsiasi impianto idraulico o giuntura e fessura della grondaia.

Il mastice deve essere utilizzato su legno, infissi come illuminazione, battiscopa, crepe di mobili e modanature a corona. Idealmente, il mastice dovrebbe essere utilizzato all'interno per non essere esposto agli sbalzi di temperatura ed è perfetto anche per le aree difficili da raggiungere poiché è facile e veloce da applicare.

Durata e manutenzione

Jasmine Sahin/Shutterstock

Sia il mastice che il sigillante hanno all'incirca la stessa durata della vita, secondo Badeloft. Sebbene sia più probabile che il mastice si rompa, non dovrebbe farlo se applicato in aree che non ricevono troppa aria o acqua. Il sigillante potrebbe quindi allentarsi un po' con il tempo, consentendo quindi l'accumulo di polvere e muffa al di sotto.

Tuttavia, la buona notizia è che il sigillante e il mastice dovrebbero durare entrambi fino a 20 anni, quindi una volta che lo hai fatto, non è necessario controllarlo così spesso, secondo EcoHome. In effetti, una volta ogni quattro o cinque anni è più che sufficiente. In termini di manutenzione, entrambi possono essere facilmente puliti di tanto in tanto con uno spazzolino da denti e un po' di aceto o un po' d'acqua e bicarbonato di sodio.