Seleziona una pagina

Smeilov Sergey/Shutterstock Di Leslie Anderson / 7 ottobre 2021 13:42 EDT

I piani cottura in vetro offrono molti vantaggi come il riscaldamento, il raffreddamento rapido e la mancanza di griglie e fessure in cui il cibo può cadere, come notato da The Spruce. Inoltre, molti proprietari preferiscono il loro aspetto più moderno rispetto alle stufe elettriche della generazione precedente con bobine metalliche. Tuttavia, come qualsiasi elettrodomestico, una manutenzione regolare e attenta è la chiave per la longevità e le prestazioni. Questo è il caso di un piano cottura in vetro. A seconda della frequenza con cui si pulisce la superficie e dell'entità del disordine, il processo può richiedere da due brevi minuti per una pulizia rapida fino a 30 minuti per una pulizia approfondita e approfondita. Indipendentemente dal tempo che dedichi alla pulizia del tuo piano cottura in vetro, lo proteggerai da danni permanenti mantenendo l'elegante superficie libera da strisce, graffi e macchie. Per pulire la tua stufa con piano in vetro, dovrai tenere a portata di mano le seguenti forniture:

  • flacone spray riempito di aceto bianco

  • un po' di microfibra o altri panni morbidi e privi di pelucchi

  • bicarbonato di sodio

  • un detergente consigliato dal produttore (se specificato nelle istruzioni)

  • una lama di rasoio

  • un tampone abrasivo non abrasivo

  • dentifricio

Come vedrai, questi otto semplici metodi elimineranno il problema dalla pulizia del piano cottura in vetro.

1. Seguire le istruzioni del produttore

Foto dell'insegnante/Shutterstock

Il metodo più semplice per pulire il piano cottura in vetro è seguire il manuale del proprietario, come indicato da This Old House. Non solo questa è l'opzione più semplice per qualsiasi cosa, dalla più piccola macchia a un grande pasticcio, ma anche la più sicura. In effetti, la maggior parte delle marche di elettrodomestici ha i propri prodotti o un elenco di prodotti consigliati per la pulizia quotidiana di piccole fuoriuscite dal piano cottura in vetro. Inoltre, alcuni produttori hanno creato le proprie formule di pulizia profonda che non sono abrasive, nonché i propri strumenti per il lavoro, come un raschietto o salviette .

Indipendentemente dai prodotti e dai metodi suggeriti che prescrive il tuo manuale, puoi stare certo che l'azienda che ha creato l'elettrodomestico non ti darebbe cattivi consigli per la pulizia del tuo piano cottura in vetro. Ancora più importante, potresti prendere in considerazione la lettura della stampa fine della tua garanzia per assicurarti che seguendo i metodi del produttore garantisca la copertura se qualcosa dovesse andare storto.

2. Affrontare le fuoriuscite dopo ogni utilizzo

cliplab/Shutterstock

Oltre a seguire le istruzioni del produttore, il modo più semplice per pulire il piano cottura in vetro è quello di raccogliere subito le fuoriuscite. (Tuttavia, non dimenticare di attendere che il piano in vetro si raffreddi abbastanza da poterlo toccare in sicurezza.) Come accennato, puoi fare riferimento alle istruzioni dell'apparecchio per eseguire questa operazione in sicurezza senza danneggiare il piano cottura. Inoltre, se non hai il manuale a portata di mano, puoi seguire questi passaggi che sono menzionati nel blog di Whirlpool.

  • Spruzzare l'area interessata con aceto bianco.

  • Asciugare la fuoriuscita con un panno umido e morbido.

  • Pulisci ancora un paio di volte con una spugna o un tovagliolo di carta morbida per cancellare le strisce.

Puoi anche assorbire il liquido versato con un tovagliolo di carta morbido o una spugna senza spruzzare aceto se sembra che non lasci macchie o aloni. Tuttavia, la chiave è affrontare la fuoriuscita il prima possibile dopo che il piano cottura si è raffreddato per evitare una macchia che deve essere raschiata.

3. Pulisci quotidianamente il piano cottura in vetro

brizmaker/Shutterstock

Un altro metodo semplice per mantenere pulito il piano cottura in vetro è quello di affrontare la manutenzione quotidiana dopo cena una volta che hai finito di cucinare per la giornata, come raccomandato da HGTV. Da lì, dovresti semplicemente seguire i passaggi del metodo precedente.

Tuttavia, pulirai l'intera superficie anziché un solo punto. Ancora una volta, assicurati che il piano in vetro si sia completamente raffreddato prima di spruzzarlo con aceto bianco. L'approccio migliore è prendere il piano cottura una sezione alla volta, dividendolo mentalmente in quattro sezioni. Ad esempio, spruzza prima il quadrante in alto a sinistra e poi pulisci le macchie con un panno morbido e umido. Successivamente, procederai verso l'angolo in alto a destra e così via fino a coprire tutti e quattro i quadranti del piano cottura. Mentre pulisci l'aceto, ripassa l'area con un panno in microfibra asciutto o uno straccio di cotone pulito (come parte di una maglietta) per eliminare eventuali striature o macchie.

4. Utilizzare un raschietto per una pulizia profonda

BW Folsom/Shutterstock

Oltre alla manutenzione quotidiana, dovrai eseguire una pulizia approfondita periodica. Tuttavia, se hai aspettato un po' tra una pulizia e l'altra, potresti dover ricorrere al metodo del raschietto. Anche se devi prestare particolare attenzione per evitare di lasciare graffi o danneggiare il tuo piano cottura in vetro, questo metodo è comunque abbastanza semplice se hai gli strumenti giusti e segui questi passaggi come indicato da Pro Housekeepers:

  • Spruzza tutte le macchie con aceto bianco e lasciale in ammollo.

  • Prendi una lametta e tienila quasi a filo con la superficie.

  • Raschia delicatamente la macchia con colpi leggeri e brevi.

  • Pulisci l'area con un panno morbido.

La maggior parte delle stufe con piano in vetro viene fornita con il proprio strumento per raschiare e il proprio set di istruzioni per una pulizia profonda. Quindi assicurati di seguire attentamente questo processo. Inoltre, potresti pulire ancora una volta il piano di cottura in vetro usando l'aceto bianco per eventuali macchie rimanenti prima di una lucidatura finale con un panno in microfibra.

5. Assorbe le macchie

Nuova Africa/Shutterstock

Se non vuoi rischiare di graffiarti raschiando, puoi usare il metodo di ammollo per pulire a fondo il tuo piano cottura in vetro. Prendi una ciotola e la riempi con circa 1/2 tazza di acqua calda o meno e mescoli con il bicarbonato di sodio per creare una pasta. Successivamente, spargerai la pasta sul piano cottura in vetro e coprirai con panni caldi e bagnati. Lasciali riposare per mezz'ora e poi pulisci la superficie. Se la pasta si è indurita, spruzza un po' di aceto bianco per ammorbidirla e poi strofinala.

Un metodo alternativo, come descritto da Bob Vila, consiste nel riempire il lavandino con acqua calda e aggiungere una piccola quantità di detersivo per piatti e mescolare accuratamente. Quindi immergere un panno morbido nel composto. Dopodiché, cospargerai il bicarbonato di sodio sul piano cottura, prendi il panno umido dal lavello, strizzalo e stendilo sopra il bicarbonato di sodio. Questo inumidirà il bicarbonato di sodio e gli permetterà di ammorbidire le macchie. A questo punto, aspetterai circa mezz'ora prima di rimuovere il panno. Quindi, immergerai il panno nell'acqua calda e lo strizzerai di nuovo e lo userai per pulire delicatamente le macchie. Per un'ulteriore lucidatura, pulire con una spugna umida e asciugare con un panno morbido.

6. Pulisci le macchie bruciate

Ivan Mel/Shutterstock

Di tanto in tanto, otterrai delle macchie causate da cibi o liquidi densi e appiccicosi. Di conseguenza, dovrai fare attenzione a non lasciare raffreddare completamente la sostanza perché lascerà macchie permanenti sul piano cottura in vetro o si solidificherà in un grumo permanente. Quindi pulire la fuoriuscita mentre la stufa è ancora calda ma non calda è l'opzione ideale. Pertanto, potresti dover tornare al raschietto, ma avrai bisogno di un detergente non abrasivo specifico per un piano cottura in vetro invece dell'aceto bianco o del bicarbonato di sodio, un consiglio consigliato anche dal blog di Whirlpool.

Quindi il primo passo è raschiare delicatamente la fuoriuscita tenendo il raschietto leggermente inclinato. Quindi applica il detergente in piccoli punti della dimensione di una monetina sulla macchia e asciugalo fino a quando non vedi una pellicola bianca sopra la fuoriuscita. Quindi, usando un panno morbido, pulirai il film fino a quando non sarà completamente sparito. Per le macchie più resistenti, potrebbe essere necessario ripetere il trattamento.

7. Elimina i graffi

Marc Bruxelles/Shutterstock

Rimuovere i graffi si rivela facile quanto prevenirli, secondo Essential Home and Garden. Per prima cosa, mescolerai una pasta di bicarbonato di sodio e acqua simile a quella che useresti per assorbire le macchie. Questa volta, tuttavia, la pasta non avrà una consistenza così densa. Inoltre, dovrai applicare delicatamente la pasta con un panno umido. Successivamente, luciderai delicatamente la superficie. Non cancellerai completamente i graffi, ma dopo questo trattamento appariranno meno visibili. Naturalmente, per graffi più gravi, potrebbe essere necessario contattare un esperto per riparare o sostituire la superficie.

Un altro consiglio da ricordare è quello di evitare di usare un detergente per vetri o una gomma magica sui graffi in quanto potrebbero non funzionare o, peggio, lasciare uno scolorimento permanente o una pellicola sul vetro. È inoltre possibile evitare del tutto i graffi astenendosi dall'utilizzare pentole in ghisa e non trascinando o sbattendo pentole e padelle sulla superficie.

8. Pulisci usando il metodo del dentifricio

Picscinque/Shutterstock

Naturalmente, abbiamo salvato il metodo migliore per ultimo. Se non ti senti sicuro di mescolare una pasta che non è abrasiva, o sei a corto di tempo, puoi anche usare un dentifricio semplice (evitando le formule che contengono gel o altri ingredienti appiccicosi) per pulire le macchie difficili, secondo Casa e giardino essenziali. Dopo aver applicato il dentifricio con una spugna morbida, dovrai attendere 15 minuti affinché assorba la macchia. Quindi, puliscilo delicatamente con un panno umido e morbido.

Come puoi vedere, mantenere regolarmente pulito un piano cottura in vetro aumenta la vita del tuo elettrodomestico. In particolare, se si puliscono immediatamente le fuoriuscite (ovviamente dopo il raffreddamento), si ottengono meno raschiamenti e puliture che, se non si presta attenzione, possono danneggiare la superficie. Tuttavia, se mantieni la manutenzione giornaliera o addirittura settimanale utilizzando panni morbidi, aceto bianco o il marchio di detergente del produttore, ti godrai una cucina senza preoccupazioni sul piano cottura in vetro per gli anni a venire.