Seleziona una pagina

Anatoli Igolkin/Shutterstock Di Adrianna MacPherson / 8 settembre 2021 15:47 EDT

A parte forse gli armadietti, i piani di lavoro sono uno dei punti focali primari in ogni cucina, come notato da Houzz. Tutto, dall'alzatina al colore della vernice ai mobili dovrebbe coordinarsi con la tua scelta di controsoffitti, e c'è molto da considerare oltre il semplice aspetto. Sì, vuoi che i tuoi controsoffitti si adattino all'estetica generale del tuo design, ma tutti i diversi materiali del piano di lavoro hanno i loro pro e contro. Prima di selezionare i controsoffitti che desideri rimodellare nella tua cucina, dovresti prenderti un po' di tempo per riflettere davvero su come usi lo spazio e cosa vuoi dai materiali.

La durabilità è la considerazione chiave? Vuoi qualcosa che abbia una manutenzione minima o sei disposto a dedicare un po' di lavoro in più per un look che ami? Di quanto materiale hai bisogno e qual è il tuo budget complessivo? Sebbene ci siano opzioni meno costose e più costose per ogni materiale, c'è una differenza particolarmente enorme tra le varie estremità dello spettro quando si tratta di materiali per controsoffitti.

Se hai problemi a decidere quale materiale del piano di lavoro ti parla veramente, non preoccuparti, ti abbiamo coperto. Ecco 15 diversi tipi di controsoffitti che dovresti conoscere prima di rimodellare la tua cucina, e qualcosa in più, in modo da poter determinare quale è quello più adatto a te in particolare.

1. Granito

Joe Hendrickson/Shutterstock

Il granito è uno dei materiali più popolari quando si tratta di controsoffitti. In termini di estetica generale, il granito è disponibile in un'enorme varietà di colori, con The Spruce che afferma che sono disponibili quasi 3.000 tonalità diverse. È anche in cima alla lista dei materiali per controsoffitti per la durata se trattato correttamente con un sigillante, secondo Popular Mechanics, il granito diventa quasi resistente alle macchie e non richiede manutenzione. Può sopportare il calore e la popolarità di lunga data del granito significa che può anche aggiungere valore alla tua casa.

Uno dei principali svantaggi è semplicemente il costo in genere, il granito ha un prezzo piuttosto alto, quindi occuperà una grossa fetta del tuo budget di ristrutturazione. Inoltre, non è davvero il tipo di materiale che puoi fare fai-da-te, quindi ti consigliamo di pagare un professionista per installare piani di lavoro in granito nella tua cucina.

2. Marmo

Xi Bai/Shutterstock

I controsoffitti in marmo possono elevare totalmente una cucina e, indipendentemente dal fatto che tu scelga un bianco classico o una tonalità tortora o grigia, aggiungono uno stile serio. Tuttavia, se la durabilità è un problema per te, il marmo può essere impegnativo, come spiega Real Simple. Il marmo è piuttosto poroso, quindi eventuali fuoriuscite devono essere ripulite rapidamente. È anche relativamente morbido rispetto ad altri materiali, quindi dovresti prestare attenzione quando affetta qualcosa direttamente sul piano di lavoro.

L'unico gruppo di cuochi casalinghi che potrebbero essere ben serviti dal marmo sono quelli che amano cuocere il marmo ha una temperatura naturalmente più bassa, il che significa che rimarrà fresco per quando dovrai stendere la pasta mentre fai finta di essere un concorrente in "The Great British Bake Off".

3. Quarzo

Sheila Say/Shutterstock

Il quarzo è diventato un materiale per controsoffitti sempre più popolare per una vasta gamma di motivi, secondo Kitchn. Esteticamente, il materiale è disponibile in molti colori e ha una lucentezza lucida. In termini di praticità, è durevole, non poroso, antimacchia e resistente alle crepe. Inoltre, il quarzo è un'opzione a bassa manutenzione che può essere pulita con acqua e sapone e non richiede sigillatura.

Tuttavia, il quarzo non è il migliore per tollerare il calore, potresti ottenere cuciture su aree di bancone più grandi e può costare una buona fetta di cambiamento poiché i materiali stessi possono essere costosi e in genere è necessaria un'installazione professionale.

4. Blocco del macellaio

FotoHelin/Shutterstock

I controsoffitti del blocco del macellaio conferiscono allo spazio un'atmosfera calda e accogliente e sono disponibili in una varietà di legni e macchie, consentendoti di personalizzarli secondo la tua estetica preferita. Sono anche durevoli, poiché eventuali macchie o graffi possono essere levigati e, a seconda del tipo di legno selezionato, possono essere un'opzione più conveniente, afferma Hunker.

Tuttavia, i controsoffitti del blocco del macellaio dovranno essere sigillati (e occasionalmente sigillati di nuovo) e, a seconda del clima o della propensione a posizionare piatti caldi sul bancone, potrebbe essere necessario prestare attenzione anche alla deformazione.

5. Laminato

ungvar/Shutterstock

Il laminato è un'opzione abbastanza popolare quando si tratta di controsoffitti, specialmente nelle case leggermente più vecchie, e il materiale ha alcuni vantaggi solidi. È un'opzione relativamente economica, ci sono molti colori e design diversi tra cui scegliere ed è facile da mantenere e pulire, come spiega The Spruce. Può anche essere un'ottima scelta per i fai-da-te, poiché è più facile da maneggiare rispetto alle enormi lastre di pietra.

Tuttavia, il lato negativo è che il laminato presenta alcuni problemi di durata, poiché scheggiature, ustioni o delaminazione sono tutti problemi potenziali e non facili da riparare.

6. Cemento

jamesteohart/Shutterstock

Le moderne miscele di calcestruzzo sono spesso dotate di additivi che significano che le lastre possono essere più sottili e leggere, rendendole una nuova possibilità per i controsoffitti (tramite Countertop Guides). Questo materiale durevole è resistente alle scheggiature. È anche l'ideale per coloro che desiderano personalizzare la propria cucina, il cemento può essere pigmentato per assumere qualsiasi tonalità, può essere stampato o colorato e puoi persino incorporare elementi come pietre o vetro colorato per creare esattamente l'aspetto che desideri. Un altro vantaggio è che i controsoffitti in cemento vengono versati, quindi sono perfetti se hai angoli difficili o forme strane nel layout della tua cucina.

Tuttavia, il calcestruzzo può essere un po' più costoso e potrebbe anche richiedere più tempo nel processo di ristrutturazione. Secondo Country Living, una volta che il calcestruzzo è stato versato, sono necessari circa 28 giorni perché si indurisca completamente.

7. Acciaio inossidabile

Radek Havlicek/Shutterstock

I controsoffitti in acciaio inossidabile per la ristrutturazione della tua cucina possono aiutare a infondere un'estetica industriale nel tuo spazio e per coloro che apprezzano la durabilità, è sicuramente un materiale da considerare. Come afferma Real Simple, l'acciaio inossidabile è molto facile da pulire; un po' di acqua e sapone e potrai lavare via ogni residuo delle tue avventure culinarie. È anche non poroso.

Tuttavia, l'acciaio inossidabile può essere ammaccato o graffiato se trattato in modo troppo ruvido. Inoltre, come saprà chiunque abbia mai avuto apparecchi in acciaio inossidabile, la superficie può mostrare le impronte digitali molto facilmente.

8. Piastrella in ceramica

BUNDITINAY/Shutterstock

In termini di estetica, le tue opzioni sono quasi illimitate con questa scelta, poiché The Spruce afferma che ci sono un sacco di piastrelle diverse sul mercato in tutti i tipi di motivi e colori. Inoltre, le piastrelle sono disponibili in varie forme e dimensioni, così puoi ottenere esattamente l'aspetto che stai cercando. Sono anche uno dei pochi materiali per controsoffitti che possono essere facilmente realizzati con il fai-da-te, se hai alcune abilità di base, un bonus per qualsiasi restauratore attento al budget. I ripiani in piastrelle sono anche abbastanza facili da pulire e possono resistere al calore di qualsiasi padella calda posizionata sulla superficie.

Tuttavia, le tessere sono alquanto fragili e potrebbero rompersi se si lascia cadere qualcosa e vengono colpite nel modo sbagliato. E, mentre le piastrelle stesse sono facili da pulire, la malta non lo è, quindi potresti trovarti frustrato dal cibo che macchia la malta.

9. Pietra ollare

Macchina per il pane/stock per serrande

Come riporta Caesarstone, ci sono molti vantaggi nel considerare la pietra ollare come opzione per il piano di lavoro. Non solo il materiale è bello, è anche ecologico poiché nel processo di produzione non vengono utilizzate sostanze chimiche di sintesi. Inoltre, non è poroso come le altre pietre, è resistente al calore, non si macchia o si screpola facilmente ed è facile da pulire.

Tuttavia, la pietra ollare ha anche alcuni svantaggi. È più costoso e, poiché è una pietra naturale, è disponibile solo in opzioni di colore limitate. La morbidezza del materiale significa anche che è suscettibile ai graffi e, sebbene sia in gran parte resistente alle macchie, dovrai fare attenzione con le sostanze oleose, che possono creare macchie scure.

10. Vetro riciclato

B Calkins/Shutterstock

I proprietari di case ecocompatibili adoreranno questa opzione di controsoffitto, che è composta fino all'80% da materiali riciclati, secondo Countertop Guides. I controsoffitti in vetro riciclato sono anche resistenti e non porosi e presentano una miscela unica di vetro che ti offre un controsoffitto unico nel suo genere.

I controsoffitti in vetro riciclato hanno la possibilità di rompersi o rompersi e cibi altamente acidi o detergenti aggressivi potrebbero potenzialmente danneggiare la superficie. Inoltre, sebbene il vetro riciclato non sia l'opzione più economica a circa $ 50 a $ 100 per piede quadrato, non è costoso come molti altri materiali.

11. Rame

Kevin Yuan/Shutterstock

Le tue pentole e padelle non sono l'unico posto dove incorporare il rame nella tua cucina, perché non provare i ripiani in rame? Come menziona Home Reference, i restauratori ecologici adoreranno il fatto che sia un prodotto naturale, ed è anche molto facile da pulire e ha un ambiente naturalmente inospitale per i batteri (ciao, sicurezza alimentare!).

Lo svantaggio è che l'aspetto del rame cambia leggermente nel tempo, indipendentemente dal fatto che si ottenga un piano di lavoro sigillato o non sigillato, il che è qualcosa di cui essere consapevoli. È inoltre necessario mantenere la superficie con cera d'api o cera da macellaio per evitare l'appannamento. Infine, è una delle opzioni più costose disponibili per i controsoffitti.

12. Travertino

Olga e Alexia/Shutterstock

Il travertino, un tipo di calcare, è un'opzione di pietra naturale visivamente accattivante, nota per la sua natura riflettente, che aiuta ad aprire uno spazio e renderlo più luminoso e arioso, secondo Rock Solid Custom Granite.

Sebbene sbalorditivi, ci sono alcuni svantaggi che rendono il travertino un'opzione di manutenzione piuttosto elevata per i cuochi casalinghi. Il materiale è molto reattivo con l'acido, il che significa che sostanze comuni come il succo di limone o il vino potrebbero facilmente macchiare la superficie. È anche poroso e morbido, il che significa che è soggetto a graffi e in qualche modo sensibile al calore.

13. Terrazzo

aaleenaf/Shutterstock

Potresti riconoscere il terrazzo dal suo aspetto caratteristico, o da quando era di tendenza e appariva su tutti i tipi di superfici e accessori, come riportato da Vogue. Questo materiale è un'ottima scelta per i piani di lavoro perché è durevole e resistente al calore. Inoltre, poiché utilizza molto materiale riciclato per creare il design unico, è molto ecologico (tramite Aurastone).

Nell'elenco dei contro, terrazzo ha il potenziale per rompersi se non installato correttamente, quindi ti consigliamo di assumere professionisti per installare questo tipo di piano di lavoro.

14. Onice

MD Dharodiya/Shutterstock

L'onice è un materiale assolutamente straordinario e ha la qualità unica della traslucenza, il che significa che un'illuminazione ben posizionata può creare una cucina davvero spettacolare (tramite Moreno Granite). Se adeguatamente curato, è anche un materiale molto duraturo.

Nell'elenco dei contro, l'onice è alquanto fragile, il che significa che in genere deve essere fortificato con una sorta di materiale stabilizzante extra. Inoltre, la natura a base di calcio dell'onice significa che è reattivo all'acido, secondo Cosmos Surfaces, quindi dovrai sigillare e richiudere per proteggere la superficie.

15. Silestone

Toyakisphoto/Shutterstock

Silestone, prodotto con cristalli di quarzo naturali, ha molti vantaggi che ti porterebbero a considerarlo durante una ristrutturazione, come notato da Sebring Design Build . Dal punto di vista estetico è facile da personalizzare, con una varietà di diversi colori e finiture disponibili. È anche un materiale resistente agli urti, ai graffi e alle macchie, nonché non poroso e facile da pulire.

L'unica cosa fondamentale da considerare in cucina è che il silestone non è resistente al calore, quindi non vorrai mai mettere nulla di caldo direttamente sulla superficie. È anche nella fascia più alta del listino prezzi dei materiali del piano di lavoro, il che potrebbe essere un problema per un restauratore attento al budget.