Seleziona una pagina

saiko3p/Shutterstock Di Isabel Cohen / 11 gennaio 2022 13:58 EDT

L'uccello del paradiso, noto anche come il fiore della gru (nome scientifico: Strelitzia) è uno dei membri più riconoscibili del regno vegetale grazie alle sue fioriture uniche che ricordano gli uccelli in volo. I fiori sono costituiti da una guaina spessa e appuntita che cresce con un angolo di 90 gradi rispetto allo stelo. Dalla cima di questa guaina spunta una manciata di fiori colorati, di colore variabile dall'arancione al giallo, blu e viola. Anche la guaina stessa è spesso striata di colore. Il resto della pianta è costituito da foglie spesse e verdeggianti che possono crescere fino a 28 pollici di altezza, secondo SFGate. L'intera pianta raggiunge altezze comprese tra 3 e 30 piedi, rendendola un punto focale di qualsiasi giardino.

Questa splendida pianta tropicale ha origini reali, risalenti al 18° secolo. Sir Joseph Banks, direttore dei Royal Botanic Gardens di Kew, in Sud Africa, ha coniato il nome scientifico dell'uccello del paradiso in onore della regina Charlotte, conosciuta anche come la duchessa di Mecklenburg-Strelitz, secondo FTD by Design. L'uccello del paradiso è arrivato a simboleggiare molto più della regalità a seconda del paese in cui cresce, può simboleggiare qualsiasi cosa, dalla gioia alla fedeltà e persino una visione positiva della vita. Questa pianta è facile da coltivare sia all'interno che all'esterno, purché vengano fornite le condizioni di crescita adeguate. Continua a leggere per una guida su come coltivare e prendersi cura del tuo uccello del paradiso.

Come usare l'uccello del paradiso in giardino

Yazovskikh Olga/Shutterstock

Ci sono molti modi in cui puoi progettare il tuo giardino per rendere l'uccello del paradiso un punto focale che chiunque visiti adorerà. Questa pianta è un'ottima opzione per creare strati nel tuo giardino, secondo SFGate. Essendo una pianta abbastanza grande, dovrebbe essere piantata lungo i muri o altri bordi del tuo giardino. Puoi quindi aggiungere altre piante da fiore più piccole davanti ai tuoi uccelli del paradiso per contrastare le numerose foglie verdi e assicurarti che il tuo giardino sia pieno di colori. Un altro modo per progettare il tuo giardino attorno all'uccello del paradiso è sfruttare i molti colori di questa pianta. Scegliendo piante vicine che presentano colori simili, puoi creare un paesaggio audace che attirerà l'attenzione sulle fioriture dell'uccello del paradiso.

Tieni presente che l'uccello del paradiso è una pianta tropicale, il che significa che può essere coltivata solo all'aperto in climi caldi. Tuttavia, se il tuo clima è caratterizzato da estati calde e inverni freddi, non devi rinunciare alla bellezza che questa pianta aggiungerà al tuo spazio esterno, semplicemente piantala in un contenitore da tenere al chiuso durante l'inverno e da portare all'aperto durante l'estate. Se opti per la piantumazione in contenitori, le tue opzioni sono molte per progettare il tuo giardino. Non solo questa pianta può diventare una bella aggiunta a un patio o un terrazzo, ma puoi anche spostarla facilmente in base ai tempi di fioritura di altri fiori nel tuo giardino.

Come coltivare l'uccello del paradiso

Stefano Garau/Shutterstock

È possibile coltivare l'uccello del paradiso per seme, ma questo metodo richiede molto più tempo per vedere i risultati poiché questa pianta ha una crescita incredibilmente lenta. Per goderti immediatamente la tua pianta di uccello del paradiso, considera la propagazione per divisione. Fortunatamente, questo metodo è abbastanza facile da eseguire da soli. Quando arriva la primavera, dovresti scavare nel terreno o nel contenitore per esporre le radici della pianta, come da Gardening Know How. Quindi taglierai un pezzo di rizoma per dividere la pianta. Quando esegui il taglio, assicurati di includere un ventaglio (noto anche come stelo) con le radici attaccate per assicurarti che il tuo uccello del paradiso prosperi una volta ripiantato. Infine, somministra alla parte della pianta in cui hai effettuato il taglio un'applicazione di ormone radicante per aumentare le possibilità di una crescita di successo.

Se stai piantando il tuo uccello del paradiso propagato nel terreno, scava una buca a una profondità corrispondente alla lunghezza delle radici che hai tagliato dalla pianta madre, è meglio che gli uccelli del paradiso siano piantati vicino alla superficie poiché le loro radici si estenderanno in profondità nel terreno mentre crescono. Riempi la buca con la terra. Per la piantumazione in contenitori, Gardener's Path suggerisce un vaso che misura da 8 a 12 pollici di profondità per uno spazio adeguato per crescere. Tieni presente, tuttavia, che le talee più grandi avranno bisogno di contenitori più grandi. Durante i primi tre mesi, fai attenzione a mantenere ben irrigato il tuo uccello del paradiso.

Come prendersi cura dell'uccello del paradiso

simbionte/Shutterstock

Gli uccelli del paradiso sono abbastanza facili da mantenere felici fintanto che vengono forniti delle condizioni di crescita ideali che consentono loro di prosperare. Che sia coltivata indoor o outdoor, uno dei bisogni più importanti di questa pianta è un'adeguata luce solare, come da The Spruce. La luce che ricevono deve essere intensa, ma non necessariamente diretta per l'intera giornata. Alcune ore di luce solare diretta dovrebbero essere sufficienti purché queste ore si svolgano al mattino o nel tardo pomeriggio. La luce solare diretta durante l'ora del giorno in cui il sole è più forte può causare ustioni alle foglie.

La prossima condizione che dovrai soddisfare è l'irrigazione. Gli uccelli del paradiso devono essere annaffiati regolarmente tutto l'anno per mantenere le foglie e le fioriture sane. Non dovresti mai lasciare che il terreno si asciughi tra un'annaffiatura e l'altra, ma dovresti fare attenzione a garantire che il terreno non sia mai inzuppato in quanto ciò può contribuire a marcire e altri problemi. Una buona regola pratica è quella di annaffiare quotidianamente durante i mesi più caldi dell'anno e annaffiare secondo necessità durante i mesi più freddi. Per evitare un'eccessiva irrigazione del terreno, assicurarsi che il contenitore abbia fori di drenaggio adeguati. In caso contrario, puoi sempre perforare di più da solo. Andare di pari passo con l'acqua è l'umidità. Essendo una pianta tropicale, l'uccello del paradiso dovrebbe essere appannato tutto l'anno e non dovrebbe mai essere costretto a tollerare condizioni eccessivamente secche o fredde.

Varietà di uccelli del paradiso

warasit phothisuk/Shutterstock

Gli uccelli del paradiso (nome scientifico: Strelitzia) sono costituiti da sole cinque specie, tutte provenienti dall'Africa meridionale, come da Gardener's Path. Presentano tutti la caratteristica fioritura simile a un uccello, ma variano per combinazione di colori e dimensioni. Anche la dimensione e la forma delle foglie differiscono da specie a specie. La Strelitzia reginae è la più popolare del gruppo, nota per le sue fioriture luminose, che spesso presentano petali arancione neon. È anche una delle varietà più piccole, il che la rende la pianta d'appartamento perfetta poiché cresce solo tra 5 e 6 piedi di altezza. Strelitzia nicolai è più grande di S. reginae, raggiungendo altezze di 20 piedi quando è completamente matura. I suoi colori non sono così sorprendenti, tuttavia. La guaina della fioritura può essere color lavanda o nera mentre i petali sono spesso bianchi, viola o blu.

Strelitzia caudata è la terza delle cinque specie di uccello del paradiso. Come suo cugino S. nicolai, S. caudata è uno spettacolo da vedere con un'altezza completamente cresciuta di 20 piedi. Le guaine di questa varietà sono di colore nero mentre i petali sono bianchi, fornendo un contrasto sorprendente. Se vivi in ​​un clima tropicale, questa è una grande varietà all'aperto. Il quarto della lista è Strelitzia alba, che è più paragonabile a un albero che a una pianta a causa della sua altezza di circa 30 piedi. I fiori sono viola scuro con petali bianchi. Infine, abbiamo Strelitzia juncea, caratterizzata da foglie più sottili e sfumature di fiori simili a quelle di S. reginae.

L'uccello del paradiso è tossico?

Chris Mirek Freeman/Shutterstock

L'uccello del paradiso non è considerato una pianta tossica per l'uomo, secondo il National Capital Poison Center. Tuttavia, se ingerita accidentalmente, questa pianta può potenzialmente causare disturbi gastrointestinali, sebbene ciò sia raro. Se qualcuno nella tua famiglia, in particolare un bambino piccolo, ha ingerito una parte di questa pianta e mostra sintomi di tossicità, come mal di stomaco, vomito o diarrea, dovresti sempre contattare il tuo centro medico di emergenza locale per assistenza.

Sebbene non sia considerata una pianta tossica per l'uomo, l'uccello del paradiso è tossico per gli animali. La fioritura è la parte più tossica della pianta poiché i semi contengono sostanze chimiche che aggravano il sistema digestivo, secondo Pet Care Advisors. I sintomi più comuni di avvelenamento includono vomito e letargia. Come per gli esseri umani, dovresti contattare il tuo centro veterinario locale in caso di ingestione accidentale.

Se hai animali domestici e sei preoccupato che mangino i tuoi uccelli del paradiso, ci sono misure preventive che puoi adottare per garantire la sicurezza di tutti i membri della tua famiglia. Gli spray repellenti sono un modo popolare per dissuadere gli animali dal masticare le piante poiché hanno un sapore amaro. Sebbene non sia sempre l'opzione più pratica, puoi anche tenere i tuoi uccelli del paradiso in una parte separata e off-limits della tua casa con una porta o una barriera che i tuoi animali domestici non possono attraversare. Allo stesso modo, nel giardino, puoi costruire una recinzione attorno ai tuoi uccelli del paradiso per raggiungere lo stesso obiettivo.

Come rinvasare l'uccello del paradiso

Dasha Petrenko/Shutterstock

La pianta dell'uccello del paradiso dovrà essere rinvasata ogni anno fino a raggiungere la piena maturità, come da The Spruce. Ciò garantisce che la pianta raggiunga la sua piena dimensione e, di conseguenza, sia in grado di produrre fiori. Se hai già una pianta di uccello del paradiso matura, non dovrai fare nient'altro che mantenere fresco lo strato superiore del terreno e fornire fertilizzante alla pianta durante la stagione di crescita. Se la tua pianta sta ancora crescendo, ti consigliamo di acquistare un nuovo contenitore della dimensione successiva più grande ogni primavera e rinvasarlo.

Per le migliori condizioni di crescita, acquista sempre un contenitore con fori di drenaggio adeguati o creali tu stesso a casa con un trapano prima di ripiantare il tuo uccello del paradiso. Dovrai anche acquistare un terriccio ben drenante progettato per piante d'appartamento in vaso. Per rinvasare la pianta, stendi prima uno strato di terriccio lungo la base del contenitore. Quindi, rimuovi delicatamente il tuo uccello del paradiso dal suo vecchio contenitore e scuoti via il terreno dalle radici. Durante questo processo, fai attenzione a non danneggiare le radici della tua pianta per non comprometterne la capacità di crescita. Una volta collocato nella sua nuova casa, riempi gli spazi vuoti con il terriccio fino alla parte superiore del contenitore. L'ultimo passaggio è annaffiare abbondantemente. Dopo il rinvaso, attenersi allo stesso programma di irrigazione descritto sopra.

Parassiti e malattie dell'uccello del paradiso

Gerhardus Kotze/Shutterstock

Sebbene non siano inclini agli attacchi di parassiti e malattie, gli uccelli del paradiso sono suscettibili ad alcuni che ne minacciano la sopravvivenza. Le cocciniglie e le squame sono due parassiti che si nutrono della pianta e possono causare una distruzione su larga scala in grandi quantità, secondo SFGate. Gli insetti farinosi si presentano come macchie bianche sulle foglie mentre le squame si presentano come macchie marroni. In entrambi i casi, dovrai spruzzare un insetticida per eliminare l'infestazione e assicurarti che non tornino. L'olio di neem è un altro modo popolare per trattare le infestazioni di insetti. Dovresti anche smaltire le piante gravemente infette per evitare la diffusione continua.

La putrefazione delle radici e la peronospora delle foglie sono due malattie causate da funghi che possono eventualmente uccidere i tuoi uccelli del paradiso se non curati. Il primo è generalmente causato dall'eccessiva umidità nel terreno che consente alle spore fungine di prosperare, che a sua volta uccide lentamente la tua pianta dalla base verso l'alto. Il modo migliore per prevenire la putrefazione delle radici è attraverso un attento monitoraggio del fabbisogno idrico della pianta e facendo attenzione a non innaffiare eccessivamente. Una volta colpita dalla malattia, però, sarà necessario trattarla con un fungicida e lasciare asciugare il terreno. In casi estremi, potrebbe essere necessario rinvasare la pianta interamente con terreno fresco e asciutto. La peronospora è un'altra malattia a base di funghi che attacca le foglie della pianta. Anche in questo caso, un fungicida è il miglior trattamento in caso di attacco di peronospora.